Home / NEWS / ‘Sapeva del virus da 40 giorni prima di…’ Conte, quei documenti del ministero che lo inchiodano: è arrivata una nuova clamorosa denuncia

‘Sapeva del virus da 40 giorni prima di…’ Conte, quei documenti del ministero che lo inchiodano: è arrivata una nuova clamorosa denuncia

Alla viglia dell’interrogatorio a Bergamo per Giuseppe ConteRoberto Speranza Luciana Lamorgese sulla mancata zona rossa nei giorni tragici del coronavirus, Carlo Taormina torna alla carica. Il magistrato ed ex sottosegretario del governo Berlusconi ricorda come avesse già tempo fa presentato denuncia: “Si, ho presentato una denuncia alla Procura di Roma con la quale sollevavo un interrogativo sulle modalità utilizzate per affrontare il coronavirus. La mia denunzia è stata supportata da documenti che provenivano dal ministero della Sanità“, rimarca Taormina. 

“Il punto centrale – riprende l’avvocato – è l’aver ritardato di 40 giorni l’intervento drastico che poi abbiamo avuto il 9 marzo. Ed è stato quello il periodo in cui si sono accatastati i contagi e i morti, soprattutto nelle zone della Lombardia che ben conosciamo. Nella denunzia avevo fatto specificamente presente anche il problema della mancata istituzione delle zone rosse per Lodi, Nembro e Alzano Lombardo e aree limitrofe. Avevo sollevato questo tema ponendo l’accento su quelle che io ritengo omissioni governative. Avevo anche indicato i consulenti tecnici per sapere se questa condotta fosse stata indirizzata da loro o se si trattasse solo di una scelta di tipo politico”, conclude Taormina, che mostra di avere le idee molto chiare circa come siano andate le cose.

loading...

Check Also

“Non torno più” Piero Chiambretti, la decisione è drastica: questo il suo futuro dopo il terribile ricovero e la morte dell’amata madre

FABRIZIO ACCATINO per la Stampa Lo spartiacque dell’esistenza di Piero Chiambretti porta la data del 15 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *