Home / BENESSERE / Colpito da ictus, portano il suo cagnolino in ospedale e all’uomo accade l’impensabile: come se fosse un miracolo

Colpito da ictus, portano il suo cagnolino in ospedale e all’uomo accade l’impensabile: come se fosse un miracolo

Una storia toccante, commovente, che arriva dall’ospedale Santa Maria Nuova di Firenze. Un uomo, colpito da ictus, era in lieve via di miglioramento. Ma quanto ha visto il suo cagnolino accanto al letto, per la prima volta da tempo, è riuscito a pronunciare in modo spontaneo delle frasi. Una sorta di piccolo miracolo dietro al quale c’è il cagnetto Phoebe, il quale ha iniziato a scodinzolare per poi appoggiarsi alle gambe del suo padrone, che non vedeva da tempo. La storia è stata resa nota dall’Azienda sanitaria Toscana Centro, che ha rivelato come l’incontro era stato pianificato e organizzato dall’assistenza infermieristica.

La coordinatrice Paola Poggiali ha predisposto l’intero reparto insieme ai medici e tutto il necessario per accogliere Phoebe, rispettando le procedure previste di igiene e sicurezza con l’obiettivo di tutelare il paziente, gli altri ricoverati e il personale stesso particolare (ovviamente è stato richiesto il libretto che attestasse le vaccinazioni del cagnolino). “Non è la prima volta – commenta Francesca Ciraolo, direttore del presidio ospedaliero – che accade di portare gli animali di affezione nei nostri reparti, anche quelli più critici come le terapie intensive e ringrazio il personale per la disponibilità ad assecondare e promuovere questo importante progetto che rappresenta un valore aggiunto nella nostra assistenza agli ammalati”, ha concluso Ciraolo.

loading...

Check Also

Il medoto più semplice per eliminare lo stress: non immaginerete mai quanto sia facile ed efficace

Trascorrere 15 minuti al giorno da soli riduce irritabilità ed emozioni negative. Lo suggerisce uno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *