Home / NEWS / Ostia, il consigliere di Casapound smaschera la malafede di Filippo Roma delle Iene: è bastata una sola domanda per capire la sua malafede

Ostia, il consigliere di Casapound smaschera la malafede di Filippo Roma delle Iene: è bastata una sola domanda per capire la sua malafede

Roma, 28 feb – Le Iene si offendono se fai la iena con loro. Non solo: arrivano pure a minacciare querele se le metti alle corde. E’ successo stamattina in un insolito siparietto tra il consigliere del X Municipio di Roma Capitale e responsabile di CasaPound Ostia, Luca Marsella, e la iena Filippo Roma. Ricordiamo come nelle scorse settimane il programma Le iene avesse mandato in onda un servizio dello stesso Roma, incentrato sull’occupazione di CasaPound Italia dello stabile in via Napoleone III e montato ad arte, senza dare spazio ad alcun tipo di contraddittorio. Il programma aveva tentato di screditare i quadri del movimento con un abile montaggio che escludeva qualsiasi intervento significativo degli intervistati.

Stamattina, per caso fortuito, Marsella ha incontrato sul lungomare di Ostia proprio il buon Filippo Roma e ha pensato bene di “rovesciare le parti” e calarsi, per una volta, nei panni della iena sferzando una serie di domande al conduttore.

Ecco il testo che accompagna il video pubblicato in queste ore

Indovinate un po’ chi ho incontrato oggi sul lungomare di Ostia? Filippo Roma de Le Iene, quello del servizio su CasaPound.

L’ho invitato a venire con me davanti all’ex colonia Vittorio Emanuele, occupata da centinaia di immigrati ma non ci è mica venuto.

E per di più ha minacciato di querelarmi. Ma come, Le Iene ti querelano se fai la iena con loro?

Marsella (CasaPound) “demolisce” Filippo Roma delle Iene от Mag 24 informazione indipendente на Rutube.

loading...

Check Also

BERLUSCONI, BUONE NOTIZIE DALL’OSPEDALE: ridimensionate le notizie dell’incidente, ecco le sue reali condizioni di salute

Il Cavaliere è rientrato da Zagabria dopo una caduta. Dopo alcuni accertamenti la diagnosi: “Nessuna …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *