Home / CURIOSITA / Una è la moglie dell’ex ministro di Berlusconi, l’altra del campione di Formula 1: ricordate le indimenticate Ragazze Cin-cin? Ecco cosa fanno adesso

Una è la moglie dell’ex ministro di Berlusconi, l’altra del campione di Formula 1: ricordate le indimenticate Ragazze Cin-cin? Ecco cosa fanno adesso

di Roberto Alessi per Libero

Chiamo Umberto Smaila e mi dice: «Mediaset Extra ha rimesso in onda il mio Colpo Grosso con le ragazze Cin cin in topless, il programma che ha reso quasi ciechi milioni di italiani e son passati trent’ anni». Esordì nel 1987 e fece scandalo.
In tanti si chiedono che fine abbiano fatto le ragazze Cin cin. Molte hanno preso la strada del cinema apparendo in film vietati ai minori, altre hanno imboccato la strada dell’ hard mentre le più fortunate si sono accasate. Comunque tutte sono felici, toccando ferro.

Una certa Debora Vernetti è stata spogliarellista con il fantasioso nome di Orbetella, poi ha recitato in Paprika di Tinto Brass e in alcuni film per la tv negli anni ’90.
Esther “Amy” Kooiman, la “ciliegia” delle Ragazze Cin Cin (ognuna aveva il nome di un frutto) ha osato di più ed è diventata celebre come pornostar con il nome d’ arte di Zara White. Altra strada ha preso la fotomodella svedese Jasmine Lipovsek, ha sposato il pilota di Formula 1 Ivan Capelli, ma ora è legata al grande industriale farmaceutico Sergio Dompè e, mi dicono, che sono pazzi d’ amore. Ed è pazza d’ amore anche Patrizia Zea, altra splendida ex ragazza Cin cin, che è la seconda moglie di Paolo Romani, che fu ministro nel 2010 del governo Berlusconi. Sul fronte dell’ eros una volta ci accontentavamo di poco, oggi il programma fa solo tenerezza, ma nella mente dei ragazzi che ai tempi lo guardavano c’ erano ben altri pensieri. Per ricordo sono rimasti loro gli occhiali.

loading...

Check Also

Il Castello delle Cerimonie: quanto costa un matrimonio da Imma Polese

Un tempo si chiamava ‘Il Boss delle Cerimonie’ ma poi, dopo la scomparsa di Don …

Un commento

  1. Gianmaria Framarin

    E’ pur vero che la donna bella punta al soldo, e quindi spesso “a destra” (a sinistra ce l’hanno eccome i soldi, ma devono nasconderlo…), ma è anche vero che la destra berlusconiana – criticabile su mille aspetti – è stata l’area politica più erotica del nostro Parlamento.
    Non poteva esserlo la “destra sociale” neo-fascista o sovranista, non poteva esserlo la Lega sia di Bossi sia di Salvini, due forze “di protesta” (almeno in apparenza)… l’eros per germogliare deve trovare tranquillità e scioltezza, niente protesta o tensione, l’eros (lo dico e lo sostengo) è di destra, della destra conservatrice liberale e, in qualche modo, aristocratica. Lì dove regna la tranquillità economica.
    A sinistra non c’è l’eros, c’è “la libbbertà sessuale”, il sesso promiscuo, oppure il moralismo delle femministe e dei bacchettoni catto-comunisti.

Rispondi a Gianmaria Framarin Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *