Home / BENESSERE / “Salute a rischio se usi la lavastoviglie così”. Lo studio choc. È abitudine di tutti, ma stiamo sbagliando da sempre e non ce ne siamo mai resi conto

“Salute a rischio se usi la lavastoviglie così”. Lo studio choc. È abitudine di tutti, ma stiamo sbagliando da sempre e non ce ne siamo mai resi conto

Quante volte abbiamo benedetto l’inventore della lavastoviglie? Lavare i piatti non piace a nessuno, ammettiamolo. Eppure… Dopo aver letto questo studio forse ci facciamo un pensierino al ritorno ai  cari vecchi guanti e al sapone. Nelle nostre lavastoviglie potrebbero celarsi batteri potenzialmente mortali. Il comunissimo elettrodomestico, infatti, può ospitare di tutto: dall’E.coli, che causa avvelenamento da cibo ad altri agenti patogeni legati a infezioni del tratto urinario, della pelle e addirittura del rivestimento del cuore. Lo ha scoperto un gruppo di ricercatori dell’Università di Lubiana, in Slovenia, in un studio pubblicato sulla rivista Applied and Environmental Microbiology. Sebbene i batteri trovati possono essere innocui, nelle persone con un sistema immunitario compromesso, come coloro che sono sottoposti a chemioterapia o che hanno subito un trapianto d’organo, possono essere anche mortali. Secondo i ricercatori, i batteri e i funghi entrano nelle lavastoviglie attraverso l’acqua del rubinetto che le rifornisce, oltre che attraverso alimenti contaminati. Per questo gli studiosi raccomandano alle persone di ridurre il rischio infezione permettendo alla lavastoviglie di raffreddarsi prima di aprirla.

Per arrivare a queste conclusioni i ricercatori hanno analizzato 24 sigilli di gomma di lavastoviglie utilizzate in alcune abitazioni. Hanno anche analizzato l’acqua che rifornisce l’elettrodomestico. Ebbene, dai risultati è emerso che molte lavastoviglie contengono batteri, tra cui Escherichia, che copre ceppi come E.coli che causano avvelenamento alimentare mortale negli esseri umani. Inoltre contengono Pseudomonas, che può causare infezioni al torace, e l’Acinetobacter, che è collegato alle infezioni delle vie urinarie, della pelle e del rivestimento del cuore. Oltre ai batteri, le lavastoviglie contengono spesso anche funghi come la Candida. (Continua a leggere dopo la foto)

Secondo i ricercatori questi agenti patogeni potrebbero liberarsi nelle case attraverso l’aria calda prodotta da un ciclo di lavastoviglie. Per questo invitano a non aprire la lavastoviglie prima che si raffreddi. L’esposizione agli agenti patogeni può anche essere ridotta al minimo pulendo la guarnizione in gomma che circonda lo sportello interno della lavastoviglie dopo ogni ciclo per prevenire l’accumulo di batteri e funghi. I microbi spesso si appostano su quel sigillo in quanto rappresenta un ambiente per loro più sicuro rispetto all’interno della lavastoviglie che è calda e umida. Insomma, maneggiare con cura!

loading...

Check Also

Muore a 10 anni, aveva mangiato un hamburger contaminato della Lidl

Una notizia che arriva dalla Francia e che lascia un senso di pesantezza sul cuore. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *