Home / NEWS / POMPIERI UCCISI, GLI AVVOCATI DELL’ASSASSINO SENZA VERGOGNA: cosa raccontano per provare a difenderlo

POMPIERI UCCISI, GLI AVVOCATI DELL’ASSASSINO SENZA VERGOGNA: cosa raccontano per provare a difenderlo

Pompieri morti nell’esplosione, Gianni Vincenti piange e continua a dire che non voleva uccidere

Udienza di convalida del fermo per la morte dei tre pompieri: lunedì il provvedimento. L’accusato è assistito dai difensori di fiducia Vittorio Spallasso e Laura Mazzolini.

ALESSANDRIA. Si è svolta ieri pomeriggio nel carcere Don Soria di Alessandria, davanti al gip Aldo Tirone, l’udienza di convalida del fermo cui è stato sottoposto, da stanotte, Gianni Vincenti, accusato del crollo doloso della casa di Quargnento, di omicidio doloso plurimo (tre vigili del fuoco sono morti sotto le macerie) e di lesioni volontarie (due pompieri e un carabiniere feriti). Atteso per lunedì il provvedimento.

Vincenti, assistito dai difensori di fiducia Vittorio Spallasso e Laura Mazzolini, ha confermato tutto quanto già aveva confessato al procuratore della Repubblica Enrico Cieri nel lungo interrogatorio di ieri notte al Comando provinciale dei carabinieri.

«Piange, piange – hanno spiegato i legali appena usciti dal carcere -, gli sono stati somministrati farmaci, riprendendo la terapia antidepressiva che da tempo seguiva a casa».

Aggiungono gli avvocati Spallasso e Mazzolini: «Ha ripetuto al giudice quel che aveva già detto al procuratore e cioè che non c’era la volontà di uccidere, l’ha fatto per incassare i soldi dell’assicurazione. Quando, però, una persona che non è un criminale si mette a fare cose di questo tipo, poi non le governa più».

«Appena è stato avvertito da un vicino dell’incendio di mezzanotte, si è precipitato a Quargnento» riferisce Spallasso. L’esplosione mortale, purtroppo, era avvenuta pochissimi minuti prima.

loading...

Check Also

“NON MI PERMETTONO DI DIFENDERMI” Bossetti, la clamorosa denuncia contro la Procura: vuoi vedere che vogliono evitare che possa dimostrare la sua innocenza?

Lettera di Massimo Bossetti a “Libero quotidiano” Ill.mo Dott. Feltri buongiorno, Le chiedo gentilmente di non …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *