Home / NEWS / New York, la figuraccia del sindaco rosso: arrestata la figlia nella notte: cosa faceva insieme alla teppa che sta devastando le città facendo finta di protestare

New York, la figuraccia del sindaco rosso: arrestata la figlia nella notte: cosa faceva insieme alla teppa che sta devastando le città facendo finta di protestare

New York, 1 giu – Siamo ormai al sesto giorno di proteste negli Stati Uniti per la morte di George Floyd, l’afroamericano deceduto a Minneapolis dopo essere stato bloccato in modo violento dalla polizia. I tumulti, presto degenerati in devastazioni e saccheggi, si sono allargati a macchia d’olio dalla città del Minnesota luogo della tragedia ad altre 75 città americane. Secondo il Washington Post, nel fine settimana la polizia ha arrestato 2.500 persone con l’accusa di violazione del coprifuoco, furto e danneggiamento.

Trump: “Diventate duri”

Il presidente Donald Trump ha richiesto che le autorità locali, specialmente quelle democratiche, utilizzino la Guardia nazionale in contrasto alle devastazioni.«Diventate duri, sindaci e governatori democratici – è l’appello del tycoon – Queste persone sono anarchici. Chiamate la nostra Guardia nazionale ora. Il mondo sta guardando e ridendo di voi e dell’addormentato Joe. E’ questo che l’America vuole?», ha twittato, invocando «legge e ordine» contro i cosiddetti looters, i saccheggiatori soprattutto nell’area urbana di Filadelfia. Trump si è congratulato con la Guardia nazionale per aver «bloccato rapidamente» gli anarchici della sinistra radicale la scorsa notte a Minneapolis.

La Guardia nazionale americana è un corpo militare che fa parte delle forze armate degli Stati Uniti. Organizzato in contingenti di stanza in ognuno dei 50 Stati, tre territori e Distretto di Columbia (dove ha sede la capitale Washington), opera sotto i governatori di ogni Stato, che ne esercitano il controllo. Donald Trump minacciato di far intervenire l’esercito se i governatori non utilizzeranno lo strumento della Guardia nazionale per sedare le rivolte. «Varcare i confini di Stato per incitare alla violenza è un crimine federale! I governatori e i sindaci liberal devono diventare più duri o il governo federale interverrà e farà quello che deve essere fatto, e questo include il potere illimitato del nostro esercito e molti arresti. Grazie!», ha twittato. E’ prevista per oggi una videoconferenza con tutti i governatori.

La figlia di De Blasio in manette 

Secondo quanto riportato dal New York Post, migliaia di persone hanno invaso la Grande mela, facendo registrare momenti di tensione: un’auto è stata data alle fiamme nei pressi di Union Square. Durante i tumulti è stata tratta in arresto Chiara de Blasio, la figlia 25enne del sindaco di New York. La ragazza è stata fermata dopo che le forze dell’ordine avevano dichiarato illegale un assembramento tra la 12esima strada e Broadway.

Ancora violenze e devastazioni

Tragedia sfiorata invece a Dallas, Texas, dove un uomo è stato gravemente ferito dai facinorosi mentre, brandendo un machete, cercava disperatamente di difendere il suo negozio dai saccheggiatori. Alcuni video circolati sui social lo ritraggono nel tentativo di allontanare i manifestanti, per poi essere inseguito, gettato a terra e massacrato di calci e pugni. «Terribile! Dove sono gli arresti e le sentenze per il carcere a lungo termine?», ha commentato Trump puntando il dito contro antifascisti e anarchici. E accusa le amministrazioni dem di chiudere un occhio, quando addirittura non due, con i facinorosi di estrema sinistra: «Come mai tutti questi luoghi che si difendono così male sono governati da democratici liberal?» E alle forze dell’ordine dice: «Siate duri, combattete (e arrestate quelli cattivi), forza».

Secondo quanto riportato dai quotidiani Usa lo stesso Trump venerdì sarebbe stato portato per alcuni minuti nel bunker della Casa Bianca in seguito alle proteste avvenute fuori dai cancelli della residenza presidenziale. Gli scontri con la polizia hanno causato il ferimento di 60 agenti del Secret Service, il corpo che si occupa della sicurezza delle alte cariche dello Stato. Per la Casa Bianca è scattato il lockdown di alcune ore.

loading...

Check Also

“Non so nemmeno chi sei” Un Cacciari strepitoso così liquida come merita il pennivendolo che pretende di fargli la lezioncina

Da liberoquotidiano.it Massimo Cacciari contro Stefano Feltri, direttore de Il Domani. Terreno di scontro Otto e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *