Home / NEWS / La concessionaria trevigiana si chiama “Negro”: Facebook censura la sua pubblicità per razzismo

La concessionaria trevigiana si chiama “Negro”: Facebook censura la sua pubblicità per razzismo

Ci prova ogni giorno a dire che il suo non è un insulto ma un cognome. Ma per il signor Negro la vita è tutt’altro che facile. E se nella vita di ogni giorno ha trovato una sostenibilità, stringendo la mano e bofonchiando il patronimico in maniera impercettibile, l’algoritmo di Facebook lo inchioda inesorabilmente alle sue responsabilità. Lui, però, non ha niente a che vedere con questa storia della superiorità della razza. E sta seriamente pensando di andare all’anagrafe e prendersi un nome nuovo di zecca. Una cosa tipo “non bianchissimo”, o magari “di colore”.

loading...

Check Also

ARRESTATO IL RE DEI MIGRANTI CHE IN TV LA MENAVA SULL’ACCOGLIENZA: si era imboscato una valanga di milioni lucrando sui migranti

L’impenditore Stefano Mugnaini, gestore di centri di accoglienza per migranti in provincia di Firenze, è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *