Home / NEWS / Terrore in spiaggia, poteva essere una strage: un pezzo di montagna è crollato in mezzo ai bagnanti

Terrore in spiaggia, poteva essere una strage: un pezzo di montagna è crollato in mezzo ai bagnanti

Attimi nonproprio sereni in spiaggia, vissuti dai bagnanti che approfittavano del primo vero caldo di questa stagione dopo settimane di ‘capricci’ meteorologici. È successo tutto all’improvviso. Due cedimenti, l’uno a distanza di un’ora dall’altro, si sono verificati martedì mattina mattina sulla nota spiaggia del Frate di Numana. Il crollo ha causato una enorme nuvola di polvere che, come raccontato dai presenti ma anche evidente dalle immagini, ha addirittura oscurato la vista nell’area.

Tanta comprensibile paura per i bagnanti presenti, anche perché inizialmente si è subito penasto a un terremoto più che a uno smottamento. “Si è sentito un boato prima di entrambe le due frane – ha raccontato alla stampa locale Roberto Bruni, consigliere comunale di Loreto che si trovava in spiaggia e ha assistito al tutto – Vederle in diretta fa uno strano effetto. Fortunatamente, grazie al divieto di accesso imposto, nessuno si è fatto male”.

Non ci sono stati feriti anche perché si tratta di un tratto di costa in cui vige il divieto di balneazione. Quando il polverone si è dissolto, i presenti si sono resi conto che le frane avevano interessato la falesia. Un episodio non propriamente insolito in quella lingua di spiaggia che segna il confine tra Numana e il Sirolo.

Lo scorso anno, diftti, un fenomeno simile era avvenuto anche al Trave e poi, esattamente un anno fa, sempre sulla spiaggia del Frate, e anche in quell’occasione, nessuno era rimasto coinvolto.

Secondo gli esperti, il cui parere è stato raccolto dal Resto Del Carlino, i distacchi di materiale dalla falesia sono più frequenti con le alte temperature estive: sarebbe un fenomeno localizzato dovuto all’arretramento della costa e all’erosione superficiale. Altri episodi analoghi si erano verificati nel 2016, ma in quel caso per la forte scossa sismica del 24 agosto che aveva devastato le Marche e sconvolto anche il promontorio.

loading...

Check Also

Travaglio gli ha tagliato la paghetta: ecco perchè Di Battista fa il giro delle tv a dire che si ricandida

Francesco Specchia per “www.liberoquotidiano.it” «E mo’ basta. Mo’ questo ce sta veramente fracanando le palle…». Come …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *