Home / NEWS / TERREMOTO, TERRORE IN PUGLIA: violenta scossa in Albania, crolli e decine di feriti

TERREMOTO, TERRORE IN PUGLIA: violenta scossa in Albania, crolli e decine di feriti

Una violenta scossa di terremoto di magnitudo 5.8 è stata registrata alle 16:04, ora italiana, sulla costa settentrionale dell’Albania. L’epicentro è stato localizzato nei pressi di Durazzo, non lontano da Tirana, l’ipocentro a 20 chilometri di profondità. La scossa è stata avvertita anche in diverse parti del sud Italia. Secondo quanto riportano i media locali, alcune abitazioni sarebbero crollate e ci sarebbero almeno 40 feriti.

In alcune zone della città di Durazzo è saltata l’elettricità, mentre a Tirana sarebbe stato evacuato un interno palazzo per i danni riportati. Nelle strade della capitale la gente impaurita si è riversata nelle strade. Fonti mediche hanno precisato che i feriti nella città sono almeno 40, tra cui molti bimbi e ragazzi giovanissimi. Uno dei feriti sarebbe in condizioni critiche. Altre due persone sono rimaste leggermente ferite a Helmes, a 10 km da Tirana, dove una decina di case sono crollate.

In Puglia decine di chiamate ai vigili del fuoco – Il sisma è stato avvertito anche su tutta la costa adriatica pugliese. La Protezione civile regionale, in costante contatto con il Dipartimento nazionale per il monitoraggio della situazione, ha effettuato le prime verifiche e, al momento, non risultano danni in Puglia. A Lecce sono state circa un centinaio le telefonate giunte ai vigili del fuoco dai cittadini allarmati. Le scosse sono state avvertite ai piani alti anche a Bari, ma sono state solo tre le segnalazioni giunte al 115 del capoluogo pugliese.

loading...

Check Also

SAN GIOVANNI HA FATTO IL MIRACOLO: a pochi giorni dalla manifestazione di Roma, gli incredibili sondaggi su Salvini e Meloni sono

Chiamiamolo il “miracolo di San Giovanni”. Il sondaggio Tecnè per Quarta Repubblica, talk politico di Nicola Porro su Rete4, conferma …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *