Home / NEWS / FRANCIA, I GILET GIALLI SONO ARRIVATI IN ITALIA! BLOCCATO IL CASELLO A VENTIMIGLIA: peccato nessuno ti racconti cosa stia accadendo oggi in Francia

FRANCIA, I GILET GIALLI SONO ARRIVATI IN ITALIA! BLOCCATO IL CASELLO A VENTIMIGLIA: peccato nessuno ti racconti cosa stia accadendo oggi in Francia

I manifestanti francesi, dunque, sono sconfinati in Italia, occupando la barriera autostradale dell’A10, a Ventimiglia. Una manifestazione sicuramente non autorizzata

Con un blitz di quelli improvvisati, ma soprattutto inaspettati, un centinaio di gilet gialli hanno raggiunto, stamani, in scooter l’Italia, scortati da una “safety car”, bloccando il traffico in entrata e uscita dall’Italia.

I manifestanti, dunque, sono sconfinati nel nostro territorio, occupando la barriera autostradale dell’A10, a Ventimiglia. Una manifestazione sicuramente non autorizzata.

Un presidio al momento pacifico, anche se sono stati accesi alcuni fumogeni, a scopo dimostrativo. La manifestazione ha provocato chilometri di coda, in maniera alternata, in entrambe le direzioni di marcia. I gilet gialli hanno bloccato i caselli e il traffico, facendo passare alcuni mezzi alla spicciolata.

”Siamo sul posto per cercare di gestire la situazione in maniera equilibrata – commenta il questore di Imperia, Cesare Capocasa -. È stata una iniziativa istantanea”. Poco prima di arrivare in Italia, i manifestanti francesi, circa duecento, sono partiti dal Municipio di Mentone, al confine franco italiano, per marciare a piedi sulla frontiera a mare di ponte San Ludovico, a Ventimiglia, dove hanno intonato la “La Marsigliese” e slogan (alcuni di insulti) contro Macron. A un certo punto, quando la manifestazione sembra ormai finita, hanno abbandonato la frontiera per recarsi in sull’Autofiori, in territorio italiano.

loading...

Check Also

La presa per i fondelli della Procura: aprono l’indagine sul furto di corrente, ma l’elemosiniere di Bergoglio la fa franca pur avendo ammesso il reato

Michela Allegri per “il Messaggero” L’ esposto di Acea è arrivato negli uffici della Procura di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *