Home / NEWS / FERMI TUTTI! LA CAPITANA? PARE NON ABBIA NEMMENO LA PATENTE NAUTICA: dalla laurea al curriculum, in rete non c’è alcuna conferma dei prodigi che decantano i giornaloni

FERMI TUTTI! LA CAPITANA? PARE NON ABBIA NEMMENO LA PATENTE NAUTICA: dalla laurea al curriculum, in rete non c’è alcuna conferma dei prodigi che decantano i giornaloni

In rete abbiamo scovato questa ricerca. Solitamente, come diceva un vecchio e saggio politico, a pensar male si commettono tanti peccati, ma quasi sempre ci si azzecca.

Ecco cosa abbiamo scovato. Vediamo se qualcuno è in grado di aggiungere notizie ed informazioni:

CHI È LA COMANDANTE RASTONA DELLA SEA WATCH 3?

Carola Rackete è tedesca, di famiglia ricca, ha 31 anni, si dice conosca quattro lingue (spagnolo, francese, russo, inglese) oltre quella materna (tedesco).

Facendo una ricerca su LinkedIn la sedicente Carola dichiara di essersi laureata in scienze nautiche all’università di Jade nel 2011 e abbia conseguito un master in conservazione dell’ambiente presso l’università inglese di Edge Hill.

L’oggetto della sua tesi è un tema assai curioso: i nidi degli albatros.

Nel 2014, per 8 mesi, la sedicente Carola dichiara di aver lavorato nel Parco Naturale della Kamchatka dove dice di aver fatto un po’ di tutto: dalla guida per bambini e turisti alla manutenzione logistica di alcune attrezzature tipo tagliaerba e generatori elettrici.

Carola dichiara che all’età di 23 anni era già al timone di una nave a spaccare il ghiaccio del Polo Nord per uno dei maggiori istituti oceanografici tedeschi: l’Alfred Wegener Institute.

A 25 anni era già diventata secondo ufficiale a bordo della Ocean Diamond, mentre due anni dopo riveste lo stesso ruolo nella Arctic Sunrise di Greenpeace.

Appena trentenne comanda piccole barchette per escursioni nelle isole Svalbard, nel mare Glaciale Artico.

Carola collabora con la Sea-Watch dal 2016. In passato ha lavorato anche con la flotta della British Antartic Survey e nell’estate del 2018 ha navigato nelle acque gelate dell’arcipelago della Terra di Francesco Giuseppe.

Infine l’arrivo nel Mediterraneo dove, dice svolgersi la sua esperienza più dura al timone, sia sul piano tecnico che su quello umano e politico.

Carola dichiara sul Twitter della ONG SEA WATCH perché stranamente non possiede un account proprio in nessun social: “Ho deciso di entrare in porto a Lampedusa. So cosa rischio ma i 42 naufraghi a bordo sono allo stremo. Li porto in salvo”.

🔴 ATTENZIONE A CIÒ CHE VI DICIAMO ORA

Sono giorni che cerchiamo materiale su questa sedicente comandante, ma di lei non esiste traccia. Nemmeno le nostre fonti estere la conoscono né hanno mai sentito parlare di lei.
I giornali tedeschi e olandesi la ignorano volutamente. Sui social non esiste un suo profilo, una sua storia, insomma niente. Carola Rackete pare essere comparsa dal nulla. Ma c’è un problema più grosso. Il suo nominativo non si trova nemmeno nei registri dell’universitá di Jade. Ciò che per noi poi è ancora peggio è che non risulta nei database dei registri nautici in Germania. Pare dunque che la sedicente Carola Rackete non abbia mai conseguito nemmeno la patente nautica per poter condurre un gommone di potenza superiore ai 40 CV, figuriamoci se una così può condurre una imbarcazione da diporto superiore ai 24 metri per la quale ottenere la patente non è difficile, ma di più. Segnaliamo poi che nell’ambiente nautico, prettamente maschilista e conservatore di certe tradizioni, alla stregua di quello aeronautico di linea, per una giovane ragazza è praticamente impossibile diventare capitano e ottenere il comando.

Dunque ci siamo chiesti chi sia veramente questa Carola Rackete? Non è che forse è solo una millantatrice?

Esibisca i documenti, prego!

 

loading...

Check Also

“ADESSO CAPITE IL PERCHE’ DI TUTTI QUEI NO?” Salvini, svelato il terribile sospetto che lo ha portato a chiedere elezioni anticipate

Salvini, adesso capisco tutti quei no – “Adesso capisco tutti quei no “. L’ha detto il …

3 commenti

  1. Credo che tutto finirà con un contentino per placare gli animi, e salvare la faccia (nostra), un minimo di ammenda.

  2. “La sedicente Carola”… ma nemmeno sapete usare correttamente l’italiano! Madonna, che capre!

  3. Vorrei solamente dire che, Sebbene non approvo quello che ha fatto la collega (sono un marittimo certificato Comandante senza limiti), sono anche contro l’ignoranza di chi crede di sapere ma non si informa, un po’ come chi ha scritto questo signore e dico questo perché se avesse controllato bene sul profilo linked in del Comandante Rackete (e qui spero che altri lettori noteranno il livello di disinformazione dei giornalisti che non sanno che da almeno 5 anni non esiste più il titolo è dico titolo, non grado di capitano se non nell’ambiente militare), si sarebbe accorto che la ragazza ha una certificazione da primo ufficiale di coperta senza limiti (Chief Mate unlimited). Quindi,come disse il buon Oscar Wilde A volte è meglio tacere e sembrare stupidi che aprir bocca e togliere ogni dubbio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *