Home / NEWS / LA MOGLIE DI BEPPE GRILLO CONVOCATA DAL GIUDICE! NON È SEMPLICEMENTE UN’AUDIZIONE DI ROUTINE: cosa chiederanno sul conto del figlio accusato di stupro

LA MOGLIE DI BEPPE GRILLO CONVOCATA DAL GIUDICE! NON È SEMPLICEMENTE UN’AUDIZIONE DI ROUTINE: cosa chiederanno sul conto del figlio accusato di stupro

marco grasso per La Stampa

A fine mattinata c’è chi strabuzza gli occhi, nella lussuosa tranquillità del Pevero Golf Club: «Ma che stanno girando una fiction?», chiede una signora al barista del circolo. Nel cortile di fronte, dove comincia l’ingresso del residence privato dove da anni ha casa Beppe Grillo, va in scena la realtà più incredibile per questo angolo di Costa Smeralda: i carabinieri della sezione rilievi, coordinati dal procuratore di Tempio Pausania Gregorio Capasso, stanno ricostruendo passo passo la scena di uno stupro di gruppo.

Lo fanno minuziosamente, filmando ogni passaggio, sulla base del racconto della studentessa di vent’anni che ha denunciato per violenza sessuale il figlio del comico e tre amici, che l’avrebbero stuprata al termine di una serata di eccessi cominciata a dieci minuti di macchina da questo complesso, al Billionnaire di Flavio Briatore.

Il sopralluogo

Gli accertamenti vanno avanti tutta la mattina e hanno un obiettivo preciso: cristallizzare ogni singola testimonianza di quella sera. Sul luogo in cui sono avvenuti i fatti erano in sei. La vittima e i quattro ragazzi accusati di violenza sessuale – Ciro Grillo, giovane campione di salvate, gli amici Francesco Corsiglia, Edoardo Capitta e Vittorio Lauria – che si difendono sostenendo che la ragazza era consenziente. C’era poi un’amica di lei. I magistrati l’hanno interrogata due giorni fa: «Mi sono addormentata e non mi sono accorta di niente». Quello andato in scena secondo la denuncia della vittima, è uno stupro a cui hanno partecipato in quattro, uno dei quali ha anche ripreso tutto con il telefonino.

La villa in Costa Smeralda

La residenza dei Grillo è un appartamento spazioso, con un soggiorno, in cui si sarebbe assopita la testimone, e una camera da letto, in cui si sarebbe consumata la violenza. Ottanta metri quadri circa attraversati da un muro divisorio che separa l’altra ala della casa, dove quella notte ha dormito Parvin Tadjk, moglie del fondatore del Movimento Cinque Stelle, e madre di Ciro. La sua testimonianza – la donna sarà convocata nelle prossime settimane dal magistrato che sta coordinando l’inchiesta – non è semplicemente un’audizione di routine: ha sentito ho visto qualcosa di quanto accaduto nell’appartamento a fianco?

L’analisi dei cellulari

Ieri gli investigatori hanno gettato le basi per un altro passaggio fondamentale: l’estrazione dei file dei telefoni sequestrati ai quattro ragazzi. La copia forense permetterà di vedere i contenuti delle chat, e, soprattutto, di analizzare quel video così controverso da dividere gli avvocati delle due parti.

loading...

Check Also

ANCHE OGGI BERGOGLIO NON PERDE OCCASIONE PER TACERE: le sue preghiere? Solo ed esclusivamente per i rifugiati

Il Papa, dopo aver officiato al consueto Angelus domenicale, ho voluto rammentare l’appuntamento centrale della prossima …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *