Home / NEWS / NON COLLABORA, E’ COSI’ SPIETATA DA COPRIRE I KILLER: Luca sacchi, il tradimento infame della fidanzata

NON COLLABORA, E’ COSI’ SPIETATA DA COPRIRE I KILLER: Luca sacchi, il tradimento infame della fidanzata

“Fredda e professionale” con i pusher. Così i pm romani definiscono Anastasiya Kylemnyk, la fidanzata di Luca Sacchi coinvolta nell’omicidio di Roma avvenuto lo scorso 24 ottobre e ora indagata per spaccio di droga. Quella notte nella sua borsa c’erano 70mila euro che avrebbe dovuto usare per comprare sostanze stupefacenti e che sono diventati l’obiettivo dei due assassini del personal trainer romano. Secondo i pm, la 25enne ucraina ha fornito una prima versione dei fatti non verosimile. Luca non è stato ucciso perché avrebbe difeso la sua fidanzata, dunque. Soprattutto, scrive il Messaggero, dalle carte delle indagini emerge una verità sconvolgente: di fronte alla tragedia, Anastasiya avrebbe fatto “una scelta spietata”, cioè “preservare le relazioni criminali” invece di aiutare i carabinieri ad “assicurare alla giustizia gli autori del delitto del fidanzato”. 

In sostanza, la Kylemnyk starebbe “coprendo qualcuno“, travolta e stregata nella sua carriera criminale dalla “prospettiva di facile arricchimento” e dal “mondo della malavita”. Per questo si sarebbe adoperata “in prima persona” nell’acquisto di marijuana e sarebbe finita, è il sospetto, in un giro più grande di lei, partecipando direttamente “alla delicata fase dello scambio” denaro-droga. Uno scambio che ha coinvolto anche il fidanzato, in maniera letale. 

loading...

Check Also

“Non so nemmeno chi sei” Un Cacciari strepitoso così liquida come merita il pennivendolo che pretende di fargli la lezioncina

Da liberoquotidiano.it Massimo Cacciari contro Stefano Feltri, direttore de Il Domani. Terreno di scontro Otto e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *