Home / NEWS / “Poveri noi…” Bianca Berlinguer e il segreto su suo padre, cosa pensava davvero dei comunisti dopo quel viaggio in Russia

“Poveri noi…” Bianca Berlinguer e il segreto su suo padre, cosa pensava davvero dei comunisti dopo quel viaggio in Russia

A 35 anni dalla morte del leader del Pci, Bianca Berlinguer ricorda sulle pagine di Repubblica “la sua lezione ancora viva”. La giornalista di Cartabianca racconta papà Enrico e dice: “Non voleva che lo pensassero triste, non lo era”. Interessante, tra le altre cose, il passaggio sullo strappo dall’Urss. Fu criticato perché ci mise tanto a farlo. “Lo fece quando era sicuro di portarsi dietro tutto il partito”, dice Bianca. “Ma in realtà il suo distacco era maturato da tempo. Già nel 1977 a Mosca il suo discorso sul valore universale della democrazia venne accolto da una reazione glaciale. E nel 1973 c’ era stato il gravissimo incidente stradale in Bulgaria: lui era convinto che si fosse trattato di un attentato”. “Ricordo quando arrivammo a Jalta in nave”, continua Bianca,  “nel nostro unico viaggio in Unione Sovietica: guardando verso la banchina papà diceva: ‘Poveri noi, ecco Ponomariov (un altissimo dirigente del Pcus), ecco Smirnov’ (un importante funzionario). Era il 1979 e sapeva di essere un sorvegliato speciale”.

loading...

Check Also

ERA FATTO DI COCAINA IL PADRE CHE HA AMMAZZATO IL FIGLIO GUIDANDO IN DIRETTA FACEBOOK: le incredibili scoperte dei sanitari durante il ricovero

Da www.lastampa.it Fabio Provenzano, 34 anni, che dieci giorni fa si è schiantato con l’auto lungo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *