Home / NEWS / SE ACCETTA LA SFIDA, LO SFONDA: Conte, così la feccia rossa se la fa sotto dopo l’invito di Salvini di un faccia a faccia in tv

SE ACCETTA LA SFIDA, LO SFONDA: Conte, così la feccia rossa se la fa sotto dopo l’invito di Salvini di un faccia a faccia in tv

È la settimana dei confronti televisivi. O meglio, del confronto televisivo: quello tra Matteo Salvini e Matteo Renzi che si è consumato martedì sera a Porta a Porta, arbitro su Rai 1 Bruno Vespa. Un duello tv che, in qualche misura, è al centro del retroscena tratteggiato da Augusto Minzolini su Il Giornale. Un lungo articolo in cui vengono narrate la manovre del “democristiano” Giuseppe Conte, impegnato a fare scouting tra i banchi di Forza Italia, obiettivo liberare la maggioranza M5s-Pd dal potere di veto che Renzi può esercitare creandosi una sorta di gruppetto parlamentare. Ad oggi, infatti, Italia Viva ha i numeri per far crollare il governo quando e come vuole.

E il duello tv torna al centro del retroscena perché Renzi, secondo quanto riportato da Minzolini, commentando le manovre in salsa azzurra di Conte, si sarebbe lasciato andare con i suoi. Parole pesantissime, quelle dell’ex rottamatore: “Conte così disegna la sua morte – premette riferendosi agli abboccamenti con Forza Italia -. E determina l’avvento di un altro governo. Se lui diventa il capo di un gruppetto (con i forzisti, ndr), come me, si mette a mio pari. E in tv Matteo Salvini lo sfonda”, conclude Renzi. Già, “Salvini in tv lo sfonda“. Queste le parole che avrebbe detto ai suoi fedelissimi. Parole con le quali demolisce Conte e, in controluce, esalta proprio la figura del leader della Lega. Lo stesso Salvini con cui, si sussurra (ma è molto più di un sussurro), ha un punto in comune: voler far fuori il premier-bis Giuseppe Conte…

loading...

Check Also

“Non so nemmeno chi sei” Un Cacciari strepitoso così liquida come merita il pennivendolo che pretende di fargli la lezioncina

Da liberoquotidiano.it Massimo Cacciari contro Stefano Feltri, direttore de Il Domani. Terreno di scontro Otto e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *