Home / NEWS / CONTE SEMPRE PIU’ SENZA VERGOGNA! Si rimangia anche la promessa che finito il mandato sarebbe tornato al suo lavoro di avvocato

CONTE SEMPRE PIU’ SENZA VERGOGNA! Si rimangia anche la promessa che finito il mandato sarebbe tornato al suo lavoro di avvocato

Il premier Giuseppe Conte ci ha preso gusto: “Non lascerò la politica alla fine del mio mandato”. In un colloquio con Repubblica, l’avvocato pugliese capace nel giro di poco più di un anno e mezzo di guidare due governi, uno con dentro la Lega e il secondo con il Pd, alle fine lo ammette: “Dopo questo mio intenso coinvolgimento, non vedo un futuro senza politica”.  


Sabato, nella conferenza stampa di fine anno, aveva respinto quasi con sdegno l’ipotesi di un Conte-Ter. Oggi non ha cambiato idea, ma corregge in parte il tiro: “Io penso al presente e non al mio futuro. Iniziare a ragionare sul proprio futuro quando si ha un incarico così rilevante rischia di creare una falsa e distorta prospettiva. Una prospettiva che può insinuarsi nella mente come un tarlo e finisce per distrarre o peggio per condizionare le scelte e le decisioni che si è chiamati ad assumere (del tipo: non si pensa più se una tale decisione è giusta ma se conviene per il proprio futuro personale…)”.

“Per mia igiene mentale – assicura il premier – rimango concentrato sul presente su come posso riformare il paese e renderlo migliore senza pensare al mio futuro”. “Non mi vedo novello Cincinnato che mi ritraggo e mi disinteresso della politica. Ma la politica non è solo fondare un partito o fare il leader di partito o fare competizioni elettorali. Ci sono mille modi per partecipare alla vita politica e dare un contributo al proprio paese”. “Qualsiasi contributo mi troverò a dare sarà comunque in linea con la mia inclinazione che sabato ho esplicitato: sono un costruttore, non sono divisivo”. Proviamo a tradurre: al di là della poltrona da premier, per fare politica in Italia ci sono molti altri modi. Ministro, presidente di una partecipata o, magari, della Repubblica.

loading...

Check Also

LO VOGLIONO ANCORA A PROCESSO PER UNA NAVE CHE DOVEVA ANDARE A MALTA! Nessuno racconta le verità sulle nuove infami accuse a Salvini

Fiorenza Sarzanini per www.corriere.it «La Open Arms doveva andare in Spagna o a Malta, ma il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *