Home / NEWS / “Vaffan… stronzetto, pagliaccio, come ti permetti” Così i giornalisti hanno insultato Ultimo in sala stampa dopo le sue sacrosante recriminazioni

“Vaffan… stronzetto, pagliaccio, come ti permetti” Così i giornalisti hanno insultato Ultimo in sala stampa dopo le sue sacrosante recriminazioni

Uno spettacolo non esaltante quello che abbiamo visto nella conferenza stampa post finale di Sanremo. Oggi però di quello che è successo a Ultimo se ne parla solo per le offese, sicuramente pesantissime, che il cantante ha fatto ai giornalisti. A dire il vero, dalle parole di Ultimo ben si capisce che si riferisse solo a qualcuno, in modo diretto. Il problema di tutto quello che si è visto e sentito in conferenza stampa questa notte è che i giornalisti non hanno incassato e risposto per le rime a Ultimo, che sicuramente ha esagerato ma che a differenza loro aveva appena cantato sul palco di Sanremo, arrivando secondo dopo una settimana in cui tutti lo davano per trionfatore. Non solo, Ultimo ha vinto per la gente, per il televoto, con oltre il 40% dei voti e sapere che poi tutto è stato ribaltato proprio dai giornalisti e dalla giuria, di certo non gli avrà fatto piacere. Dicevamo che tutto questo non giustifica l’atteggiamento di Ultimo ma non giustifica neppure quello di alcuni giornalisti che, come si sente dai video in rete, girati proprio in sala stampa ( con i microfoni dei cellulari molto più vicini ai tavoli della stampa che a quello dei cantanti) hanno iniziato a insultare il cantante con frasi molto offensive.

Frasi come “stronzetto” , i fischi, altre frasi “vaffanculo stronzetto“, “pagliaccio“, “ma come si permette quello li”Vai a cagare“, “Fuori“, e altre frasi che potrete sentire nel video che abbiamo postato per voi, alzando l’audio.

Festival di Sanremo, Ultimo si ‘scontra’ con i giornalisti. Poi risponde a Salvini от Mag 24 informazione indipendente на Rutube.

’ possibile che dei giornalisti di un certo livello, di fronte alle parole di un cantante, che loro reputano un ragazzino, tra l’altro, si indignino in questo modo invece che fare un sorriso e scuotere la testa? Ed è possibile ce ogni parola detta da un cantante ( in questo caso Ultimo chiama Mahmood “il ragazzo”) si debba sempre polemizzare?

Il nostro pensiero di oggi è proprio questo: i giornalisti che arrivano all’Ariston scrivono i loro giudizi, danno le loro pagelle ( lo facciamo anche noi stando comodamente a casa) e fanno ovviamente il lavoro che sono chiamati a fare.

Perchè devono arrivare a offendere, anche se offesi, con parole davvero inutili, un cantante visibilmente amareggiato da quello che è appena successo? Ultimo avrebbe fatto una “figuraccia” ben più grande se nessuno avesse detto niente, se non ci fossero stati i bu ma solo tanto silenzio nella sala. Non era forse quello l’atteggiamento di professionisti ?

Ovviamente, come potrete vedere dal video, non tutti i giornalisti hanno reagito nello stesso modo. Molti hanno anche applaudito Ultimo, altri lo hanno ignorato come forse avrebbero dovuto fare un po’ tutti.

loading...

Check Also

LONDRA SOTTO SHOCK PER LE RIVELAZIONI DI UNA MINORENNE: ERA LA SCHIAVA DEL FIGLIO DELLA REGINA

Non c’è pace per la famiglia reale inglese. Non solo i pettegolezzi su Kate Middleton e Meghan Markle, …

2 commenti

  1. Ultimo non li ha insultati abbastanza ed i giornalisti hanno dimostrato che sono solo delle checche isteriche capaci soltanto a leccare il c… ai pardoni di sinistra
    In tutta questa storia abbiamo avuto conferma che:
    i giornalisti e chi da loro gl’ordini SONO STUPIDI festeggiano un AUTOGOL: sputare in faccia alla volontà popolare, leccare il c… a Maometto, NON PORTERA’ VOTI A SINSTRA, ma farà VINCERE SALVINI
    Dunque i compagni sono STUPIDI oltre che ladri arroganti e traditori

  2. “I giornalisti… ah! Un branco di analfabeti con la forfora sul collo e le pezze al sedere, che spiano dai buchi delle serrature e svegliano la gente nel cuore della notte per domandargli se hanno visto passare un bruto in mutande, che rubano alle vecchie madri le fotografie delle figlie violentate in Oak Park e tutto perché? Perché un milione di commesse e di mogli di camionisti ci piangono sopra. E poi… il giorno dopo la prima pagina serve per incartare un chilo di trippa.” (Prima pagina)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *