Home / NEWS / Nord Italia sferzato dal maltempo, frane e strade interrotte a Bormio, 50 evacuati a Livigno

Nord Italia sferzato dal maltempo, frane e strade interrotte a Bormio, 50 evacuati a Livigno

Ondata di maltempo in Valtellina: sul posto i vigili del fuoco di Bormio e Livigno. Diversi gli smottamenti avvenuti in zona.

piogge e frane in Valtellina. famiglie evacuate

Mentre al Sud e sulle Isole si sfiorano i 40 gradi con allerta meteo della protezione civile, in Valtellina si registrano frane ed evacuati. I vigili del fuoco di Sondrio e Livigno sono a lavoro dalle ore venti di ieri sera per alcune frane causate proprio dai forti temporali; in particolare sono state interrotte la strada statale dello Stelvio, dal chilometro 105 al 107 e la strada che da Livigno sale verso il passo della Forcola. In loco sono intervenuti anche i responsabili dei Comuni coinvolti, che in via precauzionale, hanno disposto l’evacuazione di 43 persone nel territorio di Valdidentro e di 8 persone a Bormio, nella zona di Val Campello. Livigno e la Valtellina non sono state le uniche zone della Lombardia colpite da forti temporali. Le piogge hanno causato danni anche a Ponte di Legno, in Val Camonica, dove è esondato il torrente Arcanello. I vigili del fuoco hanno soccorso due persone: un uomo evacuato dalla propria abitazione e una donna rimasta intrappolata nella sua auto. Forti piogge seguite da raffiche di vento anche in Valchiavenna, fra le 19 e le 20 di ieri, ma non si sono segnalati danni di rilievo, salvi brevi black out elettrici. Stando alle previsioni di 3B Meteo, per il fine settimana la temperature sono comprese tra i 30 e i 37: la giornata prevista per domani è ampiamente soleggiata con tendenza a maggiore variabilità su Alpi e Nord Appennino con qualche rovescio o locale temporale.

loading...

Check Also

“Me l’hanno ammazzata, abbiamo trovato un biglietto” Viviana Parisi, l’accusa pesantissima di suo papà: cosa ha trovato?

Non si dà pace, Luigino Parisi, padre di Viviana Parisi, la dj di 43 anni trovata morta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *