Home / CURIOSITA / Raccoglie cartoline degli Anni 60, poi va alla ricerca degli stessi luoghi: ciò che immortala è sorprendente

Raccoglie cartoline degli Anni 60, poi va alla ricerca degli stessi luoghi: ciò che immortala è sorprendente

Quando il fotografo (ma anche meccanico e scrittore!) Pablo Iglesias Maurer si è imbattuto in una vecchia confezione di fiammiferi, ciò che lo colpì fu l’immagine che riportava in superficie: una fotografia-cartolina che ritraeva un villaggio turistico costruito negli anni Sessanta.
Maurer si domandò che aspetto avesse quel luogo nel presente e, mettendosi sulle tracce di esso, è finito per acquistare una sessantina di cartoline d’epoca e realizzare un bellissimo progetto fotografico sui luoghi abbandonati degli Stati Uniti.

NB. Le immagini gif potrebbero metterci qualche secondo in più a caricarsi, ma ne vale davvero la pena!

I resti della piscina del Grossinger’s Catskill Resort Hotel.

Questa struttura fu operativa dal 1958 al 1986 e nei suoi anni d’oro arrivò a ospitare oltre 150 mila ospiti all’anno.

Un inserviente del bowling del Homowack Lodge, un resort situato nella zona dei Monti Catskill (stato di New York).

La piscina coperta del Grossinger’s Catskill Resort Hotel.

Il pavimento era riscaldato e l’intera struttura era dotata di climatizzazione.

Questa invece è la piscina olimpionica esterna. All’epoca della sua costruzione (1949) costò 400 mila dollari, più o meno 5 milioni di dollari del mercato attuale.

Le cabine e i punti ristori sono andati da tempo…

La moquette nella sala da pranzo di questo resort di Poconos è stata completamente sopraffatta dal muschio.

Come appariva la pista del bowling di Homowack ai tempi in cui l’attività andava bene, tra gli anni Venti e gli anni Sessanta.

La sala del club di tennis del Grossinger.

L’ispirazione per questo scatto è venuta da una cartolina del 1967.

Sul retro c’era scritto: “Cara Jonnie, se fossi qui ti porterei a fare un bel giro a cavallo, oppure potremmo giocare a golf. Stammi bene e a presto, Dr. Waterman”.

Ricostruita negli anni Settanta dopo che un incendio l’aveva distrutta, questa struttura nell’area di Poconos appariva allora piuttosto futuristica.

Questo teatro poteva ospitare fino a 1200 persone. Ora, seppur nel degrado, mantiene in qualche modo il suo splendore.

L’era delle chiacchierate e dei cocktail in questa sala è ormai terminata.

Solo la postazione di vedetta del bagnino ha resistito all’incuria.

La piscina interna del Penn Hills Lodge and Cottages.

L’edificio Jenny G Wing fu uno degli ultimi realizzati all’interno di Grossinger (1964). Fu ideato da un famoso architetto dell’epoca, Morris Lapidus.

Un teatro in un resort abbandonato di Poconos. Qui il sipario si levò per l’ultima volta all’inizio degli anni Novanta.

Alcune delle persone che alloggiarono in questo edificio scrivevano:

“Caro Bernie, non credere che ci siamo dimenticati di te, ma ci stiamo divertendo così tanto qui che metterci a scrivere cartoline sembra un lavoro troppo impegnativo. Questo posto è fantastico, e così pure le persone. Non potremmo essere più felici! Ci vediamo presto! Ti vogliamo bene, Lou e Sheila”.

Ecco quanto sono cambiati questi luoghi nell’arco di cinquant’anni… Ne ricordate qualcuno della vostra infanzia? Sapete in che condizioni versa ora? Potreste prendere spunto da questo lavoro per andare a scoprirlo!

 

ISCRIVITI ALLA NUOVA PAGINA FACEBOOK (CLICCA QUI) 

loading...

Check Also

La riconoscete? A 41 anni ha ancora un fisico statuario e continua a turbare il sonno degli italiani

Le vacanze in Salento sono finite, e Maddalena Corvaglia dà l’addio all’estate con un ultimo tuffo in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *