Home / NEWS / “Ficcatela nel cu**” Circondata dalla gente, finisce malissimo per l’inviata in diretta Tv

“Ficcatela nel cu**” Circondata dalla gente, finisce malissimo per l’inviata in diretta Tv

Terrore in diretta a Stasera Italia: una troupe del programma di Rete 4 è stata aggredita nel corso della puntata in onda sabato 23 maggio. L’inviata Marilena Vinci era al quartiere San Lorenzo a Roma, per documentare la movida nella Fase 2. Ma tutto è precipitato prima del collegamento: “Ci hanno aggredito e ci hanno intimato di allontanarci – ha annunciato la Vinci – ci hanno spaccato il faretto della telecamera. Là c’è un assembramento di persone che bevono”. Veronica Genitli, spaventata, ha consigliato alla giornalista di allontanarsi: “Per favore, mettiti in sicurezza, preferirei che tu andassi via”. Ma al secondo collegamento le cose sono andate anche peggio. La Vinci è stata circondata e un balordo le ha urlato: “Ficcatela nel cu*** la telecamera. Guadagnare due spicci cosi, vergogna”. Il tutto perché stava facendo notare come venissero violate le leggi sugli assembramenti. A quel punto la linea è tornata definitivamente in studio. Meglio interrompere quel tipo di indagine sul campo.

loading...

Check Also

“La montagna è venuta giù”. Una frana in un impianto: 113 morti, oltre 200 feriti

Myanmar, frana in una miniera di giada: 113 morti Una ondata di fango ha invaso …

Un commento

  1. I giornalisti sono dei MENTITORI PROFESSIONISTI, gente PAGATA per MENTIRE, questa menzognera se ne va in giro a controllare che le imposizioni del governo, tanto autoritarie quanto dementi ed inutili, vengano osservate.
    Questa serva, con i suoi “reportage” ansiogeni ed allarmisti, ci vorrebbe convincere che il REATO di ASSEMBRAMENTO (!) sia il peggiore dei crimini, perchè il lavoro di questa serva, non è fare giornalismo, ma fare PROPAGANDA per questo DEMENZIALE REGIME AUTORITARIO.
    Il “reato” di ASSEMBRAMENTO è presente SOLTANTO nei regimi totalitari, nei governi che hanno paura del popolo.
    La serva è agl’ordini di Berlusconi, ma non cambierebbe nulla se fosse in RAI o lavorasse per gli Elkan: TUTTI i grandi media sono solo PROPAGANDA DI REGIME.
    Di buono, c’è che il Popolo crede sempre meno a questi bugiardi che in cambio di “due spicci” ingannano la gente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *