Home / NEWS / TAGLIO DEI VITALIZI? UNA DOPPIA BEFFA: QUALCUNO LO PRENDERA’ ANCORA PIU’ ALTO, MENTRE NESSUNO HA TOCCATO QUESTE “SUPER PENSIONI”

TAGLIO DEI VITALIZI? UNA DOPPIA BEFFA: QUALCUNO LO PRENDERA’ ANCORA PIU’ ALTO, MENTRE NESSUNO HA TOCCATO QUESTE “SUPER PENSIONI”

Il taglio ai vitalizi degli ex parlamentari? Abbiamo scherzato. La verità, certificata da un calcolo dell’Inps, è che il paradosso della legge Richetti approvata mercoledì alla Camera (ma che potrebbe essere bocciata al Senato, dove la maggioranza non ha i numeri) è che 117 ex onorevoli della “Casta” potrebbero ritrovarsi un assegno ancora più pesante. Altro che sforbiciata, come ricorda anche il Messaggero si rischia l’aumento. Il ricalcolo contributivo dei vitalizi favorirebbe tutti quegli onorevoli che hanno attraversato più legislature.

 

 

I decani, insomma, o i “dinosauri” come molti li chiamano, i protagonisti di Prima e Seconda Repubblica, da Arnaldo Forlani (6.000 euro al mese attuali) a Publio Fiori (per lui 10mila euro). Vero è che il vitalizio medio scenderebbe da 56.830 euro annui a 33.568 lordi, comunque poca roba nel computo generale delle spese della Camera la cui voce di uscita maggiore sono le superpensioni dei dipendenti, roba da 400 milioni di euro l’anno.

 

ISCRIVITI ALLA NUOVA PAGINA FACEBOOK (CLICCA QUI) 

loading...

Check Also

Bollette luce e gas, finalmente una buona notizia: così arriveranno gli sconti automatici per tutte le famiglie con problemi economici

Dal primo gennaio 2021 per chi vive in condizioni di disagio economico sono in arrivo sconti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *