Home / NEWS / Sta facendo un colpo si stato! Conte preso in castagna. Quella nomina sui servizi segreti puzza di golpe lontano un miglio

Sta facendo un colpo si stato! Conte preso in castagna. Quella nomina sui servizi segreti puzza di golpe lontano un miglio

Giuseppe Conte nasconde nel decreto-Covid la proroga ai servizi segreti: un caso inquietante, insorgono opposizioni e Italia Viva.

Un altro colpo di mano di Giuseppe Conte. Un altro “strano” caso: aggiungendo quattro paroline alla legge approvata nel 2007 per riformare i servizi segreti, il premier – spiega il Corriere della Sera – ha di fatto garantito all’intelligence italiana la possibilità di vedersi rinnovato l’incarico per altri quattro anni. Un periodo – otto anni potenziali complessivi – che fino ad ora, considerato il ruolo cruciale, era sempre stato ritenuto troppo lungo. Fatto già sospetto di per sé, e che diventa ancor più inquietante se si pensa che la riforma è arrivata d’urgenza, per inciso nel decreto pubblicato lo scorso 30 luglio che riguarda la proroga dello stato di emergenza per il coronavirus fino al 15 ottobre.  E che c’entrano i servizi segreti? Un discreto mistero, tanto che ora non è escluso che il premier venga chiamato a riferire su questo colpo di mano, che ha anche mantenuto la delega politica sugli 007. PUBBLICITÀ

Scontata, dunque, la levata di scudi. Per le opposizioni, per esempio, ha detto la sua Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia: “Il blitz con cui una manina del governo ha inserito nel decreto sulla proroga dello stato d’emergenza la riforma dei servizi segreti, con il prolungamento dei vertici per altri quattro anni, rappresenta l’ennesima forzatura di cui Conte deve dare subito una spiegazione convincente”. E ancora: “Il Copasir, ad esempio, ne era al corrente? Questo è il governo dei misteri: non solo rifiuta di desecretare gli atti del Comitato tecnico scientifico, ma interviene surrettiziamente sugli 007 con una spregiudicatezza che definire preoccupante è un eufemismo”, conclude la Bernini.

loading...

Check Also

“Briatore ha ragione” la dichiarazione del tecnico di governo che nessuno si aspettava

“Nelle parole di Flavio Briatore c’è un messaggio giusto: questa non è una malattia da …

2 commenti

  1. Leggo che ForzaItalia sarebbe un partito d’opposizione e questa è già una notizia. Che Italia Viva, ovvero il compagno Renzi, ha dato di matto al solo sentir parlare di Servizi Segreti.
    La spiegazione, secondo me, (oltre che sabotare i futuri governi) è nella contro inchiesta USA sul “russiagate” dove gli stupidotti DEM americani, volevano convincere il Mondo che Trump fosse una spia russa (!!!), il fatto è che le menzogne contro Trump partirono proprio dall’Italia, con epicentro Renzi, il PD, Gentiloni (già fuggito a Bruxelles dove al massimo ha il potere di portare i caffè, ma ha l’immunità penale) i compagnucci, pare, fabbricarono delle “prove” fasulle contro il Presidente degli Stati Uniti D’America Donald TRUMP, incastrando degl’elementi inconsapevoli dei nostri servizi segreti e chissà cos’altro il PD vuole tenere nascosto (dei rapporti “indecenti” circa la mafia nigeriana, tagliagole islamici, invasori cinesi, menzogne covid, rapporti con Soros…)
    Dunque Conte (e Contessa) vorrebbero probabilmente ricattare Renzi, per via delle porcate fatte da lui e dal PD, mentre leccava il c… beige di Obama, ma non tengono conto del fatto che Trump sarà parecchio arrabbiato con chi lo ha calunniato, vorrà giustizia e se siamo fortunati li vedremo tutti quanti in tutina arancione in quel posto ai caraibi… Guantanamo.

  2. Sarebbe il minimo, è auspicabile che succeda e al più presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *