Home / BENESSERE / Cancro alla prostata, cosa aiuta a ridurre il rischio: il cibo a portata di tutti di cui nessuno vi ha parlato

Cancro alla prostata, cosa aiuta a ridurre il rischio: il cibo a portata di tutti di cui nessuno vi ha parlato

La rivista International Journal of Cancer ha riportato i risultati di uno studio giapponese, secondo il quale mangiare funghi, due o tre volte a settimana, ridurrebbe il rischio di cancro alla prostata del 17%. I ricercatori hanno però precisato che resta da chiarire la ragione dell’effetto-scudo dell’alimento. Lo studio si è concentrato su un campione di 36.499 uomini, di età compresa fra 40 e 79 anni, in un periodo di osservazione di circa 13 anni.

Rispetto a chi consumava funghi meno di una volta a settimana, chi li mangiava una o due volte, mostrava un rischio di tumore prostatico inferiore all’8%, mentre coloro che erano soliti consumarli tre volte o più, arrivava, appunto, a un -17%. Purtroppo nello studio “non sono state raccolte informazioni sulla tipologia di funghi consumati, ed è quindi difficile sapere quali, in particolare, hanno contribuito ai risultati osservati”, ha fatto sapere Shu Zhang della Tohoku University School of Public Health. Shu ha quindi aggiunto: “Rimane inoltre incerto il meccanismo per cui i funghi sarebbero protettivi contro il cancro alla prostata”. 

loading...

Check Also

VORRESTE SAPERE LA DATA DELLA VOSTRA MORTE? Con un semplice esame del sangue sarà possibile sapere se potrà avvenire entro i 10 anni

Se poteste scoprire esattamente quando morirete, vorreste saperlo? Gli scienziati del “Max Planck Institute for …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *