Home / NEWS / “COSA GLI HO VISTO FARE PRIMA DELLA DIRETTA”- Renzi contro Salvini, il retroscena di un testimone illustre

“COSA GLI HO VISTO FARE PRIMA DELLA DIRETTA”- Renzi contro Salvini, il retroscena di un testimone illustre

Nemici per finta, Matteo Renzi e Matteo Salvini. In studio a Porta a porta, i leader di Italia Viva e Lega se le sono date di santa ragione, per la gioia di Bruno Vespa e Raiuno. Ma lontano dalle telecamere, suggerisce il direttore del Quotidiano nazionale Michele Brambilla, il loro rapporto era molto meno astioso. Quasi amichevole, sicuramente collaborativo. E l’opinione di Brambilla non è da poco, visto che era uno dei due giornalisti (l’altro, il direttore della StampaMaurizio Molinari) in studio insieme ai due litiganti.  

“Sembravano l’uno la copia dell’altro, i due Mattei”, ironizza il direttore nel suo editoriale. A cominciare dai vestiti blu, passando per gli slogan e gli auto-spot, la retorica molto social spesa anche in tv, la quasi ostentata rimozione del tema-governo anche se i due sembrano avere un obiettivo comune: “Far sloggiare il professor Giuseppe Conte da Palazzo Chigi”.
 
“Visti da vicino ieri sera, ci sono parsi così: Renzi è stato più cattivo e più efficace, ma è il primo a sapere di non aver tolto a Salvini neppure un voto – suggerisce ancora Brambilla -. Magari ne ha guadagnati un po’ per lui, di voti: ma non ha scalfito il consenso di un rivale che con il popolo di oggi è più in sintonia”. “Ci resta tuttavia, della serata di ieri, un’immagine. Quella dei due Matteo che, prima del duello tv, si prendono sottobraccio e si appartano per qualche secondo, parlottando a bassa voce”. Chissà cosa si sono detti.

loading...

Check Also

MANNOIA STA CON I DELINQUENTI! Così insulta Salvini perchè si permette di proteggere la Polizia

La cantante, come noto, è una delle tante ex elettrici del centrosinistra deluse sia dal …

Un commento

  1. Si direbbe che Salvini abbia dovuto regalare un po’ di visibilità a Renzi, in fondo GIOCANO NELLA STESSA SQUADRA:
    In ECONOMIA che è ciò che conta, in cosa sono diversi i due Mattei, Conte, Letta, Monti, GRILLO?… in NIENTE: sono assolutamente IDENTICI.
    Nessuna uscita dall’Euro, nessuna uscita dalla UE, sottomissione alla maggioranza UE (Francia e Germania).
    Circa l’IMMIGRAZIONE sono poi così DIVERSI?
    Guardate la faccia del responsabile immigrazione della Lega…
    …inoltre Salvini ha chiuso i porti, ma aperto gl’aeroporti, con i famigerati “corridoi umanitari” non ha espulso nessuno e non ha nemmeno parlato di cancellare i “ricongiungimenti famigliari” (ne entrano 200 MILA all’anno) ne vuole saperne di TORNARE allo JUS SANGUIS
    In Italia TUTTI i partiti ci hanno VENDUTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *