Home / NEWS / Sparò al ladro per difendere la famiglia, la folle condanna in Appello dopo che il Pm ne ha chiesto l’assoluzione

Sparò al ladro per difendere la famiglia, la folle condanna in Appello dopo che il Pm ne ha chiesto l’assoluzione

Confermata la sentenza di primo grado per Walter Onichini, 38 anni, commerciante di carni padovano.

Quattro anni e 11 mesi di carcere per tentato omicidio.

La notte tra il 21 e il 22 luglio 2013 sparò al ladro albanese Elson Ndreca che aveva razziato la sua villetta a Legnaro e stava scappando a bordo della sua auto. La sentenza è stata pronunciata dalla seconda sezione della Corte d’appello Venezia presieduta dal giudice Carlo Citterio.

Onichini era accusato di tentato omicidio aggravato.

Il procuratore generale Giancarlo Buonocore, che in aula rappresenta la pubblica accusa di fronte ai giudici d’appello, aveva chiesto l’assoluzione.

Il motivo? Nessun tentato omicidio: il reato era stato riqualificato in lesioni colpose per aver creduto di agire in stato di legittima difesa putativa e, di conseguenza, aver agito con eccesso colposo nella legittima difesa. Il risultato: non doversi procedere mancando la querela di Elson Ndreca, il ladro che si era costituito parte civile reclamando un risarcimento di 325 mila euro dopo essere fuggito in Albania. Non a caso : per il colpo nella villetta di Onichini era stato condannato 3 anni e 8 mesi, sentenza ormai definitiva.

Il difensore di Onichini, il penalista padovano Ernesto De Toni, aveva sostenuto la tesi della legittima difesa putativa:quando Onichini aveva sparato _ aveva insistito il legale _ pensava di potersi difendere in quel modo perché era in stato di grave turbamento.

loading...

Check Also

FELTRI SHOW IN DIRETTA TV: “Lampedusa è meglio di Lourdes, tutti i migranti malati sulle barche arrivano e dopo 10 minuti stanno benissimo”

Vittorio Feltri, direttore di Libero, dice quello che nessuno in tv ha il coraggio di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *