Home / NEWS / “Un nazista su cui pisciare addosso” Repubblica supera ogni limite: così infangano Salvini gli schiavi di De Benedetti

“Un nazista su cui pisciare addosso” Repubblica supera ogni limite: così infangano Salvini gli schiavi di De Benedetti

Qualcuno la chiama arte. In cosa consiste? Presto detto: Matteo Salvinirappresentato nei panni di un gerarca nazista mentre due bimbi gli fanno pipì sugli stivali. Una discreta porcheria apparsa a Milano, sul Naviglio Grande. Peccato però che la presunta opera – intitolata “Una pisciata vi seppellirà” – sia stata vandalizzata. L’affissione, esposta martedì pomeriggio, è stata distrutta nella notte. E ora l’artista, Cristina Donati Meyer, secondo la quale lo sfregio a Salvini era una sorta di contestazione al decreto sicurezza, si sfoga. Lo fa, ovviamente, sul sito di Repubblica, dove si dà conto anche in questo caso dell’allarme-deriva autoritaria. Incredibile, ma tutto vero.

“Per la prima volta una mia opera è stata completamente distrutta, fatta minuziosamente a pezzi in modo che non ne restasse nulla. Ne deduco che il clima si stia surriscaldando e questo per me significa che sto andando nella direzione giusta. Però quando si arriva alle minacce personali è troppo”, ha affermato la Meyer. E ancora: “Durante l’affissione ho anche ricevuto degli applausi dalla gente, ma poi su Facebook si sono manifestati i soliti leoni da tastiera. Una decina di persone mi ha scritto messaggi privati minacciando me e la mia famiglia e intimandomi di stare attenta nei miei spostamenti – spiega -. Sporgerò denuncia”, ha concluso.

loading...

Check Also

“Così sarà il centrodestra del futuro” Giorgetti seppellisce per sempre Berlusconi e la sua corte di leccapiedi

DISPERAZIONE IN FORZA ITALIA Anna Maria Greco per ”il Giornale” «È una polpetta avvelenata», «conferma …

Un commento

  1. UNA EBREA CHE SI PERMETTE DI SPECULARE SU ARGOMENTI CHE AL GIORNO D’OGGI NON FANNO PIU SENSAZIONE. SI VERGOGNI DI UTILIZZARE QUESTI SISTEMI PERCHE’ VOI SIETE VITTIME DI VOI STESSE. NON FA ONORE ALLA SUA CAUSA…. ANZI….FINITELA DI FATE LE VITTIME.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *