Home / NEWS / “PRESTO VENITE, STANNO RAPINANDO GALEAZZI” Panico nel condominio alla vista di un uomo mascherato con una borsa piena di attrezzi. Le risate dei Poliziotti quando scoprono cosa era accaduto per davvero

“PRESTO VENITE, STANNO RAPINANDO GALEAZZI” Panico nel condominio alla vista di un uomo mascherato con una borsa piena di attrezzi. Le risate dei Poliziotti quando scoprono cosa era accaduto per davvero

Sofia Unica per www.leggo.it

Lo hanno scambiato per un rapinatore, era invece un tecnico della Tim, intervenuto per un guasto alla linea internet. I condomini stanchi dei furti, delle rapine al sonnifero e delle truffe agli anziani door to door che nella zona sono molto frequenti ed insospettiti da quell’operaio, con la maglia rossa, la mascherina e la borsa degli attrezzi in mano, hanno chiamato i carabinieri. Sul posto sono intervenute quattro pattuglie che dopo averlo fermato per un controllo lo hanno identificato e chiarito l’equivoco.

La pattuglia lo ha fermato sulle scale di un elegante condominio in via cortina d’Ampezzo dove abitano vip ed attori. Una scena surreale, da film comico si e vissuta l’altro pomeriggio a casa del giornalista televisivo Giampiero Galeazzi. Erano giorni che il telefono ed il collegamento alle rete del Bisteccone della televisione italiana non funzionava ed andava a rilento.

Il cronista sportivo, comparso per l’ultima volta in televisione a maggio dello scorso anno intervistato da Mara Venier a Domenica In, costretto su una sedia a rotelle per una grave forma di diabete, ha provato a risolvere il problema tramite il call center della societa telefonica senza pero riuscire a risolvere il guasto. L’operatore dopo vari tentativi di ripristinare il servizio da remoto ha concordato con la moglie di Galeazzi l’appuntamento con un tecnico specializzato che da li a poco sarebbe andato di persona a risolvere le noie tecniche.

Cosi e stato ma dopo aver citofonato al campanello di Giampiero Galeazzi, qualche vicino che era dietro le finestre ha pensato bene di chiamare il 112 perche quell’uomo, secondo il telefonista si aggirava con fare e con piglio sospetto. Le autoradio sono state subito fatte convergere in via Cortina d’Ampezzo, dove mentre scendeva le scale hanno visto uscire l’operaio che aveva terminato la riparazione. Quest’ultimo si e subito qualificato ed ha spiegato le ragioni per cui si trovava nel cortile dell’abitazione esibendo agli investigatori il tesserino di riconoscimento, la lettera d’incarico della Tim per l’intervento e la richiesta fatta proprio dalla Giampieto Galeazzi, che nel frattempo poteva di nuovo navigare su internet perche la rottura era stata puntualmente riparata dall’incaricato Tim.

loading...

Check Also

“Buffoni!”. Flavio Briatore, furia contro Giuseppe Conte: “I soldi? Ecco a chi li dovete dare”

Flavio Briatore attacca il governo Conte. Lo fa in collegamento dalla sua casa di Montecarlo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *