Home / BENESSERE / “Era un ragazzo pieno di vita, ora devo pulirgli il sedere”, racconta mamma Julie. Il suo Carl, 28 anni, si è ridotto così in una frazione di secondo

“Era un ragazzo pieno di vita, ora devo pulirgli il sedere”, racconta mamma Julie. Il suo Carl, 28 anni, si è ridotto così in una frazione di secondo

La droga fa schifo. E il destino è beffardo. E la storia del giovane Carl, 28 anni, ne è la prova. Carl era un ragazzo sano e forte, questo prima della notte dell’ultimo dell’anno del 2014. Quella sera Carl, insieme agli amici, fa una follia: si fa una striscia di cocaina. Dopo 5 giorni lo colpisce un ictus e la sua vita cambia per sempre. A raccontarla è sua madre, Julie Ayres, che ha pubblicato le foto del figlio in ospedale, in modo che la sua vicenda potesse essere da monito per gli altri giovani.

“È straziante. Era così attivo e pieno di vita. Era una persona indipendente, con un lavoro. Ora devo pulirgli il sedere – ha raccontato la donna – Ci sono giorni in cui non vorrei alzarmi dal letto, ma alla fine lo faccio sempre. Con lui mi mostro allegra, ma quando esco dall’ospedale crollo. Non sopporto di vederlo in quelle condizioni. Onestamente non credo che tornerà mai alla normalità”.

Prima dell’ictus era un marine ed era forte, sano, bello. Poi, il giorno dopo l’assunzione della droga, è crollato ed è rimasto in terapia intensiva per quattro giorni. La famiglia ha anche considerato di spegnere la macchina, poi, però, il ragazzo ha cominciato a fare progressi. (continua dopo le foto)

Anche se migliora, la sua vita è diversa: ha bisogno di una sedia a rotelle per muoversi e si trova in un centro di riabilitazione, dove sua madre gli fa visita ogni giorno. Ora Julie non è più arrabbiata con il figlio ma si augura, almeno, che la sua esperienza, possa essere d’insegnamento per gli altri. (continua dopo le foto)

“Se posso ottenere che anche solo una persona si renda conto di cosa può accadere allora ne sarà valsa la pena. La gente non pensa possa succedere a loro. Carl è la prova che invece questo destino può toccare a chiunque”. Carl ora sta così.

loading...

Check Also

Ristoranti etnici e ‘All you can eat’? E’ pura porcheria: blitz dei Nas, quello che hanno scoperto è da brividi

Cibi scaduti, scongelati e ricongelati, mancato rispetto delle norme igieniche, etichette incomprensibili, importazioni vietate. Questo lo scenario che emerge …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *