www.mag24.es http://www.mag24.es MAG24 La Nuova Informazione Indipendente Sun, 21 Oct 2018 17:46:08 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.8 Renzi non conosce la vergogna: “Foa è un bugiardo, una fake news vivente. Schede segnate per la sua elezione” http://www.mag24.es/2018/10/21/renzi-foa-fake-news/ http://www.mag24.es/2018/10/21/renzi-foa-fake-news/#respond Sun, 21 Oct 2018 16:37:46 +0000 http://www.mag24.es/?p=84550 Durissimo j’accuse pronunciato dal senatore Pd, Matteo Renzi, contro il presidente della Rai, Marcello Foa, nel suo discorso di chiusura della nona edizione della Leopolda. Renzi menziona la discussa intervista rilasciata da Foa al quotidiano israelianoHaaretz (“L’intera delegazione del Pd, ha ricevutofinanziamenti dal miliardario George Soros“): “Il presidente della Rai è un bugiardo, è una fake news vivente, è una fake news che cammina. E’ una vergogna che non ci sia nessuno che abbia il coraggio di dirlo. Io non ho paura.Non invitatemi alle trasmissioni, c’è un popolo che sta con noi comunque. E ve lo dice in faccia: il presidente della Rai un bugiardo. Chiedo agli europarlamentari del Pd di denunciare per calunnia e diffamazione domani mattina il presidente della Rai. Vergogna!”.

E aggiunge: “Il presidente della Rai dovrebbe essere il presidente di tutti. Stiamo chiedendo da settimane che ci facciano vedere le schede della sua elezione, perché abbiamo ragione di chiedere che le schede siano state segnate. E lo dico ai presidenti Casellati e Fico: se avete a cuore i principi di trasparenza dei lavori parlamentari, dovete aprire quelle schede e far vedere se ci sono dei segni sulla elezione di Foa. E’ uno scandalo senza precedenti nella storia dell’informazione italiana. Neanche Berlusconi era arrivato a tanto. Vergognatevi“.
Poi accusa Conte: “Lo direi anche al governo, se solo vi fosse un presidente del Consiglio che non avesse mentito, non solo sul suo curriculum, ma anche sul suo concorso. Noi non sappiamo come sarà come presidente del Consiglio questo premier improvvisato, ma siamo certi che come professore ha mentito sul suo concorso. E allora su ciascuna delle questioni relative al governo di questo Paese noi non ci tireremo mai indietro”.

Renzi chiosa, tra applausi scroscianti e urla inneggianti del pubblico: “Quando mi chiedono con quale titolarità parlo, rispondo che ho la titolarità di senatore eletto della città di Firenze. Ho la titolarità di rappresentare un popolo che non si piega alle fake news. Ho la titolarità di chi ha rinunciato alle poltrone per affermare un ideale. Ho la titolarità di chi crede che la politica sia speranza e non potere. Ho la titolarità del popolo della Leopolda. Vi piaccia o non vi piaccia”.

]]>
http://www.mag24.es/2018/10/21/renzi-foa-fake-news/feed/ 0
“Il Presidente della Repubblica ha troppi poteri” l’attacco frontale di Grillo a Mattarella ed alla sua corte di burocrati venduti http://www.mag24.es/2018/10/21/il-presidente-della-repubblica-ha-troppi-poteri-lattacco-frontale-di-grillo-a-mattarella-ed-alla-sua-corte-di-burocrati-venduti/ http://www.mag24.es/2018/10/21/il-presidente-della-repubblica-ha-troppi-poteri-lattacco-frontale-di-grillo-a-mattarella-ed-alla-sua-corte-di-burocrati-venduti/#respond Sun, 21 Oct 2018 15:42:30 +0000 http://www.mag24.es/?p=84547 ITALIA 5 STELLE: GRILLO CON ‘MANINA’ SU PALCO CIRCO MASSIMO

(ANSA) – Beppe Grillo durante il suo discorso show al Circo Massimo tiene in una mano il microfono, nell’altra una “manina” di un manichino.

GRILLO, NESSUNO METTE IN DIFFICOLTÀ DI MAIO TRANNE ME

 (ANSA) – Noi abbiamo cambiato il mondo…guardate a Conte cosa è successo in in 4 mesi, era un cazzo di professorino, che faceva l’esegesi del diritto e ora è qui, cazzo.. noi cambieremo il mondo”. Lo afferma Beppe Grillo dal palco di Italia 5 Stelle soffermandosi poi sul leader del Movimento Luigi Di Maio. “Nessuno mette in difficoltà Di Maio, solo io posso farlo, perché so tutte le cose vere ma non le dirò mai”.

GRILLO, DOVREMMO TOGLIERE POTERI AL CAPO DELLO STATO

 (ANSA) – “Dovremmo togliere i poteri al capo dello Stato, dovremmo riformarlo. Il vilipendio… un capo dello Stato che presiede il Csm, capo delle forze armate. Non e’ più in sintonia col nostro modo di pensare”. Lo afferma Beppe Grillo dal palco di Italia 5 Stelle parlando della vicenda in cui è stato accusato di vilipendio.

ITALIA 5 STELLE: GRILLO SUL PALCO, ACCLAMATO DA FOLLA

(ANSA) – Beppe Grillo ha iniziato il suo intervento dal palco di Italia a 5 Stelle al Circo Massimo acclamato dalla folla. Il suo discorso show è continuamente intercalato dagli applausi e dalle risate dei militanti a 5 Stelle.

GRILLO,M5S DIVERSO DA SALVINI MA LUI MANTIENE PAROLA

(ANSA) – Matteo Salvini è “uno che dice una cosa e la mantiene. L’etica della politica è la lealtà, e oggi è un miracolo della politica. Poi siamo strutturalmente come Dna diversi”. Lo afferma Beppe Grillo dal palco di Italia 5 Stelle.

GRILLO, SINISTRA MORTA, MONDO CAMBIA

 (ANSA) – “Questa sinistra è morta con questi intellettuali perché è diventata una cosa noiosa”. Lo ha detto Beppe Grillo dal palco del Circo Massimo. “Il mondo sta cambiando”, ha aggiunto.

GRILLO IRONICO,MAMMA SALVINI POTEVA PRENDERE PILLOLA

(ANSA) – Beppe Grillo cita Salvini e dalla platea del Circo Massimo parte qualche fischio. E Grillo racconta il “suo” aneddoto. “Io non lo conoscevo Salvini, l’ho incontrato una volta in aeroporto, e io ero già “l’Elevato” e Salvini percepiva questa potenza emanava il mio fisico come razza superiore alla sua…Allora lui si è avvicinato, timido, e mi ha detto “signor Grillo c’è mia mamma al telefono la potrebbe salutare? Io a lei ho detto “signora perché non ha preso la pillola quel giorno?”, afferma Grillo imitando Salvini con voce balbettante.

 

GRILLO, PER MACRON LEBBROSI? E’ PIENO DI PSICOPATICI

(ANSA) – “Io non ho più paura di nessuno, sono anziano, vedo malati di mente, qui è pieno di psicopatici, come Macron, che ci danno dei lebbrosi. Ma la lebbra pazienza, che volete che sia, io mi tolgo due crosticine, vado a Parigi e gliele tiro”. LO afferma Beppe Grillo dal palco di Italia 5 Stelle.

GRILLO, AGENZIE RATING NON CI FANNO PAURA

(ANSA) – Le agenzie di rating? “Non ho più paura di nessuno e tantomeno di questi malati”. Lo ha detto Beppe Grillo in un lungo discorso al circo Massimo dove ha attaccato le agenzie internazionali di rating

GRILLO, DEBITO NON È UNA COLPA, GERMANIA MAI PAGATO

(ANSA) – “Con il debito ci sono due significati il debito e la colpa. Io non mi sento in colpa, il debito non deve creare una colpa, perché se dovesse creare una colpa la Germania nel 1953 doveva pagare e invece non ha pagato”. Lo afferma Beppe Grillo dal palco di Italia 5 Stelle

]]>
http://www.mag24.es/2018/10/21/il-presidente-della-repubblica-ha-troppi-poteri-lattacco-frontale-di-grillo-a-mattarella-ed-alla-sua-corte-di-burocrati-venduti/feed/ 0
“Hai massacrato gli italiani e ora farai questa fine” così Salvini asfalta Renzi dopo gli insulti della Leopolda http://www.mag24.es/2018/10/21/hai-massacrato-gli-italiani-e-ora-farai-questa-fine-cosi-salvini-asfalta-renzi-dopo-gli-insulti-della-leopolda/ http://www.mag24.es/2018/10/21/hai-massacrato-gli-italiani-e-ora-farai-questa-fine-cosi-salvini-asfalta-renzi-dopo-gli-insulti-della-leopolda/#respond Sun, 21 Oct 2018 14:40:43 +0000 http://www.mag24.es/?p=84544 Dal palco della Leopolda 2018, Matteo Salvini si è sentito insultare addirittura dall’ex segretario del Pd, Matteo Renzi, che ha definito “cialtroni” gli esponenti del governo che “stanno mettendo in pericolo l’Italia”. A stretto giro il ministro dell’Interno ha risposto in poche ed essenziali parole: “Ma il Renzi che mi insulta e mi dà del cialtrone è lo stesso che ha governato per anni, ha massacrato gli italiani ed è stato licenziato dagli elettori? Buona Leopolda di opposizione, ne farà altre per i prossimi vent’anni”.

]]>
http://www.mag24.es/2018/10/21/hai-massacrato-gli-italiani-e-ora-farai-questa-fine-cosi-salvini-asfalta-renzi-dopo-gli-insulti-della-leopolda/feed/ 0
Voglio il divorzio!” dice un tale al suo legale. “Perché?” gli chiede l’avvocato.“Mia moglie mi ha dato dell’imbecille!” gli rispond http://www.mag24.es/2018/10/21/voglio-il-divorzio-dice-un-tale-al-suo-legale-perche-gli-chiede-lavvocato-mia-moglie-mi-ha-dato-dellimbecille-gli-rispond/ http://www.mag24.es/2018/10/21/voglio-il-divorzio-dice-un-tale-al-suo-legale-perche-gli-chiede-lavvocato-mia-moglie-mi-ha-dato-dellimbecille-gli-rispond/#respond Sun, 21 Oct 2018 14:05:52 +0000 http://www.mag24.es/?p=84541 Voglio il divorzio!” dice un tale al suo legale.
“Perché?” gli chiede l’avvocato.“Mia moglie mi ha dato dell’imbecille!” gli risponde.
“Da solo non mi sembra un valido motivo, mi dica esattamente come sono andate le cose.”
“L’altro giorno, sono tornato a casa prima del solito e l’ho trovata a letto con un tipo.
Le ho urlato: che cosa stai facendo, Elvira?!?!
E lei mi ha risposto:
Ma non lo vedi imbecille!”

]]>
http://www.mag24.es/2018/10/21/voglio-il-divorzio-dice-un-tale-al-suo-legale-perche-gli-chiede-lavvocato-mia-moglie-mi-ha-dato-dellimbecille-gli-rispond/feed/ 0
“Vai in fondo perchè sei nero?” Le telecamere del bus smascherano l’ennesima BUFALA propinata dalla stampa di regime http://www.mag24.es/2018/10/21/vai-in-fondo-perche-sei-nero-le-telecamere-del-bus-smascherano-lennesima-bufala-propinata-dalla-stampa-di-regime/ http://www.mag24.es/2018/10/21/vai-in-fondo-perche-sei-nero-le-telecamere-del-bus-smascherano-lennesima-bufala-propinata-dalla-stampa-di-regime/#respond Sun, 21 Oct 2018 12:58:15 +0000 http://www.mag24.es/?p=84538

La storia del ragazzo nero vittima di razzismo sul Flixbus di Trento, pare smontarsi di ora in ora.

La vicenda era venuta fuori sui social e sui giornali con il solito grande sdegno e vigore ma le indagini delle forze dell’ordine sembrano rivelare un’altra verità.

Il giovane africano, salito sul bus verde, secondo quanto scritto da una ragazza sui social sarebbe stato costretto da una signora anziana a sedersi in fondo al bus per via del colore della sua pelle.

“Sei nero, qui non puoi sederti”.

Questa più o meno la frase che ha viaggiato su tutti i media per tre giorni con relative reazioni più o meno forti (qualcuno proponeva punizioni fisiche per la donna) dei paladini della giustizia su internet.

La cosa grave è che tutto questo è stato amplificato dai giornali cartacei e online.

Dalla visione dei video sta emergendo invece tutt’altro.

Il giovane, infatti, pare che non parlasse l’italiano e che stesse provocando un ritardo poiché non comprendeva le spiegazioni dell’autista.

Il ragazzo senegalese voleva sedersi nei primi posti del bus che invece sarebbero riservati a chi paga un sovrapprezzo, quindi il suo biglietto non era valido per quella zona.

Con l’ausilio degli agenti delle forze dell’ordine, alla fine il giovane è andato a sedersi dietro e non avrebbe parlato con nessuno dei passeggeri, quindi il cambio di posto non aveva nessuna motivazione razziale né alcuno gli avrebbe rivolto frasi razziste.

Una storia, quelle delle bufale razziste, che spesso porta a grandi casi che poi si sgonfiano puntualmente (esempio, l’uovo che colpì un’atleta italiana usato per propaganda politica).

Naturalmente, tutto ciò è coinciso con gli ultimi giorni di campagna elettorale in Trentino e con l’arrivo di Salvini in città (condito da atti vandalici), in maniera che qualcuno potesse urlare al razzismo, fenomeno che ormai esiste in percentuali risibili.

Siccome a una parte politica in difficoltà mancano argomenti, serve uno slogan da urlare, mentre ad altri idealisti fa comodo qualche storia per avere fama sui social.

Ad avvalorare la tesi della «Bufala» è anche la dichiarazione di chi ha fatto da interprete fra il ragazzo straniero, l’autista e le forze dell’ordine, che appunto smentisce l’episodio di razzismo e di altri testimoni presenti sul bus in quel momento. (vedi sotto).

Intanto il profilo della studentessa Trentina, che con le sue dichiarazione ha fatto finire il Trentino su tutti i media nazionali, è stato oscurato nella tarda serata di ieri.

Quasi 15 mila i commenti, tutti molto critici.

Si scopre anche che la mamma della studentessa è stata una delle maggiori simpatizzanti delle «magliette rosse» pro migranti, e che il padre è consigliere circoscrizionale del PD.

Sotto le sue dichiarazioni postate su facebook.

]]>
http://www.mag24.es/2018/10/21/vai-in-fondo-perche-sei-nero-le-telecamere-del-bus-smascherano-lennesima-bufala-propinata-dalla-stampa-di-regime/feed/ 0
Moody’ che ci declassa? La stessa che patteggiò 864milioni di multa per rating gonfiati http://www.mag24.es/2018/10/21/moody-che-ci-declassa-la-stessa-che-patteggio-864milioni-di-multa-per-rating-gonfiati/ http://www.mag24.es/2018/10/21/moody-che-ci-declassa-la-stessa-che-patteggio-864milioni-di-multa-per-rating-gonfiati/#respond Sun, 21 Oct 2018 12:26:38 +0000 http://www.mag24.es/?p=84535 L’accordo col Dipartimento di giustizia, al quale andranno 437,5 milioni di dollari

La Stampa 14 gennaio 2017

L’agenzia internazionale Moody’s ha patteggiato il pagamento di circa 864 milioni di dollari alle autorità federali e statali Usa per porre fine all’inchiesta nata dall’accusa di aver gonfiato il rating di mutui ipotecari rischiosi negli anni che hanno portato alla crisi finanziaria del 2008-2009.

L’accordo è stato raggiunto col Dipartimento di giustizia, al quale andranno 437,5 milioni di dollari, e con le autorità giudiziarie di 21 stati Usa, più il District of Columbia dove si trova la capitale Washington.

Moody’s, insieme alle altre due grandi agenzie di rating internazionali Standard & Poor’s e Fitch, è dagli anni della crisi nell’occhio del ciclone con l’accusa di aver favorito il terremoto finanziario partito dai mutui subprime per aver assegnato un basso rischio a titoli invece molto rischiosi, a fronte di commissioni incassate molto vantaggiose. Moody’s ha riconosciuto di non aver seguito i suoi standard di giudizio.

]]>
http://www.mag24.es/2018/10/21/moody-che-ci-declassa-la-stessa-che-patteggio-864milioni-di-multa-per-rating-gonfiati/feed/ 0
Espropriare le case agli italiani per darle ai clandestini: questo il progetto di Mimmo Lucano, l’idolo di Saviano, Boldrini e compagnia cantante http://www.mag24.es/2018/10/21/espropriare-le-case-agli-italiani-per-darle-ai-clandestini-questo-il-progetto-di-mimmo-lucano-lidolo-di-saviano-boldrini-e-compagnia-cantante/ http://www.mag24.es/2018/10/21/espropriare-le-case-agli-italiani-per-darle-ai-clandestini-questo-il-progetto-di-mimmo-lucano-lidolo-di-saviano-boldrini-e-compagnia-cantante/#respond Sun, 21 Oct 2018 11:33:51 +0000 http://www.mag24.es/?p=84532 Mimmo Lucano prima di Che tempo che fa: “La proprietà privata non serve”. Matteo Salvini lo massacra

Nel giorno dell’intervista a Che tempo che fa di Fabio Fazio, Mimmo Lucano, l’ex sindaco di Riace finito ai domiciliari per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, per completare il quadro concede un’intervista a Repubblica. Intervista che non è sfuggita a Matteo Salvini, in particolare un passaggio: quello relativo al fatto che, secondo Lucano, “la proprietà privata a Riace non serve“. Il ministro dell’Interno, su Facebook, si scaglia contro il primo cittadino: “In una paginata di intervista alla Repubblica, oggi l’arrestato ex sindaco di Riace, dopo aver confermato che tutto il Sud dovrebbe essere ‘ripopolato’ con immigrati africani, dice che la proprietà privata ‘NON SERVE’, (lui vuole la ‘comune’ anarchica) e che se ha commesso ‘errori’ (leggi: reati) è perché ‘si confonde’…”, scrive Salvini. E ancora: “E questo sarebbe il modello di ‘buongoverno’ che Pd, sinistra, professoroni e giornaloni, presunti intellettuali e artisti nostalgici del comunismo, vorrebbero esportare in tutta Italia? FOLLIA”, conclude Salvini.

]]>
http://www.mag24.es/2018/10/21/espropriare-le-case-agli-italiani-per-darle-ai-clandestini-questo-il-progetto-di-mimmo-lucano-lidolo-di-saviano-boldrini-e-compagnia-cantante/feed/ 0
“Uscire dall’Europa per riconquistare sovranità. Salvini, è ora di agire” Feltri ha le palle per scrivere quello che pensano milioni di italiani http://www.mag24.es/2018/10/21/uscire-dalleuropa-per-riconquistare-sovranita-salvini-e-ora-di-agire-feltri-ha-le-palle-per-scrivere-quello-che-pensano-milioni-di-italiani/ http://www.mag24.es/2018/10/21/uscire-dalleuropa-per-riconquistare-sovranita-salvini-e-ora-di-agire-feltri-ha-le-palle-per-scrivere-quello-che-pensano-milioni-di-italiani/#respond Sun, 21 Oct 2018 11:16:06 +0000 http://www.mag24.es/?p=84529 di Vittorio Feltri per Libero

I nostri governi sono perennemente in conflitto con l’ Europa. Preparano le cosiddette manovre economiche e finanziarie, gran parte di esse a debito, cioè volte ad aumentare il già enorme passivo dello Stato, e si incavolano se la Commissione continentale le boccia. Il rito dei rimproveri Ue si ripete sistematicamente ogni anno, sempre la stessa solfa, le solite ramanzine contro i politici incapaci di tagliare e pronti a spendere soldi che sono costretti a farsi prestare. La Borsa traballa e lo spread (pochi sanno cosa sia e che effetto produca, ma pazienza) sale e allora i responsabili del potere si allarmano e begano tra loro.

Trattasi di spettacolo stucchevole eppure inevitabile. I partiti della maggioranza si scannano, si accusano a vicenda di menare il can per l’ aia, poi però non cambia un tubo. Il deficit seguita a impennarsi per un motivo semplice e drammatico: il Paese, tramite le tasse, incassa assai meno di quanto sperperi e non è in grado di sostenere gli oneri che comportano certi programmi velleitari. In questi giorni le liti più feroci tra alleati riguardano il cosiddetto condono. Dopo aver concordato un documento congiunto, i grillini hanno gridato allo scandalo affermando che il testo del medesimo sia stato manomesso non si sa da chi né perché. Cosicché i leghisti hanno risposto con durezza sostenendo che quelle del Movimento 5 stelle sono tutte panzane.

Al momento si ignora chi abbia torto e chi ragione. Resta il fatto poco rassicurante che tra le due fazioni vi sia un forte attrito che potrebbe sfociare in una rottura clamorosa e, di conseguenza, in una caduta dell’ esecutivo che, comunque, le danneggerebbe entrambe. Cosa che quindi non accadrà, confermando che tra Salvini e Di Maio è stato ed è un matrimonio di interesse, di convenienza e non un rapporto di amorosi sensi. Tireremo avanti con tale governo fino alle elezioni di maggio tra polemiche e manifestazioni di insofferenza. Niente di nuovo, siamo abituati alle scazzottate ministeriali.

Ma torniamo alle dispute con Bruxelles ormai indisponenti. Siamo voluti entrare in Europa? Abbiamo malauguratamente accettato di condividere la moneta unica? Nessuno ci ha obbligato a soggiacere a simili porcate, tuttavia è un fatto che ci siamo lasciati abbindolare dai burocrati e abbiamo ceduto alle loro lusinghe.

A questo punto c’ è poco da protestare. Se desideriamo rimanere membri della comunità dobbiamo rispettarne le regole, pur sbagliate che siano, oppure, con un atto di dignità più che di coraggio, molliamo gli ormeggi e ce ne andiamo via affrontando a viso aperto i rischi che l’ addio implica. Tertium non datur. Vero è che si potrebbe tentare la correzione delle norme iugulatorie in vigore, però sappiamo che sarebbe uno sforzo inutile. Chi non osa, non si sposa. Anziché berciare al vento, Salvini e soci compiano dei passi per riconquistare la nostra sovranità.

 

]]>
http://www.mag24.es/2018/10/21/uscire-dalleuropa-per-riconquistare-sovranita-salvini-e-ora-di-agire-feltri-ha-le-palle-per-scrivere-quello-che-pensano-milioni-di-italiani/feed/ 0
“Non mettere il culo a…” Belen fa vedere tutto in diretta tv? La reazione della De Filippi è epica http://www.mag24.es/2018/10/21/non-mettere-il-culo-a-belen-fa-vedere-tutto-in-diretta-tv-la-reazione-della-de-filippi-e-epica/ http://www.mag24.es/2018/10/21/non-mettere-il-culo-a-belen-fa-vedere-tutto-in-diretta-tv-la-reazione-della-de-filippi-e-epica/#respond Sun, 21 Oct 2018 10:24:44 +0000 http://www.mag24.es/?p=84526 Senza peli sulla lingua, come sempre. Si parla di Maria De Filippi a Tu si que vales, il programma di Canale 5. Già, perché nella puntata di sabato 20 ottobre, la De Filippi ha bacchettato Belen Rodriguez a causa del vestito che indossava mentre si è cimentata a testare una tavola da surf. Vestito molto corto e che lasciava intravedere sostanzialmente tutto. E così, mentre Belen cercava di coprirsi alla bell’e meglio, la De Filippi la ha infilzata: “Belen con te è sempre un casino, le tette, le mutande…“. Infine, la bordata finale: “Non mettere il culo a pizzo“. E la Rodriguez? Ha accolto il rimprovero con una sonora risata.

 

 

]]>
http://www.mag24.es/2018/10/21/non-mettere-il-culo-a-belen-fa-vedere-tutto-in-diretta-tv-la-reazione-della-de-filippi-e-epica/feed/ 0
“Il declassamento di Moody’s? Non me ne frega nulla”- Così Savona smonta le balle dei media di regime http://www.mag24.es/2018/10/21/il-declassamento-di-moodys-non-me-ne-frega-nulla-cosi-savona-smonta-le-balle-dei-media-di-regime/ http://www.mag24.es/2018/10/21/il-declassamento-di-moodys-non-me-ne-frega-nulla-cosi-savona-smonta-le-balle-dei-media-di-regime/#respond Sun, 21 Oct 2018 09:28:16 +0000 http://www.mag24.es/?p=84523 Il taglio del rating di Moody’s che ha declassato l’Italia a “Baa3”, facendo però rimanare l’outlook stabile, surriscalda gli animi e le polemiche intorno alla Manovra ma non preoccupa. Così è, almeno stando alle reazioni del governo, a cominciare dal ministro degli Affari Europei Paolo Savona che, ospite del convegno dei giovani industriali a Capri ha rassicurato su un punto «nel quale non solo credo io: il debito pubblico italiano è assolutamente solvibile, non c’è nessun problema che l’Italia invochi un default».

E per avvalorare la sua tesi ha continuato affermando: «Non c’è nessuna possibilità di rifiutare l’euro come denominazione del suo debito. Se accadrà sarà per motivi esterni al Paese», sgomberando così il campo dello spettro che si aggira intorno al governo giallo-verde.

Se tecnica è stata la spiegazione di Savona, molto più prosaiche sono state le reazioni dei due vicepremier. Luigi Di Maio, nel suo solito stile ha accolto «con un grande sorriso» il declassamento rimarcando che comunque il rapporto deficit/pil rimane al 2,4%. Gli stessi toni sono stati usati anche da Matteo Salvini, prima di entrare nel ring del Consiglio dei ministri.

Il ministro dell’Interno ha sottolineato che «L’Italia è un paese solido perché l’outlook è stabile». Preoccupazione invece è stata espressa dagli industriali, non tanto per il taglio in sè, quanto per le prospettive future che provocherebbe la manovra con la sua ripercussione sui mercati internazionali e sul tessuto produttivo italiano. Secondo Vincenzo Boccia la manovra non è sostenibile e «neanche la credibilità del governo» per cui lancia una «sfida» al governo per «aprire un grande confronto sulla crescita. I tempi sono stretti, anche in virtù dei giudizi delle agenzie di rating».

Un altro fronte di preoccupazione è stato espresso dal presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani. «Non sono un grande sostenitore delle agenzie di rating – ha affermato – però la situazione attuale prevede che se le agenzie di rating abbassano ancora di un altro livello la valutazione del nostro Paese, la Banca Centrale Europea non può più acquistare titoli di Stato».

Il timore maggiore però Tajani lo riserva alla fuga dall’Italia di investitori europei ed extra-europei. Un atteggiamento che secondo il presidente del parlamento Ue è legato alla volontà italiana di uscire dall’euro. «Questa è una preoccupazione – ha chiuso Tajani – che c’è nonostante le smentite ufficiali e serpeggia ancora tra autorevoli rappresentanti della maggioranza». Intanto il Codacons prepara un esposto contro Moody’s: la decisione di declassare l’Italia è stata assunta prima della pronuncia ufficiale dell’Ue sulla manovra del Governo.

]]>
http://www.mag24.es/2018/10/21/il-declassamento-di-moodys-non-me-ne-frega-nulla-cosi-savona-smonta-le-balle-dei-media-di-regime/feed/ 0