CURIOSITA – www.mag24.es http://www.mag24.es MAG24 La Nuova Informazione Indipendente Thu, 13 Dec 2018 20:55:31 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.9 COME TOGLIERE LE GANASCE ALLA VOSTRA AUTO? CHIEDETELO A QUEST’UOMO CHE, DOPO AVER TROVATO LE RUOTE DELLA SUA AUTO BLOCCATE, È RIUSCITO NELL’IMPRESA DI RIPARTIRE http://www.mag24.es/2018/12/11/come-togliere-le-ganasce-alla-vostra-auto-chiedetelo-a-questuomo-che-dopo-aver-trovato-le-ruote-della-sua-auto-bloccate-e-riuscito-nellimpresa-di-ripartire/ http://www.mag24.es/2018/12/11/come-togliere-le-ganasce-alla-vostra-auto-chiedetelo-a-questuomo-che-dopo-aver-trovato-le-ruote-della-sua-auto-bloccate-e-riuscito-nellimpresa-di-ripartire/#respond Tue, 11 Dec 2018 17:48:41 +0000 http://www.mag24.es/?p=86376 Ammettiamolo. A chiunque sia capitato, ritrovarsi le ganasce alle ruote dell’auto è una gran bella rogna.

Non resta che pagare e chiamare il servizio che provvederà a rimuoverle. Ma quest’uomo del Portogallo non ha seguito la normale routine: non potendo attendere l’intervento degli addetti, ha fatto da solo.

 

Come? Guardate voi stessi nel video. Rimane un quesito senza risposta. Perché, dopo averle rimosse le ha messe nel portabagagli? Mistero…

]]>
http://www.mag24.es/2018/12/11/come-togliere-le-ganasce-alla-vostra-auto-chiedetelo-a-questuomo-che-dopo-aver-trovato-le-ruote-della-sua-auto-bloccate-e-riuscito-nellimpresa-di-ripartire/feed/ 0
Finisce in ospedale perchè il suo amico gli chiede un ‘gioco’ orale ma lo aveva troppo grosso http://www.mag24.es/2018/12/01/finisce-in-ospedale-perche-il-suo-amico-gli-chiede-un-gioco-orale-ma-lo-aveva-troppo-grosso/ http://www.mag24.es/2018/12/01/finisce-in-ospedale-perche-il-suo-amico-gli-chiede-un-gioco-orale-ma-lo-aveva-troppo-grosso/#respond Sat, 01 Dec 2018 23:24:55 +0000 http://www.mag24.es/?p=85923 Fredy Alanis, un 19enne originario di Chicago, è da poco diventato famoso sui social. Il motivo è davvero molto particolare e anche un po’ imbarazzante. Il ragazzo è finito in ospedale dopo aver praticato sesso orale.

Ricoverato in seguito a sesso orale

La sua storia è diventata virale dopo che lui stesso ha postato un selfie direttamente dal letto d’ospedale. Fredy ha deciso di spiegare pubblicamente sul suo profilo Twitter la causa del suo ricovero. Ad accompagnare la foto una scritta che fa immediatamente intuire che si tratta di un incidente sessuale. Il ragazzo ha twittato: “Scusate l’angolazione sbagliata, ma ricorda quando ho succhiato un ca**o enorme e sono finito al pronto soccorso”. Il giovane aveva infatti appena conosciuto un ragazzo su Grindr, ha avuto un rapporto sessuale orale con lui e subito dopo ha iniziato a sentire forti dolori al petto. Il dolore non passava e così i genitori hanno deciso di portarlo al pronto soccorso.

Il post su twitter

Fredy ha spiegato ai suoi follower che arrivato in ospedale ha dovuto raccontare ai medici che l’hanno curato l’imbarazzante episodio.

I medici hanno capito cosa potesse essere successo a Fredy e poi hanno spiegato che quanto gli è successo si verifica davvero molto raramente: un caso ogni circa cento milioni di episodi simili. Le vie aeree del giovane infatti sono esplose a causa delle grandi dimensioni del membro del suo compagno e lui ha così rischiato di soffocare.

In ospedale per sesso orale

Nonostante l’assurdità del suo caso, il ragazzo non si è perso d’animo e ha continuato il suo tweet dicendo: “Ma non vi preoccupate, se volete farlo, fatelo. Fate quello che volete e non siate intimiditi da nessuna taglia. Con il senno di poi, posso dire che ne è valsa la pena. Ogni volta che vorrò farne un altro, mi basterà semplicemente chiamarlo”.

Un ragazzo eroe

Fredy è diventata una celebrità tra gli utenti del web. Dal suo letto d’ospedale il ragazzo ha detto di essere stato definito iconico e una leggenda. Sono state milioni le persone che hanno condiviso entusiasti il suo racconto sui vari social. Fredy ha commentato dicendo: “Hanno detto che sono il loro capo. Stanno postando alcuni commenti da pazzi, non ho mai provato nulla di simile prima”.

Il parere medico

Micheal Baden, famoso dottore ed ex medico legale che ha effettuato autopsie su molti vip, è venuto a conoscenza della notizia e ha spiegato “è decisamente possibile morire per asfissia dopo un rapporto orale, ma in 50 anni non ha mai visto un caso simile”. Poi Baden ha aggiunto che ci sono vari modi per cui avere rapporti sessuali può portare a morti inaspettate.

]]>
http://www.mag24.es/2018/12/01/finisce-in-ospedale-perche-il-suo-amico-gli-chiede-un-gioco-orale-ma-lo-aveva-troppo-grosso/feed/ 0
Si acquistano senza mutuo in meno di 7 anni al costo di 250 euro al mese. Queste le vere case del futuro http://www.mag24.es/2018/11/30/si-acquistano-senza-mutuo-in-meno-di-7-anni-al-costo-di-250-euro-al-mese-queste-le-vere-case-del-futuro/ http://www.mag24.es/2018/11/30/si-acquistano-senza-mutuo-in-meno-di-7-anni-al-costo-di-250-euro-al-mese-queste-le-vere-case-del-futuro/#respond Fri, 30 Nov 2018 16:08:57 +0000 http://www.mag24.es/?p=85886 Si chiamano Tiny Homes e stanno rivoluzionando il mercato immobiliare a Detroit. Costano solo 90 centesimi a metro quadro, da fuori sembrano piccole ma all’interno presentano un ambiente confortevole. Si acquistano senza mutuo, in meno di 7 anni al costo di 250 euro al mese. Sono le case del futuro e potrà permettersele anche chi guadagna meno di 10.000 euro l’anno. Presto potrebbero arrivare anche in Italia.

]]>
http://www.mag24.es/2018/11/30/si-acquistano-senza-mutuo-in-meno-di-7-anni-al-costo-di-250-euro-al-mese-queste-le-vere-case-del-futuro/feed/ 0
Ci avete mai fatto caso? Si trova sui carrelli dei supermercati. Il trucchetto davvero utile http://www.mag24.es/2018/11/22/ci-avete-mai-fatto-caso-si-trova-sui-carrelli-dei-supermercati-il-trucchetto-davvero-utile/ http://www.mag24.es/2018/11/22/ci-avete-mai-fatto-caso-si-trova-sui-carrelli-dei-supermercati-il-trucchetto-davvero-utile/#respond Thu, 22 Nov 2018 11:05:17 +0000 http://www.mag24.es/?p=85659 Se non hai mai visto un carrello della spesa con la lente di ingrandimento o un fruttivendolo con cartelli che indicano lo stato di maturità delle banane, o con un adesivo sugli avocado che ne descrive le caratteristiche dal colore, allora non puoi perderti questa gallery fotografica con alcuni dei prodotti per alimenti più innovativi che siano stati creati.
]]>
http://www.mag24.es/2018/11/22/ci-avete-mai-fatto-caso-si-trova-sui-carrelli-dei-supermercati-il-trucchetto-davvero-utile/feed/ 0
Ricordate Rosanna Vaudetti, la storica annunciatrice dei tempi d’oro della Rai? Come è adesso e cosa farà per la televisione http://www.mag24.es/2018/11/02/ricordate-rosanna-vaudetti-la-storica-annunciatrice-dei-tempi-doro-della-rai-come-e-adesso-e-cosa-fara-per-la-televisione/ http://www.mag24.es/2018/11/02/ricordate-rosanna-vaudetti-la-storica-annunciatrice-dei-tempi-doro-della-rai-come-e-adesso-e-cosa-fara-per-la-televisione/#respond Fri, 02 Nov 2018 17:45:20 +0000 http://www.mag24.es/?p=84986 Rosanna Vaudetti, ve la ricordate? Per 37 anni è stata il volto elegante e garbato della Rai. Oggi, 80 anni, una delle più celebri “signorine buonasera” della tv italiana è pronta a ritornare in tv. A Spy, dichiara: “Con mio marito (il regista e sceneggiatore Antonio Moretti) ho scritto il soggetto di una serie: le protagoniste sono due ex annunciatrici in pensione che si trasformano in detective”. Un’idea talmente bella che forse non doveva rivelare, per evitare plagi…

“Io e Maria Giovanna Elmi saremmo perfette per il ruolo”, racconta la Vaudetti, svelando che ancora oggi le “signorine buonasera” della Rai sono rimaste legate da un profondo affetto. “Sento spesso Gabriella Farinon, Maria Giovanna Elmi, Paola Perissi, Nicoletta Orsomando e Mariolina Cannuli”, rivela a Spy. “All’inizio la tv era un’aliena, un grosso scatolone che piombò di colpo nelle case degli italiani. Quando io dicevo ‘buonasera’, c’era gente seduta in salotto che rispondeva Buonasera a lei!”.

“Umanizzavamo la scatola dei sogni e per anni abbiamo rappresentato la Rai, avevamo un posto di rilievo in una televisione dominata dagli uomini. A rottamarci è stato il telecomando, negli Anni 80: fu il ‘killer delle annunciatrici’, da quel momento il nostro ruolo cominciò ad avere meno senso”. E rivela un dettaglio inedito che da il senso della loro popolarità ai tempi d’oro della tv: “Un giorno mi fu recapitata una busta che conteneva un testamento olografo: un signore mi scelse come sua erede. ‘Ho passato più tempo con lei che con i miei familiari’ c’era scritto. Io rinunciai”.

]]>
http://www.mag24.es/2018/11/02/ricordate-rosanna-vaudetti-la-storica-annunciatrice-dei-tempi-doro-della-rai-come-e-adesso-e-cosa-fara-per-la-televisione/feed/ 0
Difficile riconoscerla adesso, ma lei non è una signora qualunque. Impossibile dimenticare il personaggio che l’ha resa famosa, ma c’è un motivo per cui si torna a parlare di lei: ha compiuto 102 anni ed ecco che è successo per il suo compleanno http://www.mag24.es/2018/11/02/difficile-riconoscerla-adesso-ma-lei-non-e-una-signora-qualunque-impossibile-dimenticare-il-personaggio-che-lha-resa-famosa-ma-ce-un-motivo-per-cui-si-torna-a-parlare-di-lei-ha-c/ http://www.mag24.es/2018/11/02/difficile-riconoscerla-adesso-ma-lei-non-e-una-signora-qualunque-impossibile-dimenticare-il-personaggio-che-lha-resa-famosa-ma-ce-un-motivo-per-cui-si-torna-a-parlare-di-lei-ha-c/#respond Fri, 02 Nov 2018 09:37:42 +0000 http://www.mag24.es/?p=84965 C’era una volta la ‘vecchia’ Hollywood con i divi di un tempo. E le dive. Chissà se ci fossero stati già i social network negli anni ’30 quanti follower avrebbe Olivia de Havilland, che ha spento 102 candeline ed è diventa pure Dama. La più anziana dell’Impero britannico, tra l’altro. Questa è l’onorificenza che le è stata concessa dalla regina Elisabetta II, per i meriti nella recitazione e perché ormai è l’unica grande rappresentante vivente di quella Hollywood che troppo spesso, adesso, sfocia nel gossip spiccio ed è caratterizzata da continui viavai dalle cliniche di disintossicazione e da ritocchi estetici abominevoli. Non è certo tutto così il mondo del cinema, per carità, ma chissà che ne pensa Olivia, star di altri tempi. Il suo nome di certo non dirà nulla ai più giovani, quelli che non sanno nemmeno cosa sia ‘Via col vento’, figurarsi se l’hanno mai visto.

Eh già, questa bella signora è l’unico personaggio del colossal del 1939 ancora in vita. Viene da fare dell’ironia a questo proposito, perché la sua Melania (la dolce e melensa Melania, il suo personaggio) è quella che nel film muore prima di tutti. Prima di Rossella O’Hara (Vivien Leigh, che si è spenta nel 1967) e Reth Buttler (il mitico Clark Gable, morto nel 1960).

Olivia, l’ultima grande diva che combatté per tutta la vita una battaglia con la sorella-rivale, Joan Fontaine, di un anno più giovane, anche lei attrice di grande talento e prediletta da Hitchcock che la volle in ‘Rebecca’ e nel ‘Sospetto’ e morta 4 anni fa, è nata il 1 luglio 1916 a Tokyo. Da padre avvocato britannico con studio legale in Giappone e da madre attrice, Lilian Augusta Ruse, meglio conosciuta col nome d’arte di Lilian Fontaine. Nel 1935 il suo primo ruolo cinematografico di successo nella trasposizione dello shakespeariano ‘Sogno di una notte di mezza estate’di Max Reinhardt e William Dieterle ma nello stesso periodo anche la sorella Joan inizia a seguire le orme della madre e succede l’irreparabile. Joan, ricorda IoDonna, le soffia l’Oscar alla migliore attrice protagonista (erano entrambe candidate) e quella è la goccia che fa traboccare il vaso: smettono di parlare per sempre. (Continua dopo le foto)

Si rincontreranno solo al funerale della madre, nel 1975, poi mai più, a parte qualche occasione mondana ma sempre a debita distanza. Se Melania, il personaggio di Olivia in ‘Via col Vento’ era dolce (pure troppo), nella vita vera l’attrice oggi 101enne ha sempre tirato fuori le unghie. Celebre, nel 1940, la sua lotto contro un contratto tirannico della Warner, d cui ricava però uno stop dai set per almeno 3 anni. “Pretendevo rispetto, tirando fuori le unghie che non avevano i miei docili personaggi”, ha detto in un’intervista. Con ‘A ciascuno il suo destino’ (nel 1946) mette le mani sul suo primo Oscar ed è un successo dietro l’altro. La seconda statuetta arriva nel 1949 con ‘L’ereditiera’, diretto da William Wyler. Con un balzo arriviamo agli anni ’70, quando dopo qualche comparsata a parte, si ritira a vita privata a Parigi. Con 5 nomination agli Oscar e 2 premi vinti , Olivia torna sul palco degli Academy Awards nel 2003 per celebrare i 75 anni del premio cinematografico più ambito e, inutile dirlo, la platea si scioglie in una standing ovation. Buon 101esimo compleanno Olivia, diva d’altri tempi.

]]>
http://www.mag24.es/2018/11/02/difficile-riconoscerla-adesso-ma-lei-non-e-una-signora-qualunque-impossibile-dimenticare-il-personaggio-che-lha-resa-famosa-ma-ce-un-motivo-per-cui-si-torna-a-parlare-di-lei-ha-c/feed/ 0
Molte persone che guardano la foto non hanno dubbi: si tratta di un uccello, forse un corvo. Ma la realtà è diversa da come appare http://www.mag24.es/2018/10/30/molte-persone-che-guardano-la-foto-non-hanno-dubbi-si-tratta-di-un-uccello-forse-un-corvo-ma-la-realta-e-diversa-da-come-appare/ http://www.mag24.es/2018/10/30/molte-persone-che-guardano-la-foto-non-hanno-dubbi-si-tratta-di-un-uccello-forse-un-corvo-ma-la-realta-e-diversa-da-come-appare/#respond Tue, 30 Oct 2018 10:28:53 +0000 http://www.mag24.es/?p=84867 Da “www.leggo.it”

illusione ottica 2

Più del 90% delle persone che vedono questa foto non hanno dubbi: l’animale immortalato in questo scatto è sicuramente un uccello, forse un corvo o una cornacchia. Peccato, però, che sono stati indotti in errore dai loro stessi occhi.

Questa foto, nelle ultime ore, è diventata virale sul web, mandando in crisi gli utenti di tutto il mondo. Una particolare illusione ottica, infatti, impedisce alla maggior parte degli utenti di notare che, anche se poco illuminato, si può intravedere un altro occhio, e che la punta nera a destra non è il becco di un uccello, bensì una delle orecchie di un gatto.

Solo gli occhi migliori, infatti, riescono a capire che si tratta di un felino. La posizione è buffa e innaturale, ma non ci sono dubbi: l’animale fotografato è un gatto.

]]>
http://www.mag24.es/2018/10/30/molte-persone-che-guardano-la-foto-non-hanno-dubbi-si-tratta-di-un-uccello-forse-un-corvo-ma-la-realta-e-diversa-da-come-appare/feed/ 0
Il segreto per essere invisibili su Whatsapp: vorreste leggere le chat senza far vedere agli altri che siete online? E’ arrivata l’app che stavate aspettando http://www.mag24.es/2018/10/28/il-segreto-per-essere-invisibili-su-whatsapp-vorreste-leggere-le-chat-senza-far-vedere-agli-altri-che-siete-online-e-arrivata-lapp-che-stavate-aspettando/ http://www.mag24.es/2018/10/28/il-segreto-per-essere-invisibili-su-whatsapp-vorreste-leggere-le-chat-senza-far-vedere-agli-altri-che-siete-online-e-arrivata-lapp-che-stavate-aspettando/#respond Sun, 28 Oct 2018 21:16:19 +0000 http://www.mag24.es/?p=84823 Felice Galluccio per www.tecnoandroid.it

Tanti utenti che usano WhatsApp conoscono sicuramente anche le funzioni che l’applicazione include ormai da molto tempo. Ce ne sono infatti molte, le quali permettono agli utenti di utilizzare la piattaforma al meglio e con tutti gli strumenti possibili ogni giorno.

In molti sono ovviamente soddisfatti, dato che questa applicazione è diventata il pane quotidiano di oltre un miliardo di persone negli ultimi anni. In tanti invece vorrebbero alcune funzioni che invece WhatsApp stenta a concedere, o che concede in maniera mutilata. Parliamo ad esempio di quella che permette di non mostrare il proprio stato agli altri utenti, solo che neanche coloro che prendono questa scelta potranno poi vedere lo stato degli altri.

WhatsApp detiene davvero moltissime funzioni come abbiamo detto, anche se gli utenti qualche volta vorrebbero qualcosa in più per la loro privacy. Proprio per entrare in chat e sembrare invisibili esisterebbe un metodo davvero molto semplice utilizzabile mediante un’app del Play Store.

Il metodo corrisponde infatti all’applicazione nota come Unseen, la quale è scaricabile gratuitamente e permette appunto di intercettare ogni messaggio. Grazie a questa applicazione entrerete dunque in WhatsApp senza mai entrarci effettivamente, e potrete quindi leggere tutti i messaggi senza essere online.

Ovviamente così facendo tutti gli utenti che usano questo metodo non aggiorneranno neanche l’ultimo orario di accesso. Non esiste quindi metodo migliore per avere più privacy di così.

]]>
http://www.mag24.es/2018/10/28/il-segreto-per-essere-invisibili-su-whatsapp-vorreste-leggere-le-chat-senza-far-vedere-agli-altri-che-siete-online-e-arrivata-lapp-che-stavate-aspettando/feed/ 0
A Istanbul il biglietto della metro si paga con…le bottiglie di plastica! http://www.mag24.es/2018/10/28/a-istanbul-il-biglietto-della-metro-si-paga-con-le-bottiglie-di-plastica/ http://www.mag24.es/2018/10/28/a-istanbul-il-biglietto-della-metro-si-paga-con-le-bottiglie-di-plastica/#respond Sun, 28 Oct 2018 10:23:15 +0000 http://www.mag24.es/?p=84794 di Germana Carillo per Greenme

Un biglietto della metro in cambio di plastica riciclata e lattine: è la geniale ideale partorita dalla amministrazione di Istanbul per incentivare a recuperare gli imballaggi e per ora messa in pratica in una sola stazione della metropolitana.

Questa settimana, infatti, la città turca ha lanciato una valuta alternativa per i pendolari che hanno bisogno di ricaricare le loro tessere per il trasporto: i riciclabili. Il pass per i trasporti pubblici, la cosiddetta Istanbul Card, potrà essere ricaricata semplicemente depositando bottiglie di plastica o lattine in alluminio nella macchina.

Nuovi distributori automatici permetteranno insomma di ricaricare le tessere dell’abbonamento dei mezzi pubblici in cambio di bottiglie di plastica e lattine di alluminio, che verranno avviate al processo di riciclaggio: una volta assegnato un valore ai materiali riciclabili, la macchina frantumerà, triturerà e ordinerà il materiale.

L’iniziativa mira a incoraggiare il riciclo nella città di oltre 15 milioni di persone, dove le pratiche di riciclaggio sono ancora scarse: una bottiglietta di plastica da 330 ml accrediterà così due centesimi turchi, una da mezzo litro ne accrediterà tre, una da 1,5 litri 9 centesimi. Un biglietto costa 2,6 lire turche, circa 0,4 centesimi di euro, quindi ci vogliono 28 bottiglie da un litro e mezzo per averne uno. Le lattine di alluminio valgono di più: 9 centesimi turchi per una lattina da mezzo litro.

Inoltre, le persone che ricicleranno di più avranno ulteriori vantaggi, come sconti per eventi e biglietti di teatro. I primi distributori sono stati installati nella stazione della metro I.T.U.-Ayazaga, vicina al distretto finanziario di Maslak ed entro la fine dell’anno ce ne saranno altri 100 in 25 posti diversi, tra cui scuole e università.

La Turchia è il terzo paese d’Europa per produzione di rifiuti domestici e commerciali, preceduta da Germania e Francia, ed è all’ultimo posto riguardo alla questione riciclo (Fonte). Secondo il ministero dell’ambiente turco l’anno scorso e nei primi tre mesi del 2018 è stata riciclata la metà di tutte le bottiglie di plastica, oltre a 1,7 milioni di tonnellate di carta e cartone.

Non vi pare un bellissimo esempio che potremmo mutuare anche qui da noi?

]]>
http://www.mag24.es/2018/10/28/a-istanbul-il-biglietto-della-metro-si-paga-con-le-bottiglie-di-plastica/feed/ 0
Vuoi risparmiare 1378€ Da spendere come vuoi? Ecco il semplice metodo delle 52 settimane http://www.mag24.es/2018/10/20/vuoi-risparmiare-1378e-da-spendere-come-vuoi-ecco-il-semplice-metodo-delle-52-settimane/ http://www.mag24.es/2018/10/20/vuoi-risparmiare-1378e-da-spendere-come-vuoi-ecco-il-semplice-metodo-delle-52-settimane/#respond Sat, 20 Oct 2018 11:10:40 +0000 http://www.mag24.es/?p=84495

Anche se si dice che i “soldi non fanno la felicità“, sono ugualmente il pensiero fisso di tutti quanti quando capita un evento inaspettato come un problema alla macchina o un improvviso mal di denti. Tutte queste cose richiedono un esborso economico non indifferente, tanto che le fatiche lavorative giornaliere potrebbero essere vanificate in poco tempo. È sempre utile avere una bella somma da parte per utilizzarla in queste occasioni, ma sappiamo tutti quanti quanto possa essere difficile riuscire a metterla da parte. Per fortuna esiste il metodo delle 52 settimane!

Il desiderio di ogni lavoratore è riuscire a mettere da parte un bel gruzzolo di soldi da utilizzare nei casi di emergenza oppure per togliersi qualche sfizio dopo anni di duro lavoro. Con il metodo di risparmio che ora vi spiegheremo, sarà possibile mettere da parte fino a 1378€ in 52 settimane, circa un anno di sacrifici. Certo, è una sfida per chiunque intraprenda questa strada, però è anche un modo per affrontare i momenti difficili con un pensiero in meno!

Ciò che vi serve è un barattolo, un’etichetta dove stampare o scrivere una tabella e tanta voglia di mettersi in gioco!

Come potete vedere dalle immagini, la tabella è composta da 4 colonne: la prima è il numero della settimana, la seconda è l’arco temporale entro il quale raggiungere l’obiettivo, la terza è la cifra da inserire e la quarta è il totale risparmiato fino a quel giorno. Anche se con l’avanzare delle settimane diventa sempre più difficile mettere da parte la somma prevista, non è impossibile riuscire nell’impresa!

Dopotutto durante l’ultimo mese è richiesto di mettere da parte una cifra totale di circa200€, un’inezia se consideriamo il tesoro finale!

]]>
http://www.mag24.es/2018/10/20/vuoi-risparmiare-1378e-da-spendere-come-vuoi-ecco-il-semplice-metodo-delle-52-settimane/feed/ 0