NEWS – www.mag24.es http://www.mag24.es MAG24 La Nuova Informazione Indipendente Sun, 16 Dec 2018 17:46:57 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.9 Multe con l’autovelox, ci hanno sempre fregato! “Perché sono da annullare”, una classica vergogna all’italiana http://www.mag24.es/2018/12/16/multe-con-lautovelox-ci-hanno-sempre-fregato-perche-sono-da-annullare-una-classica-vergogna-allitaliana/ http://www.mag24.es/2018/12/16/multe-con-lautovelox-ci-hanno-sempre-fregato-perche-sono-da-annullare-una-classica-vergogna-allitaliana/#respond Sun, 16 Dec 2018 17:46:57 +0000 http://www.mag24.es/?p=86626 La denuncia arriva direttamente dall’Unione nazionale consumatori. La snocciola Giorgio Marcon, consulente tecnico che da 40 anni lavora con le multinazionali del settore e ha vinto diverse cause in tribunale proprio su questa questione. Cioè sulle multe scattate dagli autovelox.

Ecco, secondo Marcon sono tutte da annullare: nemmeno una di loro è valida. Il motivo? Gli apparecchi non sono omologati e le case produttrici si fanno sponda con software che truccano gli errori alla bisogna.
Grazie alla pioggia, alla temperatura, alla vibrazione dell’ asfalto e chi più ne ha più ne metta.
Automobilisti di tutto il Paese, mettetevi l’ anima in pace: nessuno strumento per la rilevazione della velocità è omologato o tarato al punto giusto, lo dicono gli esperti.

«In un esperimento giudiziale», spiega infatti Marcon, «abbiamo messo a confronto tre autovelox per due ore su una strada statale con un flusso veicolare di oltre duemila veicoli ogni ora. Il risultato è stato eclatante». Già, perché a conti fatti sul quel tratto d’ asfalto avrebbero dovuto essere segnalati circa quattromila autovetture, invece «due autovelox hanno rilevato complessivamente 21 e 68 veicoli mentre il terzo, essendo il Comune sul quale è istallato parte in causa, ha declinato al giudice l’ esibizione del flusso veicolare rilevato».

Tradotto significa che i conti non tornano. Ma proprio per niente. «L’ errore previsto dal Codice della strada è a un massimo del 5%», continua la nota dell’ Unione, «il test messo in atto ha dimostrato un errore superiore al 5000%». La matematica, si sa, non è un’ opinione.

]]>
http://www.mag24.es/2018/12/16/multe-con-lautovelox-ci-hanno-sempre-fregato-perche-sono-da-annullare-una-classica-vergogna-allitaliana/feed/ 0
SUI MIGRANTI ME NE FREGO DI COSA VOGLIONO GLI ITALIANI: Fico, l’ennesima vergognosa genuflessione alla massoneria mondiale in diretta tv http://www.mag24.es/2018/12/16/sui-migranti-me-ne-frego-di-cosa-vogliono-gli-italiani-fico-lennesima-vergognosa-genuflessione-alla-massoneria-mondiale-in-diretta-tv/ http://www.mag24.es/2018/12/16/sui-migranti-me-ne-frego-di-cosa-vogliono-gli-italiani-fico-lennesima-vergognosa-genuflessione-alla-massoneria-mondiale-in-diretta-tv/#respond Sun, 16 Dec 2018 16:32:29 +0000 http://www.mag24.es/?p=86623 Roberto Fico: “Sui migranti me ne frego dei sondaggi”

Il presidente della Camera a Mezz’ora in più: “Dobbiamo chiedere scusa ai nostri militanti su Tap e Terzo valico”

“Se il sondaggio dice che l’accoglienza dei migranti non ‘tira’ più, io me ne frego del sondaggio. Perché so che c’è un fenomeno che va governato, non posso cambiare le mie politiche in base a un sondaggio”. Parola del presidente della Camera, Roberto Fico intervistato da Lucia Annunziata a Mezz’ora in più su Rai Tre. “Se il sondaggio cambia me – aggiunge -, perdo tutto, perdo la visione e la politica”.

Parlando poi delle grandi opere, Fico spiega: “La Tav è totalmente fallita rispetto alla sua origine. Le previsioni e i dati sul trasporto delle merci su ferro non sono solo disattese ma sono assolutamente fuori quota. La Tav non serve”. Mentre sul via libera a Tap e Terzo valico, Fico dice: “Se in campagna elettorale abbiamo promesso delle cose, ma al governo non siamo stato in grado di mantenerle, per mille motivi, si chiede scusa, si va sui territori e si spiegano le ragioni”.

Il presidente della Camera poi dice che la dichiarazione di Giorgetti a proposito del reddito di cittadinanza è “una ingiustizia, non ci può essere una Italia che mi piace o meno a secondo di un’idea, se non capisco le ragioni dell’altro non potrò mai risolvere i problemi degli altri”.

Sul confronto tra Governo e Commissione europea sulla manovra commenta: “Quando c’è il dialogo non è mai un calarsi le braghe, è un rapporto in cui si cerca di capire sempre le ragioni degli altri. Io nel recente passato sono stato a Bruxelles, ho parlato con Junker e Timmermanns, con cui ho avuto un dialogo franco. Quando fai capire la situazione sociale, penso che ci siano più margini di manovra, e questo lo si ottiene solo con il dialogo”.

]]>
http://www.mag24.es/2018/12/16/sui-migranti-me-ne-frego-di-cosa-vogliono-gli-italiani-fico-lennesima-vergognosa-genuflessione-alla-massoneria-mondiale-in-diretta-tv/feed/ 0
PD, LA DECISIONE CHE LI PORTERA’ ALL’ESTINZIONE TOTALE: torna in auge Massimo D’Alema, con l’idea più folle in assoluto http://www.mag24.es/2018/12/16/pd-la-decisione-che-li-portera-allestinzione-totale-torna-in-auge-massimo-dalema-con-lidea-piu-folle-in-assoluto/ http://www.mag24.es/2018/12/16/pd-la-decisione-che-li-portera-allestinzione-totale-torna-in-auge-massimo-dalema-con-lidea-piu-folle-in-assoluto/#respond Sun, 16 Dec 2018 14:20:24 +0000 http://www.mag24.es/?p=86613 Un “congresso tutti assieme”. Massimo D’Alema sceglie il compleanno della sua fondazione Italianieuropei per lanciare un messaggio, chiaro, a Nicola Zingarettie al Pd che non guarda più a Matteo Renzi. “Io sono portato alla battaglia ma in questa fase mi controllo molto… È tale lo stato delle cose a sinistra che ho paura di fare del male…”, ha spiegato sardonico dal palco l’ex premier, fuoriuscito dal partito per dare vita alla fallimentare esperienza di Mdp e poi di LeU.

Lo scissionista eccellente però ora vuole tornare a casa: “Occorre costruire un campo largo e nuovo di tutti i progressisti, sin dalle prossime settimane”. E il vero obiettivo, spiega Fabio Martini sulla Stampa, potrebbe essere “una lista progressista alle Europee“, un super-listone di sinistra con Pd e frattaglie. E il suicidio democratico è servito.

]]>
http://www.mag24.es/2018/12/16/pd-la-decisione-che-li-portera-allestinzione-totale-torna-in-auge-massimo-dalema-con-lidea-piu-folle-in-assoluto/feed/ 0
SALVINI, UNA NUOVA INDAGINE MIRATA A FARLO CADERE: cosa stanno cercando i giudici per destabilizzare il Governo http://www.mag24.es/2018/12/16/salvini-una-nuova-indagine-mirata-a-farlo-cadere-cosa-stanno-cercando-i-giudici-per-destabilizzare-il-governo/ http://www.mag24.es/2018/12/16/salvini-una-nuova-indagine-mirata-a-farlo-cadere-cosa-stanno-cercando-i-giudici-per-destabilizzare-il-governo/#respond Sun, 16 Dec 2018 13:07:43 +0000 http://www.mag24.es/?p=86607 La magistratura punta ancora i fari sulla Lega di Matteo Salvini. Dopo Genova, questa volta è la Procura di Bergamo, scrive Repubblica, ad aprire un nuovo filone di indagine sul Carroccio: la Finanza vuole vederci chiaro sui dipendenti in nero e sta passando al setaccio i conti correnti di decine di impiegati del partito.

L’indiscrezione del quotidiano diretto da Mario Calabresi su questa inchiesta tenuta finora “nel massimo riserbo” rischia di abbattersi come una tempesta sul traballante patto tra Lega e M5s, visto che già l’indagine sul tesoriere leghista Centemero ha provocato la reazione scomposta dei grillini. Sullo sfondo di una partita così delicata come quella della manovra, in cui ciascuno dei due alleati tenta di guadagnare il massimo in termini di misure-bandiera e successo mediatico, difficile che Luigi Di Maio e compagni manettari (solo coi polsi degli altri, però) si lascino scappare l’occasione nei prossimi giorni di una bella polemica giustizialista.

]]>
http://www.mag24.es/2018/12/16/salvini-una-nuova-indagine-mirata-a-farlo-cadere-cosa-stanno-cercando-i-giudici-per-destabilizzare-il-governo/feed/ 0
“SENZA SENSO, DISPERATA, FOLLE E…” Ascani, che capolavoro! Persino il Corriere demolisce la PiDiota che colleziona figuracce in diretta tv http://www.mag24.es/2018/12/16/senza-senso-disperata-folle-e-ascani-che-capolavoro-persino-il-corriere-demolisce-la-pidiota-che-colleziona-figuracce-in-diretta-tv/ http://www.mag24.es/2018/12/16/senza-senso-disperata-folle-e-ascani-che-capolavoro-persino-il-corriere-demolisce-la-pidiota-che-colleziona-figuracce-in-diretta-tv/#respond Sun, 16 Dec 2018 12:04:21 +0000 http://www.mag24.es/?p=86601 Aldo Grasso per il “Corriere della Sera”

«Ci mettiamo la faccia e ci candidiamo insieme per dare una scossa agli altri che non si riconoscono nelle altre candidature». Così Roberto «Dumbo» Giachetti ha annunciato, seduto su un divanetto con Anna Ascani, il ticket creato in zona Cesarini da una parte dei renziani in vista del Congresso Pd. Va bene la scossa, ma intanto bisognerebbe cercare di non prenderla. Il video con il quale annunciano l’ inedito ticket è puro dadaismo involontario: telecamera storta, inquadratura incerta, recitazione dopocapolavoristica.

Il modo in cui la coppia ha deciso di candidarsi è quanto rimane della formidabile retorica renziana? I resti di quello che fu uno dei più brillanti armamentari comunicativi risalgono in disordine e senza speranza le valli che avevano discese con orgogliosa sicurezza? Non sarebbe stato meglio candidare la sola Ascani, proponendo finalmente una donna?

Come mai Renzi proprio in questi giorni si propone come divulgatore televisivo? Quando ci si pone troppe domande, significa che non ci sono risposte, visto che è impossibile essere renziani senza Renzi. E Renzi non c’è, Renzi sta a guardare, Renzi pensa forse a un suo partito. Il gesto disperato e folle del ticket suscita simpatia. In politica, chi vince diventa ben presto antipatico e si macchia di tutte le colpe. Sicuro, però, che gli sconfitti siano innocenti?

]]>
http://www.mag24.es/2018/12/16/senza-senso-disperata-folle-e-ascani-che-capolavoro-persino-il-corriere-demolisce-la-pidiota-che-colleziona-figuracce-in-diretta-tv/feed/ 0
CONTE SI E’ GIA’ MONTATO LA TESTA? L’indiscrezione sulla sua folle volontà: cosa avrebbe in mente di fare http://www.mag24.es/2018/12/16/conte-si-e-gia-montato-la-testa-lindiscrezione-sulla-sua-folle-volonta-cosa-avrebbe-in-mente-di-fare/ http://www.mag24.es/2018/12/16/conte-si-e-gia-montato-la-testa-lindiscrezione-sulla-sua-folle-volonta-cosa-avrebbe-in-mente-di-fare/#respond Sun, 16 Dec 2018 11:32:01 +0000 http://www.mag24.es/?p=86598 Sì, Giuseppe Conte corre da solo. Le indiscrezioni di stampa delle ultime ore vengono confermate e anzi rafforzate da Luigi Bisignani, che sul Tempo traccia la strada del premier verso l’avventura politica in solitaria. Il professore, spiega l’editorialista solitamente molto ben informato sulle voci di Palazzo, “ha capito che deve ritagliarsi uno spazio autonomo tra il Movimento 5 Stelle e la Lega” e “stufo di fare il vaso di coccio tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio si è quasi del tutto deciso a sfidare il mondo, forte anche di una rete di rapporti internazionali che si sta creando, non disdegnando alcun invito che gli arrivi da un qualsiasi Paese straniero o da qualche fondazione oltretevere, come Villa Nazareth dove si è fatto le ossa, fino ovviamente al Palazzo Apostolico da Bergoglio“.

Serve, a questo punto, una investitura popolare. Conte, spiega Bisignani, pensa alle prossime europee e il timore tra i 5 Stelle (grandi sponsor della scelta del premier nelle tumultuose trattative con la Lega la scorsa primavera) è che “si ripeta il film visto con Lamberto Dini e Mario Monti, che da Presidenti del Consiglio in carica si sono presentati con proprie liste e hanno scompaginato i giochi”, finendo peraltro non molto bene dal punto di vista delle fortune politiche personali. Altro sospetto che aleggia dalle parti di Di Maio, Beppe Grillo e Davide Casaleggio, è che Conte “percepito come un democristiano Doc non sposti troppo a destra il baricentro del Movimento”, che con Di Battista tornerebbe invece nell’alveo del centrosinistra.

]]>
http://www.mag24.es/2018/12/16/conte-si-e-gia-montato-la-testa-lindiscrezione-sulla-sua-folle-volonta-cosa-avrebbe-in-mente-di-fare/feed/ 0
RENZI CHE FIGURACCIA! IL SUO DOCUMENTARIO IN DIRETTA TV? BATTUTO PERSINO DA ‘LA FABBRICA DI BISCOTTI’ http://www.mag24.es/2018/12/16/renzi-che-figuraccia-il-suo-documentario-in-diretta-tv-battuto-persino-da-la-fabbrica-di-biscotti/ http://www.mag24.es/2018/12/16/renzi-che-figuraccia-il-suo-documentario-in-diretta-tv-battuto-persino-da-la-fabbrica-di-biscotti/#respond Sun, 16 Dec 2018 10:44:17 +0000 http://www.mag24.es/?p=86595 Da www.davidemaggio.it

Su Rai1 Telethon – Festa di Natale con Antonella Clerici ha conquistato 3.159.000 spettatori pari al 16.2% di share. Su Canale 5 Il peggior Natale della mia vita ha raccolto davanti al video 2.873.000 spettatori pari al 13.9% di share. Su Rai2 NCIS Los Angeles ha interessato 1.328.000 spettatori pari al 6.1% di share mentre Bull ha raccolto 1.240.000 spettatori pari al 6.4% di share. Su Italia 1 Warrior’s Gate ha intrattenuto 998.000 spettatori (5.1%).

Su Rai3 Città Segrete ha raccolto davanti al video 1.508.000 spettatori pari ad uno share dell’8.3%. Su Rete4 Il Padrino – Parte III totalizza un a.m. di 568.000 spettatori con il 3.5% di share. Su La7 Il Delitto Matteotti ha registrato 395.000 spettatori con uno share del 2.3% (Atlantide Speciale pre e post film: 469.000 – 2.6%). Su Tv8 La Fabbrica dei Biscotti ha raccolto 463.000 spettatori con il 2.2%.

Sul Nove la prima puntata di Firenze Secondo Me con Matteo Renzi ha ottenuto 367.000 spettatori con l’1.8%. Il canale digitale più seguito è Rai Movie con il film Rocky IV che segna 523.000 spettatori e il 2.5%. Su Rai4 American Crime Story Versace raccoglie 259.000 spettatori e l’1.4%. Su Rai Premium L’Amica Geniale ha appassionato 403.000 spettatori pari al 2%. Su Iris The Interpreter ha raggiunto 426.000 spettatori con il 2.1%.

2 – IL BULLO PRESENTATORE: MA CHI GLIEL’ HA FATTO FARE?

Maurizio Caverzan per “la Verità”

Lo sapevate che Firenze è una delle città d’ arte più belle d’ Italia, d’ Europa e forse del mondo? Che in 750 metri sono racchiusi Palazzo Pitti, Palazzo Vecchio uniti dal corridoio del Vasari, il giardino di Boboli, il museo degli Uffizi e piazza della Signoria? E che tutti questi siti traboccano di opere d’ arte, testimonianze del Rinascimento, una delle stagioni più feconde della storia dell’ umanità? Un po’ lo sapevamo, diciamo la verità. Stavolta però ce lo dice Matteo Renzi nel primo dei quattro episodi di Firenze secondo me, il documentario prodotto dalla Arcobaleno tre di Lucio Presta e andato in onda ieri sera sul Nove del gruppo Discovery.

Con tanta ricchezza d’ immagini e forme, il programma si fa da solo. È, dunque, apprezzabile il coraggio del senatore semplice di Scandicci alle prese con le trame precongressuali ben più nefaste di quelle della corte dei Medici, è apprezzabile, si diceva, il coraggio del conduttore nel tentare di restituire con aggettivi e iperboli la grazia della Venere del Botticelli o il mistero della Battaglia di Anghiari di Leonardo Da Vinci.

Renzi ce la mette tutta; soprattutto mette le mani avanti, ci si augura perché consapevole della sproporzione: «Io non sono un esperto, io non sono un critico letterario, io non sono uno storico dell’ arte». Però, siccome la bellezza è l’ antidoto «all’ ignoranza e alla volgarità, seguitemi», invita l’ ex premier. Che subito dopo si trova davanti a un bivio chissà quanto metaforico delle sue scelte personali: la politica o la carriera televisiva, il solito Pd o il nuovo partito personale.

Qui il bivio è fra il giardino di Boboli come esempio dell’ espansione dei Medici o come meta dello studente Matteo quando bigiava. Lo straniamento dello telespettatore è inevitabile perché in quel «secondo me», oltre alle fughe scolastiche nel giardino più bello del pianeta, esorbita il politico sul divulgatore.

È un dato di fatto, una questione di credibilità, prima ancora di parole o modi.

Mentre conciona del salone dei Cinquecento «culla della democrazia», il pensiero dello spettatore schizza sulla rinuncia di Marco Minniti alla corsa da segretario causa mancato appoggio del buon Matteo.

Certo, potrebbe essere tutta una Calunnia come racconterebbe il Botticelli nell’ opera che raffigura il sovrano indotto in errore dal sospetto e dall’ ignoranza, mentre la verità viene «messa da parte». E potrebbe essere pure «il quadro delle fake news», perché La Calunnia riguarda «anche il mondo politico di oggi», garantisce l’ ex premier neo conduttore tv. Ma qualche domanda sorge spontanea: perché l’ avrà fatto? E quale sarà la verità messa da parte? Inventarsi un nuovo futuro o pagare il mutuo della nuova casa?

]]>
http://www.mag24.es/2018/12/16/renzi-che-figuraccia-il-suo-documentario-in-diretta-tv-battuto-persino-da-la-fabbrica-di-biscotti/feed/ 0
C’E’ MACRON DIETRO LA FUGA DI CESARE BATTISTI: chi ha mandato in Brasile per proteggere l’assassino rosso http://www.mag24.es/2018/12/16/ce-macron-dietro-la-fuga-di-cesare-battisti-chi-ha-mandato-in-brasile-per-proteggere-lassassino-rosso/ http://www.mag24.es/2018/12/16/ce-macron-dietro-la-fuga-di-cesare-battisti-chi-ha-mandato-in-brasile-per-proteggere-lassassino-rosso/#respond Sun, 16 Dec 2018 10:12:16 +0000 http://www.mag24.es/?p=86592 Paolo Manzo per “il Giornale”

Dopo il danno la beffa. Mentre Cesare Battisti continua ad essere latitante per la giustizia verde-oro e nessuno sa che fine abbia fatto, da sabato è cominciato un valzer tra Brasile e Italia che sembra ignorare il punto cruciale della questione ovvero che Battisti è scappato e che sfiora il paradosso se non fosse che in ballo c’ è un caso che si trascina drammaticamente da anni e 4 vittime innocenti il cui sangue chiede giustizia.

Dopo che il presidente uscente Michel Temer si è affrettato a dare l’ ok all’ estradizione, solo quando però del terrorista si erano perse le tracce, è stata la volta del nostro Mattarella che ha inviato una lettera ufficiale in cui non mancano elogi e ringraziamenti.

«Il gesto da Lei compiuto – scrive il presidente italiano- costituisce una testimonianza significativa dell’ antica e solida amicizia tra il Brasile e l’Italia e testimonia la sensibilità in relazione ad una vicenda complessa e delicata». E se non bastasse l’Italia ha anche spedito a San Paolo un aereo con tre nostri agenti pronti a riportarsi a casa l’ormai ambito terrorista dei Pac, i Proletari armati per il Comunismo.

Peccato però che manchi la materia prima, ovvero lui, Cesare Battisti la cui fuga, si spera, inchiodi finalmente qualcuno nelle prossime ore alle sue responsabilità. Quantomeno per sapere come sia stato possibile che l’ex rapinatore di Cisterna di Latina sia evaporato sotto gli occhi di tutti nonostante persino il Giornale per primo avesse lanciato l’allarme alla fine dello scorso ottobre.

E così suonano davvero fuori sincrono le parole dell’ ex ministro della Giustizia di Lula, Tarso Genro che ha commentato l’ ok all’ estradizione dato da Temer come «un accordo fra due governi di estrema destra» e che «questa è una decisione politica». Per inciso ricordiamo che a negargliela fu proprio l’oggi carcerato Lula, a fine 2010. E intanto adesso è cominciato il toto-scommesse su dove sia fuggito il terrorista italiano.

Secondo un commissario di polizia brasiliano, un tempo in prima fila nella lotta alla mafia italiana radicata nel paese, che ci ha chiesto l’ anonimato «Battisti probabilmente è in Bolivia aiutato nella sua fuga dai servizi francesi». Proprio da Parigi lo difende in queste ore Oreste Scalzone in piazza con i «gilets jaunes». «È un vecchio fuggiasco», ha detto l’ex leader di Potere operaio, anche lui con un passato da latitante in Francia e chi lo vuole «in Italia e si rammarica per la sua fuga è evidentemente un tossico-spacciatore dell’ aggiunta di male a male».

E poi c’è l’ altra teoria, sostenuta dalla rete brasiliana che lo ha sempre protetto, ovvero che sia nascosto da qualche parte in Brasile in attesa di vincere il ricorso presentato dalla sua difesa venerdì sera. Magno de Carvalho, un sindacalista vicino al PT di Lula, a casa del quale Battisti ha vissuto per mesi all’ inizio del suo soggiorno a Cananeia, ha dichiarato che la settimana scorsa gli avrebbe detto che sarebbe andato nei prossimi giorni a Rio per parlare con il suo editore.

]]>
http://www.mag24.es/2018/12/16/ce-macron-dietro-la-fuga-di-cesare-battisti-chi-ha-mandato-in-brasile-per-proteggere-lassassino-rosso/feed/ 0
A PROCESSO PER FAVOREGGIAMENTO ALL’IMMIGRAZIONE CLANDESTINA: ecco quelli che la sinistra ci ha spacciato per eroi http://www.mag24.es/2018/12/16/a-processo-per-favoreggiamento-allimmigrazione-clandestina-ecco-quelli-che-la-sinistra-ci-ha-spacciato-per-eroi/ http://www.mag24.es/2018/12/16/a-processo-per-favoreggiamento-allimmigrazione-clandestina-ecco-quelli-che-la-sinistra-ci-ha-spacciato-per-eroi/#respond Sun, 16 Dec 2018 09:51:04 +0000 http://www.mag24.es/?p=86589 La giustizia italiana colpisce duro le Ong impegnate nel salvataggio dei migrantinel Mediterraneo e nel loro trasporto verso le coste di casa nostra. Ana Montes, spagnola, è indagata insieme al comandate della nave Open Arms Marc Reig dalla procura di Ragusa per “violenza privata” e “favoreggiamento dell’immigrazione clandestina” in relazione al salvataggio di 216 migranti avvenuto lo scorso 15 marzo. Intervista da Repubblica, la volontaria migrazionista tralascia la questione delle “regole” e preferisce pigiare il tasto del complotto politico: “La Procura mi vuole processare. Inizialmente non capivo perché, poi ho compreso che il governo ha paura di noi perché siamo gli occhi del Mediterraneo. Ma non ci fermerà”.

]]>
http://www.mag24.es/2018/12/16/a-processo-per-favoreggiamento-allimmigrazione-clandestina-ecco-quelli-che-la-sinistra-ci-ha-spacciato-per-eroi/feed/ 0
“I MIEI FIGLI PARTECIPINO AL NATALE” La lezione di un genitore musulmano ai cattivi maestri rossi: cosa scrive alla maestra dei suoi ragazzi http://www.mag24.es/2018/12/16/i-miei-figli-partecipino-al-natale-la-lezione-di-un-genitore-musulmano-ai-cattivi-maestri-rossi-cosa-scrive-alla-maestra-dei-suoi-ragazzi/ http://www.mag24.es/2018/12/16/i-miei-figli-partecipino-al-natale-la-lezione-di-un-genitore-musulmano-ai-cattivi-maestri-rossi-cosa-scrive-alla-maestra-dei-suoi-ragazzi/#respond Sun, 16 Dec 2018 09:24:38 +0000 http://www.mag24.es/?p=86586 Il papà islamico scrive alle maestre dei figli: “Coinvolgeteli nelle feste natalizie, devono imparare a rispettare le altre religioni e le altre culture”

“Coinvolgete i miei bimbi musulmani nelle feste di Natale, l’islam chiede che vengano rispettate tutte le religioni”.

La lezione ai “cattivi maestri” – quelli che pur di non rischiare di urtare la sensibilità delle famiglie di altri culti rinunciano a far festeggiare il Natale ai bimbi o modificano canzoncine e poesie eliminando qualsiasi riferimento alle tradizioni cristiane – arriva da un papà musulmano, Banour Tarik, che ha preso il diario dei suoi bimbi per scrivere agli insegnanti dell’istituto Cavalcanti di San Giuliano Milanese (Milano).

“Dal momento che i miei due figli sono nati in Italia, io sono molto contento che imparino a conoscere la tradizione del Paese che li ospita”, ha scritto il 38enne marocchino, in Italia da ormai diciotto anni, “Siamo ormai abituati alle luminarie natalizie, ai mercatini, ai nostri bambini che ci parlano dei compagni che imparano le canzoni natalizie: questo fa parte del vivere in un Paese diverso dal nostro e questa ritengo che sia anche la ricchezza che nasce dall’incontro delle culture. Da genitore voglio insegnare questi valori ai miei figli”.

Il Cittadino di Lodi, che racconta la storia, spiega che Banour è ben integrato nella comunità del Comune della Città metropolitana e lavora in una ditta di logistica. E lui stesso ha partecipato attivamente alla festa aziendale: le foto sul suo profilo Facebook lo ritraggono mentre addobba l’albero di Natale della ditta insieme ai figli Marwan e Youssef. “Come ogni anno il primo dicembre si inizia a pensare al Natale”, scriveva qualche giorno fa, “Come musulmano praticante auguro bene feste a tutti”. E in un altro post si mostra persino vestito da Babbo Natale mentre distribuisce panettoni: “Poi dicono che i musulmani non festeggiano Natale”, dice. E ancora: “Non è scritto da nessuna parte che Babbo Natale è bianco”.

]]>
http://www.mag24.es/2018/12/16/i-miei-figli-partecipino-al-natale-la-lezione-di-un-genitore-musulmano-ai-cattivi-maestri-rossi-cosa-scrive-alla-maestra-dei-suoi-ragazzi/feed/ 0