Home / NEWS / SAREBBE LA FINE DEI CINQUESTELLE: GENTILONI ERA AL QUIRINALE, SI PROFILA UNO SCAMBIO VERGOGNOSO DI POLTRONE

SAREBBE LA FINE DEI CINQUESTELLE: GENTILONI ERA AL QUIRINALE, SI PROFILA UNO SCAMBIO VERGOGNOSO DI POLTRONE

La delegazione del Pd è salita al Quirinale per le consultazioni e accanto al segretario Nicola Zingaretti c’era, un po’ a sorpresa e in modo “irrituale”, anche il presidente del partito Paolo Gentiloni. La presenza dell’ex premier (insieme ai due capigruppo di Camera e Senato Graziano Delrio e Andrea Marcucci e alla vice-segretaria Paola De Micheli) potrebbe non essere un caso.

Le parole di Zingaretti, innanzitutto. “Abbiamo espresso al Capo dello Stato la disponibilità a verificare la formazione di una diversa maggioranza per dare vita a un governo nel segno della discontinuità. Riteniamo utile provare a dare vita a un esecutivo di svolta”. Se non ci sono le condizioni, “allora siamo per il voto anticipato”, ha chiarito il segretario enunciano i “principi non negoziabili” del Pd: “Una chiara e indiscussa scelta europeista, il pieno riconoscimento della democrazia rappresentativa con la centralità del Parlamento, una svolta radicale delle scelte economiche e di sviluppo con ambiente, redistribuzione e ambiente al centro per evitare inasprimenti fiscali a cominciare dall’Iva, una svolta con la Ue rispetto ai decreti approvate in questi mesi”. Di fatto, quanto richiesto mercoledì mattina dopo la direzione Pd ma con una nota aggiuntiva significativa: “Per noi non è una scelta facile perché l’eredità del precedente governo è pesante”. Zingaretti di fatto rilancia la palla nel campo del M5s, che ancora non si è espresso su quei 5 punti.

In ballo infatti c’è anche la questione poltrone, e qui si arriva a Gentiloni. Il M5s vorrebbe un Giuseppe Conte bis, Zingaretti ha rifiutato. Si discute di nomi più neutri (Cartabia, Cantone, Giovannini) o meno divisivi (Fico, Enrico Letta). Ma nel domino di incarichi potrebbe rientrare anche la nomina del commissario italiano Ue e secondo Repubblica i grillini avrebbero messo sul piatto una proposta indecente: mandare proprio Gentiloni in Commissione Ue, un posto al Pd in cambio magari di un grillino a Palazzo Chigi.

loading...

Check Also

ANCHE OGGI BERGOGLIO NON PERDE OCCASIONE PER TACERE: le sue preghiere? Solo ed esclusivamente per i rifugiati

Il Papa, dopo aver officiato al consueto Angelus domenicale, ho voluto rammentare l’appuntamento centrale della prossima …

Un commento

  1. MATTEO RENZI CI HA MESSO 3 LUNGHI ANNI A DISTRUGGERE IL PD E DI MAIO IN UN GIORNO LO HA RICOMPATTATO PER IL POTERE DELLE POLTRONE 25.000 EURO MESE.
    BRAVO DI MAIO HAI FATTO UN’OPERAZIONE CHE SOLO TU CON LA TUA FACCIA DI BRONZO POTEVI FARE😀
    LASCIATE FARE A RENZI è UN’ARTISTA A ROTTAMARE I PARTITI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *