Home / NEWS / Volevano rubare 3 bambini all’oratorio: immigrati arrestati in flagranza dai Carabinieri

Volevano rubare 3 bambini all’oratorio: immigrati arrestati in flagranza dai Carabinieri

Milano, tentano di rapire 3 bimbi in oratorio: arrestati due kenioti
Le vittime stavano per essere portate ma lʼintervento dei genitori ha evitato il peggio

tratto da TgCom24

Due kenioti, fratello e sorella di 38 e 34 anni, sono stati arrestati dai carabinieri di Vimercate (Monza) per tentato sequestro di minori. Domenica la donna avrebbe afferrato tre bambini di 7, 10 e 11 anni nel bar di un oratorio di Carugate (Milano), cercando di portarli all’esterno dove l’attendeva il fratello. Il rapimento è stato vanificato dall’intervento dei genitori dei piccoli. Dopo una breve fuga, i due sono stati fermati dai carabinieri.

L’aggressione è avvenuta attorno alle 18 di domenica e sono stati arrestati dai carabinieri della stazione di Carugate (Milano). I fermati sono due cittadini di origine keniota (presunti fratello e sorella) con l’accusa di aver tentato di rapire tre bambini nell’oratorio di Carugate. La donna africana 38enne avrebbe afferrato per le braccia i bimbi di 7, 10 e 11 anni, tentando di portarli all’esterno ma sarebbe stata bloccata da alcuni genitori presenti che hanno poi chiamato il 112.
La donna, e il fratello 34enne che l’aspettava fuori, sarebbero però riusciti a fuggire a piedi ma sono stati rintracciati e bloccati poco distante dai militari. Entrambi sono accusati di tentato sequestro di persona e sono stati reclusi nel carcere di San Vittore a Milano a disposizione dell’autorità giudiziaria, mentre proseguono gli accertamenti per capire perché i due abbiano agito in questo modo. I due sono regolari sul territorio italiano, incensurati, e vivono nei pressi di Vimercate.

Check Also

Berlusconi, nuova tegola giudiziaria! Chiesti dai Pm 6 anni di condanna per l’ennesimo processo farsa sul caso Ruby

I pm chiedono di condannare Silvio Berlusconi a 6 anni. Arrivano le richieste della Procura di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.