Home / BENESSERE / Elena Santarelli, il tumore di Giacomo e quante possibilità ha di salvarsi: “Una pugnalata. Ho pianto in silenzio”

Elena Santarelli, il tumore di Giacomo e quante possibilità ha di salvarsi: “Una pugnalata. Ho pianto in silenzio”

È noto a tutti che Elena Santarelli, tra i volti più famosi della tv italiana, sta vivendo un periodo difficile a causa della malattia di Giacomo, il suo primo figlio. Mesi fa ha ricevuto la peggiore notizia per una mamma: suo figlio ha un tumore cerebrale. Lo ha raccontato subito, con coraggio e ripercorre l’inizio di quell’incubo, per lui e per suo marito Bernardo Corradi. Ha confessato di non aver mai pianto davanti a suo figlio, anche se spesso è stato davvero difficile: “Mai pianto, mai, mai. A volte, mi chiedo come sia possibile… Ma in certi frangenti, la forza arriva. Io non ho mai trattato mio figlio da malato, gli ho sempre detto che, mentre si fanno le chemio, si studia e questo ha creato una normalità nella mia vita e nella sua”.

Il racconto – Elena ha voluto divulgare a tutti il dramma familiare per due ragoni: per informare la gente, per dare forza a chi sta soffrendo per una persona che ama e chi sta lottando per questa battaglia, “il tumore”, spiega Elena, “non è detto che annienti la vita”. Ha spiegato che suo figlio Giacomo corre, ride e mangia, conduce una vita normale al 60-80 per cento e vorrebbe dare speranza a tutte le mamme che si ritrovano nella sua stessa situazione. E, inoltre, per sensibilizzare, chiedere aiuto per la ricerca, la Onlus Heal che si occupa proprio del tumore che ha colpito il piccolo Giacomo, la neuroncologia pediatrica del Bambino Gesù a Roma.

Il momento della tremenda notizia – Raccontando il giorno in cui i dottori hanno informato lei e suo Marito della malattia di suo figlio, ha detto: “La cosa peggiore è che non ero presente alla risonanza. Ero stata operata all’anca e avevo stampelle e dolori, è andato solo Bernardo, ma non avevamo sospetti, era un esame fatto per precauzione. Quando mio marito è tornato a casa, gliel’ho letto in faccia. Sono andata in bagno e ho vomitato. Poi, mi sono messa a piangere in silenzio, per non farmi sentire da mio figlio. Giacomo mi ha chiesto di giocare alla Playstation e l’ho fatto. Ho passato la notte su Internet a cercare le parole del referto e a chiamare amici che conoscevano medici”. (continua dopo le foto)

Proteggere Giacomo – Da questa terribile situazione, Elena Santarelli ha spiegato di aver dovuto imparare a comportarsi come se niente stesse accadendo: “La malattia non l’ha cambiato molto, ha solo perso i capelli. Ma sono stanca di chi mi dice “tanto è maschio”. Io ragiono con la sua testa e so che ne soffre. Mi strapperei i miei capelli per darli a lui”. (continua dopo le foto)

Ora si aspetta che i medici le dicano che Giacomo sta per finire la terapia, ci vorrà ancora tempo, il percorso è ancora lungo ma c’è una speranza che il suo bambino rientri nell’80 per cento delle persone che si salvano da questo brutto male. Un bambino ha il diritto di vivere, di affrontare la vita, anche le sue difficoltà. “Giacomo deve guarire”, è quello che tutti i fan, che non mancano di esprimere il loro affetto, chiedono, vogliono. Deve essere così. Per lui e per tutti i bambini che soffrono.

loading...

Check Also

NESSUNO LO AVEVA MAI SAPUTO PRIMA: Kate e la Regina Elisabetta hanno una malattia in comune! Il grave e incurabile disturbo che rende le loro vite un inferno

Kate Middleton è affetta dalla stessa malattia della Regina Elisabetta. Secondo quanto riportano i media britannici, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *