Home / NEWS / SGARBI, RISCHIA LA DENUNCIA PER LA FOTO CHE PRENDE PER I FONDELLI IL GOVERNO DEL GOLPE

SGARBI, RISCHIA LA DENUNCIA PER LA FOTO CHE PRENDE PER I FONDELLI IL GOVERNO DEL GOLPE

Vittorio Sgarbi si esprime sul nuovo governo postando una foto dei ministri che lo compongono,

Nel giorno in cui è previsto il giuramento dei nuovi ministri, Sgarbi ironizza e posta sul suo profilo Facebook “una prima foto del Governo al completo“. Da sempre critico sull’alleanza Pd-M5S, anche in questa occasione non manca di attaccare Democratici e Pentastellati.

Vittorio Sgarbi su nuovo governo

Il governo Conte bis è quasi ufficialmente in carica. Il Presidente del Consiglio incaricato ha presentato al Colle la lista dei ministri e gli stessi sono attesi oggi, giovedì 5 settembre, per il giuramento. Il voto di fiducia sarebbe previsto per lunedì 9 alla Camera e martedì 10 al Senato.

Tra i tanti post ironici che l’opposizione sta condividendo sul web, spicca quello di Vittorio Sgarbi. Il critico d’arte ha pubblicato sul suo profilo una foto che ritrae “in anteprima” gli esponenti del nuovo esecutivo.

Post Sgarbi

Lo scatto immortala una decina di capre in posa davanti all’obiettivo. Moltissime le reazioni degli utenti, che vanno da “Capra, capra, capra” a “Povere, sono più intelligenti di certe persone“.

Sgarbi non ha mai tenuto nascosto il suo pensiero sulla maggioranza Pd-M5S, che ha definito “Un governo del tutto slegato dagli elettori fatto soltanto di morti e incapaci, con un Presidente che nessuno ha mai eletto“. E ancora: “Un governo di opportunisti e di perdenti nato solo per spartirsi i ministeri“. L’unica soluzione possibile per lui sarebbe stata andare al voto, “almeno i grillini ne avrebbero persi la metà“.

Pur avendo ironicamente sperato che partisse per poter “finalmente fare il grillo di Grillo“.

loading...

Check Also

ANCHE OGGI BERGOGLIO NON PERDE OCCASIONE PER TACERE: le sue preghiere? Solo ed esclusivamente per i rifugiati

Il Papa, dopo aver officiato al consueto Angelus domenicale, ho voluto rammentare l’appuntamento centrale della prossima …

Un commento

  1. In Italia c’è già una DITTATURA se si rischia una denuncia per aver fatto della satira politica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *