Home / NEWS / “Io non mi metto in ginocchio, ma scherziamo?” La grande lezione di Charles Leclerc ad Hamilton: ecco perchè non farà il buffone insieme a lui

“Io non mi metto in ginocchio, ma scherziamo?” La grande lezione di Charles Leclerc ad Hamilton: ecco perchè non farà il buffone insieme a lui

Il signorino Hamilton pretende di far inginocchiare tutti i piloti di Formula uno, adeguandosi alla moda idiota partita negli States. Il signorino inglese, sarà un grande campione, ma è anche ignorante ed incorerente, visto che deve la sua immensa ricchezza alla Mercedes ed a Hugo Boss, due aziende che divennero grandi sotto il nazismo.

Fa godere il post con il quale il giovane ferrarista dichiara che non ci pensa nemmeno un secondo ad assecondare la pagliacciata antirazzista, motivando la sua decisione con grande maturità.

Ecco le sue testuali parole: “Tutti e 20 i piloti si uniscono alle loro squadre contro il razzismo e il pregiudizio, abbracciando al contempo i principi di diversità, uguaglianza e inclusione, supportando l’impegno della Formula 1 e della FIA. Credo che ciò che conta siano fatti e comportamenti nella nostra vita quotidiana piuttosto che gesti formali che potrebbero essere visti come controversi in alcuni paesi. Non mi metterò in ginocchio, ma questo non significa affatto che sono meno impegnato di altri nella lotta contro il razzismo.”

loading...

Check Also

“Me l’hanno ammazzata, abbiamo trovato un biglietto” Viviana Parisi, l’accusa pesantissima di suo papà: cosa ha trovato?

Non si dà pace, Luigino Parisi, padre di Viviana Parisi, la dj di 43 anni trovata morta …

Un commento

  1. Per le vittime bianche dei negri, nessuno s’inginocchia, per Pamela, Desireè… nessuno s’è inginocchiato.
    L’Occidente è schiacciato dal governo coloniale, razziasta anti bianchi, delle elitè, che si considerano una razza superiore, mentre noi saremmo “spazzatura”, “sdentati” e fessi che si lasciano ingannare e guidare come pecore dalle LORO TV, dai loro media.
    Ma grazie anche a Mag24 veniamo a conoscenza di notizie che il regime delle elitè censura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *