Home / NEWS / Antonio Ricci smaschera anche Achille Lauro: “Non mi prendi per culo, Rolls Royce è l’ecstasy e tu lo sai anche perchè sei stato in galera per spaccio”

Antonio Ricci smaschera anche Achille Lauro: “Non mi prendi per culo, Rolls Royce è l’ecstasy e tu lo sai anche perchè sei stato in galera per spaccio”

Franco Grilli per il Giornale

Scoppia la polemica sul testo di Achille Lauro. Dopo le accuse di plagio per la sua canzone al Festival di Sanremo, ora è il testo a finire nel mirino.

A sollevare i dubbi è Striscia la Notizia, secondo cui il singolo “Rolls Royce” in gara all’Ariston è “un inno all’ecstasy”.

Il motivo, spiegano dal giornale satirico di Mediaset, è che Rolls Royce è il nome con cui viene definita una pasticca di ecstasy. Il simbolo della casa automobilistica, infatti, è chiamato anche “Spirit of Ecstasy” (Spirito dell’estasi) e rappresenta una figura femminile con le ali gonfiate dal vento. Il suo nome sarebbe però finito col diventare anche un nome per le pasticche di Mdma.

“Il direttore artistico era in sé quando l’ha ascoltata e scelta per il Festival di Sanremo?”, si chiede ironicamente la redazione di Striscia la Notizia che in questi giorni ha dedicato ampio spazio alla kermesse della musica italiana.

È davvero così? È davvero la droga il significato nascosto della canzone di Achille Lauro? Lui, in una intervista al Giorno, diceva che “conoscendo il problema della droga, mi guardo bene dal propagandarla”, ma “ne uso un po’ solo per comporre”.

Il diretto interessato però si difende: “Io non ho mai sentito neanche parlare di questa cosa, la Rolls Royce è l’icona principale e mondiale di eleganza, ed è a questo che mi sono ispirato”, dice all’Adnkronos. “Non avevo mai nemmeno sentito parlare di questa cosa, l’ho sentito dai giornali -dice il trapper- e comunque sono contento che, almeno, non critichino la canzone”

LA REPLICA DI STRISCIA

DA www.striscialanotizia.mediaset.it

Ma come, c’è un trapper che non sa (o finge di non sapere) certe cose?  Achille Lauro, che si vanta di conoscere bene certi ambienti, non sa che Rolls Royce è uno dei nomi di più comuni per chiamare le pasticche di ecstasy? Tutto nasce dalla famosissima statuetta (una donna con le braccia aperte e le vesti gonfiate dal vento) posta sul radiatore delle Rolls Royce. Il suo nome (nato ovviamente molto prima della droga sintetica) è Spirit of Ecstasy, Spirito dell’ecstasy: da qui l’abitudine a chiamare Rolls Royce le pasticche sintetiche. E del resto basta una velocissima ricerca su internet per trovare l’immagine di decine di pastiglie di droga con impresso il marchio con la doppia erre. Ma Achille Lauro tutto questo non lo sa (o finge di non saperlo). Evidentemente la droga fa male, anche alla memoria.

E spesso provoca deliri di onnipotenza che ti fanno credere di poter prendere in giro il resto del mondo. Perché, nella canzone che ha portato al Festival, oltre alla Rolls Royce ci sono pure Amy Winehouse, Jim Morrison e Jimi Hendrix: Achille Lauro non conosce le loro vite (e le loro morti)?  Si è dimenticato di aver scritto in Sono io Amleto (il libro autobiografico pubblicato da Rizzoli) un capitolo intitolato “Confessioni di un pusher”? Non ricorda di aver rilasciato un’intervista, La musica mi ha salvato dalla galera, In cui dichiarava, tra l’altro: “Nel mio quartiere, alla periferia di Roma, girava tantissima droga. Così iniziare a fumare marijuana, hashish o prendere droghe chimiche fu naturale. Lo facevano tutti, lo facevo anche io”. E ancora: “Entrai in contatto con famiglie criminali. Compravo chili di droga che facevo vendere a una squadra di spacciatori che avevo creato. Divenni ricco, avevo una bella vasca idromassaggio”. Uno che è stato pusher non sa quello che sa chiunque frequenti le discoteche? Forse, più banalmente, Achille Lauro non ha il coraggio di difendere quello che ha scritto.

loading...

Check Also

Meteo, tornano freddo e neve. Dopo l’anticipo di primavera, arriva la “svolta gelida”

Se eravate già pronti col cambio di stagione sarà meglio che rivediate i vostri piani. …

Un commento

  1. non voglio difendere nessuno, ma provate a cercare su google soprannomi per l’ecstasy: ne trovate parecchi, ma rolls royce non si trova granché . Sempre su google se scriviamo “ecstasy rolls royce” troviamo solo riferimenti a questo pseudo caso di Lauro… fatevi furbi 😉 poi se proprio volete approfondire guardate il video e vedrete che la canzone caso mai denuncia una generazione che non sa a cosa ispirarsi e dove andrà a finire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *