Home / NEWS / Vittorio Brumotti picchiato selvaggiamente finisce in ospedale. Le condizioni dell’inviato di “Striscia la Notizia”

Vittorio Brumotti picchiato selvaggiamente finisce in ospedale. Le condizioni dell’inviato di “Striscia la Notizia”

“Si sono organizzati e sono arrivati di colpo, mi hanno rubato l’attrezzatura, hanno preso il bastone e mi hanno colpito alla mascella. Hanno cercato di intimorirmi ma andremo avanti perché la droga è una merda”, ha raccontato l’inviato del tg satirico di Antonio Ricci.

Ennesima aggressione per Vittorio Brumotti, ieri pomeriggio l’inviato di Striscia la notizia si trovava nella zona di Porta Venezia a Milanoper documentare, in sella alla sua bici, lo spaccio a cielo aperto quando è stato aggredito da un gruppo di pusher che lo hanno colpito con un bastone. Sul posto sono arrivate le forze dell’ordine e il 118 che ha portato l’inviato tv all’ospedale Niguarda, ricoverato in codice verde. “Mi hanno colpito al volto in modo violento, mi sono spaventato parecchio. L’aggressione è stata molto violenta e per qualche minuto ho perso conoscenza. Ma per fortuna adesso sto bene. Le forze dell’ordine e gli operatori sanitari sono immediatamente intervenuti e mi hanno portato all’ospedale Niguarda. Voglio rassicurare tutti: sto bene e ho firmato per tornare a casa. Hanno provato ancora una volta a intimidirmi, ma anche questa volta non mi fermeranno”, ha raccontato l’inviato del tg satirico di Antonio Ricci.

Il biker in un video pubblicato sul sito della trasmissione ha poi aggiunto ulteriori dettagli: “Sto bene, oggi è andata un po’ così. Mentre documentavo l’ennesimo spaccio in pieno centro di Milano, in zona Porta Venezia fiumi di cocaina e ho documentato quasi settanta spacciatori che sotto gli occhi di tutti vendono morte. A un certo punto hanno iniziato a lanciare pietre, bottiglie e per evitare che qualcuno si facesse male mi sono allontanato. Si sono organizzati e sono arrivati di colpo, mi hanno rubato l’attrezzatura, hanno preso il bastone e mi hanno colpito alla mascella. Hanno cercato di intimorirmi ma andremo avanti perché la droga è una merda

Non è la prima volta che Brumotti finisce nel mirino degli spacciatori con minacce e aggressioni, era già successo a Pescara nel quartiere “Ferro di Cavallo” ma anche a Monza e Palermo. La scorsa settimana con la sua bici si era recato nel fortino della droga di via Gorla a Milano, vicino ai Navigli, e non era stato accolto nel migliore dei modi. Sui social sono arrivati numerosi messaggi di solidarietà: “Ho mandato un messaggio all’amico Brumotti, aggredito più volte a Milano da spacciatori di droga e di morte, difesi dai balordi dei centri sociali. Forza Vittorio!”, ha scritto su Twitter il leader della Lega Matteo Salvini.


loading...

Check Also

Morte Viviana Parisi, terminata l’autopsia: il risultato purtroppo non lascia indicazioni utili agli investigatori

(ANSA) L’autopsia, cominciata dopo le 18 nell’obitorio dell’ospedale Papardo di Messina, ha visto la partecipazione anche …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *