Home / NEWS / VEDIAMO SE AVETE LE PALLE PER CACCIARMI: Paragone senza freni, così demolisce Di Maio e Cinquestelle

VEDIAMO SE AVETE LE PALLE PER CACCIARMI: Paragone senza freni, così demolisce Di Maio e Cinquestelle

Gianluigi Paragone smentisce le voci che circolano su un suo possibile ritorno alla Lega e assicura: “Fino a che non mi sbattono fuori, io resto dentro”. Messaggio ambivalente, a voler essere maliziosi: ritorno nel Carroccio solo dopo l’eventuale cacciata? Chissà. Il grillino dissidente mostra di non preoccuparsi. Al contrario, a suo giudizio, a doversi preoccupare della deriva che sta prendendo il Movimento dovrebbe essere il suo capo politico, Luigi Di Maio, e non solo: “Leadership di Di Maio? Rischia di essere a rischio il Movimento stesso – spiega ai microfoni di Radio Capital -, nel momento in cui si dà a una trasformazione magmatica senza spiegazioni”.

E ancora: “Se non dai un’idea di società l’elettore se ne va”. Il riferimento è chiaro. A Paragone, come a tanti altri pentastellati, non è andata giù l’alleanza al governo con il Pd, da sempre il loro più acerrimo nemico. A non essere visto di buon occhio neppure Di Maio. La sua leadership è stata messa al bando e rischia di essere sostituita con un direttorio di dodici personalità differenti. I grillini giustificano la scelta con “la necessità di più democrazia”, ma a molti sembra una vera e propria detronizzazione del titolare della Farnesina. E Paragone, che di Di Maio ormai è un oppositore interno, dunque tentenna: nessuno addio, per ora, perché forse la testa del capo politico può saltare.

loading...

Check Also

Scomparsa Roberta Ragusa, il bellissimo gesto della figlia Alessia: “Un amore che dura per sempre”

Roberta Ragusa svanì nel nulla la notte tra il 12 e il 13 gennaio 2012, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *