Home / STORIE DI SPORT / Buffon senza vergogna: dopo l’ennesima figuraccia prova a fare il piangina sui suoi ‘problemi’ personali

Buffon senza vergogna: dopo l’ennesima figuraccia prova a fare il piangina sui suoi ‘problemi’ personali

Nel momento più buio, quello dell’eliminazione dalla Champions League del Paris-Saint Germain a causa di una sua clamoprosa papera, Gigi Buffon torna a parlare dei vecchi demoni. Quelli veri. Quelli al cui confronto una pur pesantissima papera sul campo da calcio sembra una sciocchezza. Il portierone torna a parlare della fortissima depressione che lo aveva colpito nei primi anni 2000, quando la sua vita era minata da timori e ansie. E rivela che a tirarlo fuori dal baratro, incredibile ma vero, fu un semplice dipinto, che scoprì per caso mentre visitava la Galleria d’arte moderna a Torino. “Avevo perso la gioia di vivere, ero costretto a far convivere forzatamente il malessere e il dover fornire prestazioni elevate”. Insomma, “ero nel baratro di mille domande anche se ero bello, ricco e famoso”. Il quadro che lo aiutò è La Passeggiata di Chagal: “Mi ha affascinato per la sua semplicità. Potrebbe averlo dipinto un bambino, ed è questo che mi ha colpito. Possiamo volare in aerei privati o guidare auto fantastiche, ma alla fine sono cose semplici che danno la felicità nella vita. Come un quadro in un giorno ordinario“, ha concluso il suo toccante racconto.

loading...

Check Also

ADDIO AL CALCIO, CRISTIANO RONALDO VERSO IL RITIRO: le parole che terrorizzano i fan ed i tifosi della Juventus. La data precisa

“Amo ancora il pallone, mi piace far divertire i tifosi e chiunque sia legato a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *