Home / NEWS / Giustizia infame: sbattuto un anno in galera per errore con l’infamia del narcotraffico. Risarcito? Figuriamoci, cosa gli hanno imposto di pagare

Giustizia infame: sbattuto un anno in galera per errore con l’infamia del narcotraffico. Risarcito? Figuriamoci, cosa gli hanno imposto di pagare

La vita di Diego Olivieri è cambiata radicalmente la notte del 22 ottobre di dieci anni fa, quando ha smesso di essere uno stimato imprenditore conciario per diventare agli occhi del mondo come un potentissimo narcotrafficante. L’accusa della Dia di Roma, Fbi e diverse polizie in Europa e Sud America lo avevano identificato come il terminale in Veneto per il clan Rizzuto. È stato indagato con altri 18 per associazione per delinquere di stampo mafioso, traffico internazionale di stupefacenti e riciclaggio di denaro sporco.

Olivieri si è dovuto fare un intero anno di galera per essere poi assolto con formula piena. Anzi, dopo aver vinto la sua battaglia contro la malagiustizia, si è ritrovato vittima di un’altra incredibile scorrettezza, visto che non sarà indennizzato per l’ingiusta detenzione, anzi dovrà pagare duemila euro allo Stato.

La notte dell’arresto è rimasta viva nella memoria dell’imprenditore, che oggi pubblica un libro intitolato “L’uomo da 600 milioni di dollari”, proprio sulla sua vicenda. Quella sera arrivarono i carabinieri a casa sua con un fasciolo da 164 pagine sbattuto sul tavolo da pranzo, i militari che accennano al giro di cocaina dal Sudamerica a bordo di un container di pellami, suo figlio Christian che cerca di tranquillizzarlo mentre sale sulla gazzella e la figlia, Cristina, incinta della prima bambina e spera sia solo un brutto scherzo.

loading...

Check Also

Clandestini, Al Bano come sempre fuori dal coro dei buonisti: “Oramai passiamo per la nazione che regala soldi a chiunque arrivi”

“L’Italia ormai passa per la Nazione che regala i soldi a chi arri va, basterebbe fare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *