Home / NEWS / FERMI TUTTI! IL VICESINDACO CHE HA GETTATO GLI STRACCI DEL BARBONE? HA FATTO BENE, SE NON SEI DI TRIESTE NON PUOI SAPERE DI CHI FOSSERO

FERMI TUTTI! IL VICESINDACO CHE HA GETTATO GLI STRACCI DEL BARBONE? HA FATTO BENE, SE NON SEI DI TRIESTE NON PUOI SAPERE DI CHI FOSSERO

E’ la notizia del giorno, da ore leggiamo post di buonisti indignati. Ovviamente c’è una spiegazione. La racconta un cittadino di Trieste a Dagospia

Riceviamo e pubblichiamo:

Caro Dago, bisogna essere sul posto prima di scrivere notizie di riporto come fanno invece i giornali. Il vice sindaco Polidori ha fatto non bene ma benissimo a buttare nella spazzatura le cose del barbone che da mesi stazionava in via Carducci, una delle vie più ampie e ad alto traffico di auto e pedoni a Trieste. C’è mancato poco che non lo facessi io, imbufalito com’ero (anche col Comune), di vedere quello schifo due volte al giorno, al mattino e al pomeriggio.

Il tizio in questione è un signore romeno che, a suo dire, non ha i documenti per tornare in Romania. Sono venuti più volte a prenderlo per offrirgli un ricovero. Ma no! Lui voleva restare là, in mezzo alla strada, nella via principale di Trieste, piena di negozi e di gente che transita e fa acquisti. Il 26 dicembre, all’ora di pranzo, ho visto io di persona che lo portavano via con la barella della Croce Rossa e mi sono chiesto, quando sono ripassato al pomeriggio, perché avessero lasciato tutte le sue masserizie sul posto.

Due, tre giorni dopo ho capito: sapevano già che sarebbe tornato. Quando passavi di là dovevi stare attento a non inciampare nelle sue cose – ad es. gli scarponcini foderati in pelo – lasciate nel bel mezzo dell’ampio marciapiede, largo 5/6 metri. Un piumino, vestiti, una coperta dove le persone gli buttavano le monete, un borsone, bottiglie, bicchieri in plastica e qualche giorno fa anche un panettone. Il tizio era pure “tecnologico”. Più volte l’ho visto armeggiare con uno smartphone grande più o meno come il mio, 5,5 pollici.

Ma come faceva a ricaricarlo in mezzo alla strada? Va poi detto che, secondo quanto diffuso dai sanitari che lo hanno soccorso, il tipo era anche ricoperto di pustole. Un giorno mi si è parato davanti a braccia spalancate. Io l’ho prontamente evitato, ma se si mette a fare così anche con anziani e bambini? L’idrante avrebbero dovuto usare, altro che le scemenze che va dicendo la Bonino intervistata in tv dai tg, senza sapere nemmeno di cosa parla, visto che lei sta a Roma e di sicuro fuori casa sua non stazionano i clochard.

Comunque non m’illudo. A sinistra è già tutto un pianto per il “poveretto” finito nel mirino del vice sindaco “nazi-leghista”. Di sicuro Pd e Leu gli doneranno l’attrezzatura di tutto punto per ricominciare daccapo e magari organizzeranno anche un digiuno e una fiaccolata.  Pare che se rifiuta nessuno lo possa obbligare a stare in un luogo con un tetto sopra la testa. Insomma, comanda lui, i triestini che pagano le tasse non contano un cacchio.

loading...

Check Also

Il Governo è arrivato al capolinea, presto nuove elezioni: Bruno Vespa ne è convinto

“Il Movimento 5 stelle sta cambiando pelle”, “Virginia Raggi a Roma (nove assessori cambiati in mille giorni, uomini chiave …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *