Home / CURIOSITA / 16enne viene bocciato. Il padre gli cerca lavoro a 1 euro l’ora per punizione

16enne viene bocciato. Il padre gli cerca lavoro a 1 euro l’ora per punizione

Le scuole stanno finendo e molti genitori si trovano a dover affrontare le negligenze scolastiche dei propri figli. Non è di certo facile decidere come comportarsi di fronte a bocciature e brutti voti, e scegliere la giusta punizione o il giusto rimprovero è una vera impresa per molte famiglie. Tuttavia, sembra aver avuto le idee molto chiare un papà brianzolo, in cerca di un lavoro “di fatica” per suo figlio, come punizione per la bocciatura.

L’annuncio, pubblicato in un gruppo facebook, è diventato subito virale. Il padre, nella ferma intenzione di far capire al figlio cosa significhi impegnarsi nella vita, cerca un lavoro faticoso e poco remunerato. «Anche a 1 euro l’ora, per punizione a seguito di bocciatura. Solo periodo estivo». Una severa lezione, ma che indubbiamente potrebbe lasciare il segno per il ragazzo, 16 anni.

Salvatore, viene dalla Brianza e da subito specifica che l’intento non è quello di far guadagnare soldi al ragazzo, ma, al contrario, fargli capire cosa significa faticare e fare sacrifici. Al punto che il papà specifica: «Pagamento anche con baratto , del tipo lui lavora e io e mia moglie veniamo a mangiare (se si tratta di ristorazione)». Specifica inoltre di essersi informato sul fatto che il ragazzo può lavorare nonostante l’età, dato che a 16 anni è necessario soltanto il consenso dei genitori.

L’annuncio è diventato subito virale e ha scatenato un feroce dibattito, fra genitori entusiasti e altri che ritengono la punizione troppo severa. Indubbiamente si tratta di una punizione insolita e interessante, soprattutto date le recenti tendenze: in un periodo in cui, a fronte di note e brutti voti, i ragazzi vengono difesi e gli insegnanti attaccati, il consenso ricevuto dall’annuncio sembrerebbe essere un ritorno alla normalità.

loading...

Check Also

Sacchi da box installati nei marciapiedi delle vie del centro per alleviare lo stress

Una macchina che vi taglia la strada sulle strisce pedonali o un viaggio in metro …

Un commento

  1. Un meritatissimo plauso a quel papà, trovo giusta la punizione, assolutamente non severa. In questa società senza principi, senza rispetto, senza educazione e quant’altro vogliamo aggiungere, almeno un genitore, questo genitore, vuole indicare la strada giusta al proprio ragazzo. Questo è vero amore filiale, almeno per me.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *