Home / NEWS / Vedova multata al funerale di suo marito. 70 euro. Cosa ha fatto la donna

Vedova multata al funerale di suo marito. 70 euro. Cosa ha fatto la donna

A Mestre anche morire ha le proprie regole. Lo sa bene una signora che si è vista addebitare una multa di 70 euro per essere arrivata in ritardo al funerale del marito. La storia è questa: il marito viene a mancare il giorno di Natale e il corteo funebre formato come si conviene da parenti e amici, insieme alla stessa vedova, arriva al cimitero con venti minuti di ritardo. Tanto è bastato all’impresa di pompe funebri per attribuire alla signora una sanzione di 70 euro.

Una ventina di minuti di ritardo non sono ammessi nei comuni del trevigiano ad un funerale. Per gentile concessione, se ne prevedono al massimo 15. Vietato oltrepassare il limite. La decisione dell’agenzia funebre di sanzionare la donna ha ovviamente scatenato la polemica. 

La direttiva è partita dal Comune di Mestre che ha multato con un’ammenda di 70 euro l’impresa di pompe funebri, questa, a sua volta, ha caricato la sanzione sul conto della vedova che si è così vista addebitare la penale per il ritardo. La signora, una psichiatra mestrina, ha lamentato non tanto il fatto di dover pagare l’addizionale che le è stata attribuita, quanto la beffa di essere stata multata per essere arrivata in ritardo al funerale del marito.  (continua dopo la foto)

D’altronde è tutto riportato nelle norme del Comune. Il Regolamento comunale di Polizia mortuaria, che ha validità in tutti i 16 cimiteri del Comune, prevede da nove anni una “maggiorazione sepoltura in ritardo”, pari al 25% della tariffa, da applicare per ritardi superiori ai 15 minuti.  (continua dopo la foto)

E, essendo il ritardo della vedova eccedente le normative, il regolamento funebre è stato severamente applicato. Non è mancata, ragionevolmente, la rabbia dei familiari del defunto, che hanno segnalato l’assurdità della vicenda a Il Gazzettino.
loading...

Check Also

ERA FATTO DI COCAINA IL PADRE CHE HA AMMAZZATO IL FIGLIO GUIDANDO IN DIRETTA FACEBOOK: le incredibili scoperte dei sanitari durante il ricovero

Da www.lastampa.it Fabio Provenzano, 34 anni, che dieci giorni fa si è schiantato con l’auto lungo …

Un commento

  1. Queste multe vanno pagate con lo stesso “denaro” con cui pagò gli sbirri il mio meccanico quando gli fecero la multa per avere parcheggiata in officina l’auto della figlia: prese la prima cosa che gli capitò sotto mano, era l’albero a cammes dell’Alfa… una sorta di spranga nodosa in acciaio temprato e percosse i vili gabellieri… alla fine gli costò meno PRENDERSI UNA SODDISFAZIONE CHE PAGARE LA MULTA… i vile gabelliere ci rimise il menisco… ma tranquilli… che va tutto in prescrizione.
    Perseguitare gl’italiani mentre, cinesi, zingari, negri ed islamici fanno ciò che vogliono mi puzza di GOVERNO DI OCCUPAZIONE AL SOLDO DEGL’INVASORI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *