Home / NEWS / “SFORARE IL BILANCIO? LA FRANCIA PUO’, L’ITALIA NO” – MOSCOVICI CI PRENDE ANCORA UNA VOLTA PER I FONDELLI

“SFORARE IL BILANCIO? LA FRANCIA PUO’, L’ITALIA NO” – MOSCOVICI CI PRENDE ANCORA UNA VOLTA PER I FONDELLI

Due pesi e due misure o solo applicazione delle ferree regole europee? Pierre Moscovici, commissario europeo agli Affari economici ha dichiarato in una intervista a Le Parisien che “il superamento della soglia del 3% del rapporto deficit/Pil nel 2019 per la Francia “se ci riferiamo alle regole può essere concepibile in via limitata, temporanea e straordinaria”. Ma non per l’Italia. E ha specificato: “Ogni parola conta: l’eventuale superamento del 3% non dovrebbe estendersi per due anni consecutivi, né superare il 3,5% in un anno”.

In particolare Moscovici ha detto che le misure annunciate dal presidente Emmanuel Macron sono “indispensabili per soddisfare l’urgenza del potere d’acquisto”. Trattamento di favore per la Francia? No, risponde il commissario: “Non c’è indulgenza, queste sono le nostre regole e nient’altro che le nostre regole”, ha detto, negando di voler fare”come se ci fosse da un lato una eccessiva severità e dall’altro non so quale lassismo”.

Il confronto con l’Italia, ha precisato, “è allettante ma sbagliato perché le situazioni sono totalmente diverse”, ha detto ancora
Moscovici, osservando che “la Commissione europea ha monitorato il debito italiano da diversi anni” e non lo ha “mai fatto” per la Francia.

loading...

Check Also

SEA WATCH, LA FECCIA ROSSA NON CONOSCE LA VERGOGNA: in partenza per Lampedusa, quando vedono dei fuorilegge non possono fare a meno di parteggiare per loro

SEA WATCH: DELRIO E ORFINI IN DELEGAZIONE PD A LAMPEDUSA I deputati del Pd Graziano …

Un commento

  1. Moscovici (francese) ci prende per il c… perchè il nostro Governo si mette a 90°
    …se invece lo mandassero affanc…. e facessero l’8% di deficit come negl’anni ’70 noi staremmo bene come allora.
    Cosa ci può fare la UE? Cacciarci? ah ah ah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *