Home / STORIE DI SPORT / Coppa Italia, la figuraccia indegna del raccomandato di Maria De Filippi! Doveva cantare l’inno, ecco cosa ha combinato

Coppa Italia, la figuraccia indegna del raccomandato di Maria De Filippi! Doveva cantare l’inno, ecco cosa ha combinato

Gaffe di Sergio Sylvestre, diventato celebre per qualche mese anni fa grazie a ‘Amici’ di Maria De Filippi durante l’inno nazionale che ha preceduto il fischio d’inizio di Napoli-Juventus, ultimo atto della Coppa Italia. ?Casualmente’ hanno ingaggiato un cantante dal colore particolare della pelle, ma si è fatto prendere dall’emozione o ha snobbato la prestazione per la quale è stato ingaggiato, fatto sta che si è bloccato per qualche secondo, dimenticando il testo dell’inno. Nel silenzio dell’Olimpico c’è stato un momento d’imbarazzo prima che Sylvestre tornasse a cantare, riuscendo a portare a termine l’esibizione. con il pugno alzato. Un gesto considerato indegno da molti telespettatori.

Sergio Sylvestre, nato e cresciuto a Los Angeles (California) da madre messicana e padre haitiano, otto anni fa decise di trasferirsi in Italia dopo un viaggio nel Salento, di cui si innamorò follemente diventando italiano d’adozione. Con la sua voce calda, profonda, intensa e le sue emozionanti interpretazioni, è stato il vincitore e l’artista rivelazione della quindicesima edizione del celebre talent show di Maria De Filippi “Amici”.

loading...

Check Also

Lo riconoscete? E’ stato uno dei Campioni del mondo dell’82 e più volte capocannoniere di serie A. Ecco cosa fa oggi

Lo riconoscete in versione muratore? dalle parti del foro italico stanno ancora cercando un pallone …

2 commenti

  1. Vorrei esattamente capire cosa ha di “particolare” il colore della sua pelle. Siamo nel 2020 che oltre ad esser stato un pessimo anno dovuto dal corona virus avrebbe dovuto renderci migliori farvi capire L importanza delle cose e delle persone e non in base al colore ed alla religione ma per quello che sono.
    Ed invece ancora una volta vi permettete di giudicare SOLO IN BASE AL COLORE!!!
    Se L articolo fosse equo avrebbe sicuramente criticato la performance che nn è stata eseguita come dovuto ed il gesto finale
    Del quale il ragazzo non essendo italiano nn ne capisce il significato la sicuramente lo ha espresso
    Come un segno di forza come facciamo tutti d altronde.
    Ma criticare è facile al giorno d’oggi è L unica cosa che noi italiani sappiamo fare …. parlare e parlare ma poi al posto degli altri nn ci mettiamo mai.
    Comunque vergogna per le parole usate riferite al colore della pelle , è disgustoso.
    Avrebbero dovuto insegnarvi che bisogna esser imparziali e limitarsi a raccontare i fatti nn le proprie sensazioni se si vuol esser chiamati giornalisti! VERGOGNA

  2. Il pugno alzato per la gente di colore ha un significato inequivocabile: “black power” ovvero potere ai neri! E’ proprio vero, i razzisti sono i bianchi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *