Home / NEWS / Ve lo ricordate Jury Chechi? Il grande gesto disperato: “Costretto a vendere tutti i suoi trofei” per salvare il luogo che lo ha fatto diventare un campione

Ve lo ricordate Jury Chechi? Il grande gesto disperato: “Costretto a vendere tutti i suoi trofei” per salvare il luogo che lo ha fatto diventare un campione

“Tengo molto ai miei trofei ma li metto all’asta per una buona causa”. Queste le parole di Jury Chechi che con un post su Facebook ha annunciato la volontà di vendere all’asta tutte le sue coppe perché la palestra Etruria, il centro in cui è cresciuto professionalmente, necessita di un nuovo impianto elettrico. È quella la struttura nel cuore di Prato in cui da giovane ha trascorso tutti i suoi giorni tra sudore e fatica. Sacrifici che però lo hanno ripagato portandolo in alto, precisamente all’oro delle Olimpiadi di Atlanta. Non una semplice palestra, dunque, ma il luogo del coronamento del suo successo. Ecco perché l’atleta ora è disposto a pagare un prezzo tanto alto, rinunciando ai suoi trofei pur di ottenere un ricavo ragguardevole. Un “piccolo gesto” che consentirà all’Etruria di sanare le attuali condizioni strutturali e, soprattutto, permetterà ai giovani sportivi di continuare ad allenarsi.

loading...

Check Also

FELTRI SHOW IN DIRETTA TV: “Lampedusa è meglio di Lourdes, tutti i migranti malati sulle barche arrivano e dopo 10 minuti stanno benissimo”

Vittorio Feltri, direttore di Libero, dice quello che nessuno in tv ha il coraggio di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *