Home / NEWS / RENZI CONTRO ZINGARETTI, QUELLO CHE E’ SFUGGITO A MOLTI: PD e M5s, perché può saltare tutto

RENZI CONTRO ZINGARETTI, QUELLO CHE E’ SFUGGITO A MOLTI: PD e M5s, perché può saltare tutto

Il premier Giuseppe Conte non si è ancora dimesso e nel Pd va in scena un nuovo, drammatico cambio di rotta. Matteo Renzi, in Senato, corregge il tiro dichiarandosi a favore di un governo con il Movimento 5 Stelle, anche di breve durata, per disinnescare l’aumento dell’Iva e la manovra. In quel governo, spiega, “io non ci sarò”. Renzi, che controlla la maggioranza dei gruppi parlamentari, avrebbe così diritto di vita e di morte sull’esecutivo a cui però il segretario Nicola Zingaretti dovrà mettere la faccia. E per ribadire la sua volontà di far partire il governo in ogni modo, ai microfoni del TgLa7 eviterà accuratamente di parlare di durata (“Non mettetemi contro il partito”) e non porrà alcun veto sulla presenza nel governo dello stesso Conte e del grillino Luigi Di Maio. In contemporanea al discorso di Renzi in Senato, il governatore del Lazio parte da un altro punto: quella di Conte è una critica tardiva, e ha mancato nella autocritica. “Dov’era in questi mesi?”, ha sottolineato Zingaretti, chiedendo una nuova linea ai 5 Stelle, quasi un rinnegare l’anno di governo a braccetto con Salvini, per poter formare un esecutivo “di legislatura”.

loading...

Check Also

ANCHE OGGI BERGOGLIO NON PERDE OCCASIONE PER TACERE: le sue preghiere? Solo ed esclusivamente per i rifugiati

Il Papa, dopo aver officiato al consueto Angelus domenicale, ho voluto rammentare l’appuntamento centrale della prossima …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *