Home / NEWS / L’incredibile retroscena: l’assoluzione della Raggi? Perchè così salva il governo gialloverde

L’incredibile retroscena: l’assoluzione della Raggi? Perchè così salva il governo gialloverde

Assolta: Virginia Raggi si salva. La sindaca grillina di Roma esce senza macchia dal processo che la vedeva imputata per falso in relazione alla nomina di Renato Marra alla direzione Turismo del Campidoglio. La sentenza è arrivata poco dopo le 15. La Raggi al momento dell’assoluzione si è messa a piangere dalla gioia e ha abbracciato i suoi legali, ringraziandoli in aula. La Procura aveva chiesto una condanna a 10 mesi di reclusione.

Un’assoluzione pesantissima. In primis perché la Raggi non sarà costretta a dimettersi, così come previsto dal codice etico grillino. Nessun caso nel M5s, dunque, anche se alcune malelingue ipotizzavano che i vertici del Movimento avrebbero accolto di buon grado le dimissioni della sindaca, il cui operato nuoce all’immagine dei pentastellati. Ma, soprattutto, l’assoluzione evita grosse grane al governo. Nel caso in cui la Raggi si fosse dimessa, infatti, era possibile che Roma si trovasse in piena campagna elettorale, dove Lega e M5s, alleati nell’esecutivo gialloverde, si sarebbero affrontati colpo su colpo, minando per ovvie ragioni la tenuta del governo.

loading...

Check Also

“Ma di che parli? Ma proprio tu?”. Morani, anche oggi una figura di merda: il solito massacro in diretta tv

Alessia Morani e Alberto Gusmeroli si scontrano sulla norma che fissa la responsabilità delle banche Popolari Vicenza e Veneto Banca al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *